Vota questo articolo
(1 Vota)

Nicola Montanino classe 1953, una viva passione per la politica sin da giovane.  Nel 1985 la sua prima esperienza con l’elezione a consigliere comunale presso  l’assise di Palma Campania, paese in cui è nato e vissuto. Segue poi l’investitura  ad assessore  alle politiche sociali, al turismo e al commercio. Nel 1992 diventa sindaco di Palma  Campania, viene riconfermato  dal 1994  fino alla fine del suo mandato, nel novembre del 1998. Matura la sua esperienza nell’ambito del turismo negli anni ’90, prima a Pompei come funzionario dell’Azienda Cura, Soggiorno e Turismo, poi diventando responsabile nel 2007 a Maiori, in costiera amalfitana, carica che ricopre tuttora.  Oggi si propone al consiglio della Regione Campania, circoscrizione Napoli e Provincia, col partito “Centro Democratico”. Perchè crede di meritare il voto degli elettori campani? "Meritare? Credo di meritarlo perché il mio curriculum parla di un’esperienza costruita passo dopo passo negli anni con amore, dedizione, impegno, costanza e volontà. Ho sempre vissuto nel territorio, immerso più di tutto nelle sue problematiche, nelle sue denunce, nella sua gente. Questo credo possa essere un piccolo vantaggio: conoscere le istanze, la voce, le domande della mia terra per farmene portavoce consapevole ed attento". Il suo programma politico ha 2 priorità: turismo e politiche sociali che sono rispettivamente sinonimo di lavoro e giustizia sociale. Sintetizzi i punti più importanti del suo progetto. "Il mio progetto politico si basa, ma sin da sempre, su valori cardini che mi orientano anche nella vita: equità, uguaglianza, giustizia.,meritocrazia C’è necessità di un ripensamento e rinnovamento del settore delle politiche sociali che abbracci tutte le categorie. Bisogna tutelare la famiglia e tutto ciò che ruota intorno al suo universo, dare incentivi a chi vive le difficoltà di un membro affetto da malattie o da handicap, a genitori con bambini piccoli,  a nuclei familiari  che accolgono gli anziani. C’è urgenza di tutelare i diritti della donna, nel suo ruolo di madre, lavoratrice ed essere umano. La Campania, ha raggiunto più volte un triste record: prima in Italia a registrare il più alto tasso di femminicidio. Informazione, formazione, prevenzione, sono le parole d’ordine.  Altra necessaria tutela è quella a favore dei minori (auspico una rivisitazione della legge regionale  sull’adozione), pensionati, giovani dalla nascita, al percorso scolastico, al tempo libero, all’impegno nel sociale, al lavoro). Per quanto riguarda il turismo, ha detto bene, è sinonimo di lavoro, opportunità, sviluppo economico e sociale. La mia più grande ambizione, è quella di creare un secondo polo turistico in grado di far rifiorire e conoscere l’entroterra campano, finora poco valorizzato. Abbiamo bellezze uniche, spesso non considerate".  Ha tenuto ultimamente una conferenza sulla “Terra dei Fuochi”:  qual è la sua posizione in merito alla problematica? "Qui in Campania, oramai non si tratta di vivere, ma di sopravvivere.  Il nostro popolo si sta decimando. L’incidenza tumorale cresce esponenzialmente. Siamo tutti vittime della criminalità che ha ucciso, deturpato una terra un tempo Felix, oggi morente.  Si devono monitorare siti,  sollecitare il Governo allo stanziamento di fondi che diano la possibilità di procedere a bonifiche immediate sul tutto il territorio, attuare con urgenza percorsi di prevenzione primaria e secondaria. Fondamentali in questo momento". Il suo slogan elettorale recita “Ripartire”: da cosa? Da chi? Quando? " Il verbo ripartire per me ha un significato importante. Significa fare uno, due passi indietro fino a riprendere tutti coloro che sono rimasti fermi. Da cosa? Dal turismo, dalle politiche sociali, dai territori, dalla sanità, dai trasporti. Da chi? Dalla mia gente. Dai giovani, motore del mondo, dai lavoratori, dai disoccupati, dai cittadini onesti della mia regione. Quando? Dal 1 giugno 2015". Qual è il suo esempio di vita? "Mio padre e tutti quelli come lui che hanno avuto la sensibilità di dare risposte serie a chiunque senza nulla chiedere in cambio. Un una persona perbene, il cui  ricordo mi stimola sempre più  a considerare la politica come la più alta forma di altruismo".

 

 Nicola Sirico

 

 

 

Domenica, 17 Maggio 2015 10:39

Terzigno, stasera i candidati "convocati" in Chiesa

Scritto da
Vota questo articolo
(6 Voti)

Entra nel vivo la campagna elettorale del comune di Terzigno. E’ previsto stasera dalle ore 20 il primo confronto pubblico (in attesa di quello televisivo di lunedi su Italia mia) fra i sei aspiranti sindaci. I candidati Serafino Ambrosio, Vincenzo Aquino, Stefano Pagano, Lina Panfilo, Francesco Ranieri e Rosanna Rosa risponderanno alle domande che la Diocesi di Nola in collaborazione con Don Antonio Fasulo, parroco della comunità vesuviana, ha preparato. Il primo confronto pubblico parte stasera nel Teatro Parrocchiale in piazza Troiano Caracciolo del Sole.

Vota questo articolo
(3 Voti)

Andrà in onda lunedi sera alle 23.00 sul canale regionale Italia Mia (274 del digitale terrestre) il confronto tra i candidati a sindaco di Terzigno. L'iniziativa promossa dalla redazione del "Vesuviano" ha raccolto il consenso e la disponibilità dei candidati alla poltrona di primo cittadino della città del buon vino. A rispondere all'appello della nostra redazione sono stati i candidati Vincenzo Aquino, Stefano Pagano, Francesco Ranieri e Rosanna Rosa. La trasmissione infatti è stata registrata ieri sera presso gli studi televisivi di Italia Mia all'interno della trasmissione "Terra Mia" condotta da Genny Galantuomo e Francesco Gravetti. Il confronto è stato molto corretto anche se non sono mancati i momenti di frizione tra i contendenti alla leadership cittadina. Insomma un programma da non perdere per tutti i terzignesi che potranno conoscere, standosene comodamente seduti in poltrona, i programmi e le idee dei candidati terzignesi. Assenti alle riprese i candidati Serafino Ambrosio (problemi di salute) e la giovanissima Lina Panfilo che ha dato forfait pochi minuti prima dell'evento.

Sabato, 16 Maggio 2015 09:36

Aquino: "Terzigno con me rialzerà la testa"

Scritto da
Vota questo articolo
(11 Voti)

Il conto alla rovescia è partito. Il 31 maggio data delle prossime elezioni amministrative comunali, la città di Terzigno inizia a rendersi conto della responsabilità che ha ogni singolo elettore. La redazione si muoverà giornalmente incontrando e vivendo con i candidati e gli aspiranti sindaci le emozioni, l’ansia, le preoccupazioni che si vivono prima della votazione. Iniziamo questa tornata partendo dalla sezione locale del Partito Democratico incontrando il candidato sindaco: l’avvocato Vincenzo Aquino. L’avvocato Aquino, sposato con due splendidi figli, esercita la professione da venti anni ed è consigliere comunale da sette, sempre in minoranza. Allora perché i cittadini dovrebbero votarla? Sono l’unico candidato con forza, entusiasmo, libertà e la giusta esperienza per un Paese più giusto ed efficiente. Con me, la nostra cittadina troverebbe il buon governo, con gli altri la replica degli ultimi cinque anni. Quali sono i punti cardini del suo programma elettorale? Innanzitutto il lavoro e sviluppo economico. Senza trascurare le tematiche ambientali e culturali. Altro punto fermo sarà l’eliminazione di sprechi e la riduzione delle tasse. Particolare attenzione per le fasce deboli. Faccia un appello alla cittadinanza? Svegliate la vostra coscienza. Scegliete di votare persone oneste, competenti e veramente appassionate del bene comune. Non votate per interessi o rendiconti personali, agite da cittadini liberi. Non abbiate paura di cambiare e vinceremo insieme. Senza campioni della vecchia politica o trasformisti. Se fosse vincitore qual è il primo gesto /passo che compie? La visita su tutti i luoghi da bonificare per verificare lo stato delle cose e la nomina di una commissione di esperti per la tutela di ambiente, salute e territorio. Una grande iniziativa per il rilancio del centro del paese per ritrovarci come comunità. Cosa si sente di promettere ai suoi concittadini? Una città nuova senza compromessi con il passato e con lo sguardo verso l’Europa e il futuro. Una città più bella. Terzigno e il lavoro, quali proposte ha in atto? La realizzazione con fondi regionali ed europei della riqualificazione di Cava Ranieri, di Palazzo e area Contaldi. Il rilancio di commercio e agricoltura con attenzione al lavoro per i giovani. Creare occasioni di ripresa per l’edilizia. Terzigno ha un patrimonio culturale vasto perché non è mai stato sfruttato? Credo che abbiamo avuto un problema di amministratori inconsapevoli delle potenzialità sociali, culturali ed economiche del patrimonio archeologico e ambientale. Si parla di rinnovamento/cambiamento cosa può promettere? Innanzitutto mi lasci rilevare che oggi tutti parlano di cambiamento, anche coloro che sino a ieri amministravano ed erano silenziosi e compiacenti. Noi ci battevamo contro questa classe politica in modo chiaro e trasparente e posso promettere un sicuro cambiamento. Con la mia vittoria i responsabili e i trasformisti resteranno a casa e senza poltrona. Io ho fondato il partito della casa: manderemo a casa questa classe dirigente incompetente e arrogante. Allarme profughi, sa che questo potrebbe essere una problematica da affrontare per la questione sicurezza e salute nei prossimi mesi, che posizione intende assumere? I profughi, uomini, donne e bambini, che scappano da guerre, fame e fanatismo sono per noi e per me cercatori di felicità, come ha detto il Papa, cercatori di vita e meritano accoglienza umana. I criminali invece devono essere cacciati e allontanati.  Basta tragedie nel mediterraneo. Definisca con un aggettivo i suoi rivali? La Panfilo inesperta, Ambrosio spaesato, Ranieri indeciso, Pagano consumato e Rosa sconosciuta. Terzigno ha bisogno di persone che vivono il quotidiano, a contatto con la gente, parlare e conoscere le loro problematiche, vivere il contatto con tutte le fasce d’età, ci crede in questo? Ci credo molto ed ho deciso che quando sarò sindaco girerò il paese solo a piedi o in bici. Quale paese intende rappresentare? Il paese che non si arrende ai soprusi e ai furbi, all’illegalità e al clientelismo. Il paese che non accetta più che i giovani siano lasciati senza lavoro. Non accetta una visione arretrata della donna e della loro vita. Il paese che non si arrende ai campioni della vecchia politica o ai trasformisti. Con me vinceranno chi non vuole altri cinque anni come quelli appena trascorsi! Voglio rappresentare il paese che si rimbocca le maniche.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Antonio Parisi, stimato imprenditore terzignese  ritrovatosi candidato (a sua insaputa) nella lista del M5S ci ha inviato una lettera che pubblichiamo e con la quale si spera si possa porre fine alla querelle con il Movimento Cinque Stelle relativamente alle polemiche degli ultimi giorni: "Ribadisco di non aver mai accettato né tantomeno approvato alcuna candidatura che mi avrebbe fatto risultare nelle liste del movimento cinque stelle, cosa che io ho inconsapevolmente appreso proprio dalla pubblicazione delle liste dove ho, con molta incredulità, appreso di ritrovarmi candidato senza aver mai espresso il mio consenso. Aggiungo inoltre, che conosco un solo rappresentante del Movimento cinque stelle di Terzigno tramite il quale circa 5 mesi fa ho prestato il mio consenso per diventare simpatizzante del movimento”.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa pervenutoci dal Movimento 5 stelle in riferimento alle dichiarazioni rese dal Signor Antonio Parisi relative alla sua candidatura come consigliere comunale di Terzigno. "Alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno visto il Movimento 5 Stelle di Terzigno al centro della polemica in merito alla "candidatura inconsapevole" del sig. Parisi Antonio, e prendendo atto delle sue dichiarazioni, ce ne dissociamo totalmente. Abbiamo chiesto e ottenuto la rinuncia alla sua candidatura, inviata poi allo staff centrale del "Movimento 5 stelle, beppegrillo.it". Pertanto risulta ineleggibile come consigliere per il Movimento 5 stelle di Terzigno, ma siccome la sua rinuncia è arrivata solo in seguito all'accettazione delle liste, il suo nome continuerà a comparire negli elenchi che saranno affissi. Tuttavia in difesa dell'immagine e della credibilità del movimento, prendiamo le distanze dall'ex candidato e tutti i dovuti provvedimenti".

Il Movimento 5 stelle di Terzigno

Vota questo articolo
(2 Voti)

E' appena cominciata la campagna elettorale e già si registra il primo "colpo di scena". Ad onor del vero, gli ultimi giorni alle falde del Vesuvio sono stati vissuti all'insegna dell'incertezza e dei cambi di casacca dell'ultima ora che hanno destabilizzato, e non poco, l'ambiente politico. Alla fine dei giochi e quando sembrava davvero tutto definito e chiarito, come in un thriller arriva invece, una notizia che creerà non pochi imbarazzi. Anche perché arriva dal Movimento Cinque Stelle, organizzazione politica con dei "paletti" e dei "criteri" molto selettivi nei confronti dei candidati. Eppure qualcosa non deve essere andato per il verso giusto, visto che il Signor Antonio Parisi, apprezzato imprenditore, ci ha contattati per chiarire la sua posizione. "Questa mattina quando ho aperto il giornale per verificare chi erano i candidati a Terzigno sono rimasto sorpreso dal vedere il mio nome nella lista del Movimento Cinque Stelle. Ho approfondito pensando che si trattasse di una omonimia ed invece ho scoperto che quel nome corrispondesse proprio alla mia persona. Ho provveduto immediatamente a scrivere un posto sul mio profilo facebook per avvisare amici e parenti che si trattasse di un errore ma ora voglio andare in fondo a questa vicenda e comprendere cosa è accaduto. Da persona seria ammetto che sono un simpatizzante del movimento ed in passato ho frequentato alcuni esponenti di quel partito, am da qui a ritrovarmi candidato ne passa tanto. Per questo -continua Antonio Parisi -  mi corre l'obbligo di dover comunicare ufficialmente che Antonio Parisi nato l'11 maggio 1968 non è candidato né per il Movimento Cinque Stelle né per altri partiti. Anzi nei prossimi giorni chiarirò tutto con un manifesto pubblico in cui comunicherò alla cittadinanza quanto accaduto". Inizia all'insegna della polemica la prima giornata di campagna elettorale e nell'attesa che la mura vengano invase da manifesti da campagna elettorale adesso si attende il primo manifesto di dissenso dalla competizione politica...come inizio non c'è male.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Alle ore 11.25 del 2 maggio 2015, presso la segreteria comunale,è stata consegnata tutta la documentazione necessaria alla presentazione della lista che ha come candidato sindaco Lina Panfilo. Per la prima volta il Movimento 5 stelle concorrerà alla tornata elettorale nel comune di Terzigno, portando avanti i seguenti obiettivi principali:

- Favorire il bene collettivo e difendere la salute pubblica;

- Tagliare gli sprechi per aumentare e migliorare i servizi;

- Creare opportunità lavorative internalizzando la gestione dei rifiuti e la manutenzione della viabilità, del verde pubblico e degli immobili comunali;

- Riqualificare e incentivare le aree di interesse storico-naturalistico e artistico-culturale;

- Promuovere e valorizzare i prodotti tipici locali;

- Eliminare le consulenze e gli incarichi esterni;

- Affidare la gestione dell’acqua e della riscossione dei tributi al comune, togliendola rispettivamente alla GORI e alla GE.SE.T.;

- Adeguamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione;

-Studi progettuali per usufruire dei fondi europei;

-Avvio delle procedure per il rilascio licenza di taxi collettivo per agevolare le condizioni di mobilità nel paese;

- Attività di formazione sul rischio Vesuvio e sulle vie di fuga.

La squadra di semplici cittadini, onesti e incensurati, che si sono messi in gioco per realizzare le suddette proposte risulta così composta:

1) Annunziata Fortuna

2) Avino Antonio

3) Avino Genoveffa

4) Caldarelli Pasquale

5) Iuliano Angelo

6) Langella Ferdinando

7) Maqsoud El Mati

8) Panfilo Annarita

9) Parisi Antonio

10) Salvati Michele

11) Simone Filomena

12) Stanziano Fiore

13) Nappo Nicolangelo

Sabato, 02 Maggio 2015 16:28

Terzigno, in sei per la poltrona da sindaco

Scritto da
Vota questo articolo
(18 Voti)

E’ scaduto alle ore 12,00 di oggi sabato 02 maggio il termine ultimo per la presentazione delle liste. Le prossime elezioni amministrative si terranno domenica 31 maggio (1°turno) nelle regioni a statuto ordinario in concomitanza con le elezioni regionali. L’eventuale turno di ballottaggio è fissato per domenica 14 giugno. Con il rinnovo della giunta e dei consiglieri comunali delle regioni a statuto ordinario si applicheranno le norme in materia di contenimento delle spese degli enti locali che prevedono la riduzione del numero di consiglieri e degli assessori comunali. L’election day per il comune di Terzigno vedrà la presenza di sei aspiranti sindaci. La fascia tricolore sarà contesa dall’attuale sindaco facente funzioni Stefano Pagano che avrà al suo fianco, oltre alla lista di Forza Italia, ove all’interno vi sono diversi consiglieri comunali uscenti, anche da altre due liste civiche: Forza Silvio e Lista Pagano sindaco. Il vero outsider dell’attuale primo cittadino è l’ex vice sindaco: Francesco Ranieri. L’avvocato terzignese si presenterà con ben cinque liste civiche: Il Tralcio, La Campana, Lista Francesco Ranieri sindaco, Oltre il Vesuvio e Lista Civica Terzigno. All’interno di queste liste che avremo modo di presentare dettagliatamente nei prossimi giorni vi è la presenza di due assessori comunali uscenti dall’ultima amministrazione Auricchio più diversi giovani di bella prospettiva. Il terzo aspirante sindaco è l’avvocato Enzo Aquino che concorrerà sostenuto dalla lista del Partito Democratico. La lista Pd consta di quindici persone. Altro candidato sindaco è Serafino Ambrosio che si presenterà sostenuto dalle due liste civiche: Terzigno Casa Comune e Noi Giovani. Il movimento cinque stelle sosterrà nella prossima tornata la giovane Lina Panfilo al suo esordio politico. La giovane Panfilo avrà al suo fianco una lista composta di tredici ragazzi al loro esordio in campagna elettorale. La lista civica “ Patto civico per Terzigno” sosterrà la dottoressa Rosa Rosanna. Da oggi inizia la campagna elettorale, quella pre-elettorale ha fatto registrare diversi colpi di scena, con esponenti di calibro che hanno fatto un passo indietro facendo sconvolgere i piani di qualche partito. La lotta politica diventa sempre più importante perché nell’aria c’è qualcosa che porterà a un nuovo quadro politico e nuovi scenari potrebbero aprirsi. Gli elettori non si fidano più delle chiacchiere e vogliono progetti chiari, condivisi e fattibili, senza demagogia. Progetti insomma entro i paletti che ci impone la nostra situazione economica reale. I programmi elettorali sembrano dire le stesse cose di cinque anni fa, ma intanto il tempo è passato e Terzigno cerca di rialzarsi, gli elettori vogliono combattere per vedere la luce. Questo è solo il primo round!

Le liste dei candidati:

CANDIDATO SINDACO Serafino AMBROSIO 

 

Lista Noi Giovani: Michele Cardone, Angela Miranda, Loredana Guerra, Raffaele Annunziata, Gennaro Giugliano, Carmine Celentano, Domenico Casillo, Luigi Ferrara, Daniele Aniello Miranda, Antonio Delle Chiaie, Rosa Maria Del Santo, Luigia Ranieri, Francesco Miranda, Anna Miranda, Giuseppe Miranda, Elvira Ambrosio. 

Lista Terzigno Casa Comune: Lorenzo Casillo, Pasquale Fellino, Antonio Annunziata, Nunzia Gragnaniello, Giovanna Avino, Luigi Auricchio, Sonia Guastaferro, Giuseppe Caputo, Pietro Apuzzo, Antonio Bifulco, Luciano Licone, Annarita Annunziata, Teresa Biondillo, Michele Miccio, Antonio Ambrosio, Michele Di Casola

_______________________________

CANDIDATO SINDACO Vincenzo AQUINO

 

Partito Democratico: Maria detta Mariella Stanziano, Michele Guastaferro, Teresa Esposito, Francesco Ranieri, Giuseppina Boccia, Raffaele Ranieri, Pasquale Ambrosio, Antonietta Pagano Collaro, Vincenzo Autorino, Antonietta Izzo, Alberto Randaccio, Giuseppe Giamundo, Giuseppe Aquino, Carlo Ranieri, Raffaele Carillo.

 _______________________________

CANDIDATO SINDACO Lina PANFILO

 

Movimento Cinque Stelle: Fortuna Annunziata, Antonio Avino, Genoveffa Avino, Pasquale Caldarelli, Angelo Iuliano, Ferdinando Langella, El Mati Maqsoud, Annarita Panfilo, Antonio Parisi, Michele Salvati, Filomena Simone, Fiore Stanziano, Nicolangelo Nappo

 _______________________________

CANDIDATO SINDACO Stefano PAGANO

 

Forza Italia: Domenico Auricchio, Pasquale Ciaravola, Maria Grazia Sabella, Concetta detta Tina Ambrosio, Annamaria detta Sonia Annunziata, Felice Avino, Angelo Caldarelli, Luigi detto Gigino Caldarelli, Luigi Canestrino, Pasquale D’Aquino, Giuseppe Del Giudice, Luigi Di Prisco, Angelo Massa, Maddalena Nappo, Saverio Pagano.

Lista Pagano Sindaco: Mario Auricchio, Caterina detta Katia Boccia, Michele Sepe, Giovanni Casillo, Pasquale Miranda, Giovanna Guastaferro, Elisa Parisi, Antonio Del Giudice, Nicola Bifulco, Imma Carillo, Luisa Pagano, Stefano Francesco De Falco, Pasquale Fendi, Antonio Avino, Giuseppina Ardizio

Lista Forza Silvio: Antonio Pisacane, Brigida Ambrosio, Gaetano Fabbrocini, Angela Fattorusso, Luigi Panariello, Raffaele Aquino, Cappellini Alfonso, Erminio Cascata, Giovanni Cozzolino, Antonia Giugliano, Giuseppe Guastafierro, Domenico Malvone, Giusi Rosa, Francesco Pacifico, Pasquale Giuseppe Sicignano, Anna Rosarita Sorrentino

  _______________________________

CANDIDATO SINDACO Francesco RANIERI

 

Lista Oltre il Vesuvio: Chiara Autorino, Ilaria Bifulco, Autilia Carillo, Annalisa Di Costanzo, Francesca Moccia, Maria Rastelli, Orlando Ambrosio, Massimo Annunziata, Giuseppe Avino, Giosuè Di Casola, Gennaro Troncato, Francesco Nappo, Vincenzo Macera, Pasquale Ranieri, Salvatore Tufano

Lista La Campana: Paolo Caldarelli, Raffaele Ranieri, Angelo Annunziata, Emma Stanziano, Salvatore Guastaferro, Anna Ambrosio De Vito, Caterina Esposito, Giusy Ranieri, Marika Maria Rea, Serena Severino, Maria Di Casola, Arturino Ferraro, Davide Casillo, Michele Annunziata, Giancarlo Formisano, Emanuela Di Maria

Lista Francesco Ranieri (Mivar): Rosalba Boccia, Antonella Congiu, Antonia Coppoa, Maria Di Martino, Genny Falciano, Tonia Langella, Felicia Saviano, Pierluigi Aliperta, Giovandaniele Catapano, Giuseppe De Simone, Biagio Ferrara, Raffaele Librone, Raffaele Marinaro, Antonio Mosca, Giovanni Tomassi, Antonio Vaiano

Lista Il Tralcio: Anna Guadagno, Francesco Parisi, Giuseppe Auricchio, Maurizio Auricchio, Laura Ammirati, Alessandra Castellano, Gennaro Castiello, Giuseppe Fattorusso, Vincenzo Faldi, Carla Francese, Adriana Licone, Fabiola Miranda, Vincenzo Imblema, Pasquale Perna, Giuseppe Ranieri, Francesco Tortora

Lista Terzigno con Francesco Ranieri: Giuseppe Ammendola, Salvatore Carillo, Luigi Boccia, Roberto Ranieri, Annalisa Vitiello, Daniela Ambrosio, Assunta Pontino, Ilaria Cirillo, Giovanni Battello, Giuseppe Pirozzi, Massimo Ambrosio, Giovanni Avenire, Luisa Palumbo, Daniela Resoconto.

 _______________________________ 

CANDIDATO SINDACO Rosanna ROSA

 

Lista Patto civico per Terzigno: Maria Capasso, Carmen Paola De Virgilio, Antonella Esposito, Giovanna Massa, Lucia Rosaria Miranda, Pasqualina Scognamiglio, Rita Squitieri, Angela Stanziano, Raffaella Tufano, Francesco Saverio Bianco, Luigi Brandi, Ottavio Carmine Festa, Antonio Genovese, Aniello Montella, Domenico Pennasilico, Pietro Randaccio 

Vota questo articolo
(19 Voti)

Da maggio 2013, ovvero, da quando con un gioco architettato, fu estromesso dall’amministrazione Auricchio, per passare il testimone al facente funzioni Stefano Pagano, l’avvocato Francesco Ranieri non ha fatto altro che pensare alla data della nuova tornata elettorale. Vuole riproporsi alla guida della città che gli venne tolta, anche senza l’appoggio di un partito politico ed in questi giorni sta completando le tre liste civiche che lo sosterranno nella prossima tornata elettorale prevista per il 31 maggio. E’ ancora vivo nella mente di Ranieri quando dopo che fu resa ufficiale la sospensione del sindaco Domenico Auricchio per mezzo della legge Severino la cancellazione della sua nomina di vice sindaco a favore del possibile primo avversario di maggio. Oggi, con Francesco Ranieri sono sette le candidature ufficiali per la fascia tricolore, ma con altre possibili candidature. L’avvocato Ranieri ha ufficializzato il tutto quando si è accorto di avere una forza importante che convergeva sul suo nome abbandonando quel tavolo politico fatto d’ipocrisia e di stupida scaltrezza. Il motto scelto per questa campagna elettorale è: Rialzati Terzigno. Nello specifico ci ha comunicato anche chi è seduto al suo tavolo, chi lo sosterrà in quest’avventura entusiasmante. Oltre all’ex assessore Giuseppe De Simone ci sono gli altri due consiglieri silurati dall’ultima amministrazione: Antonio Vaiano e Antonio Pisacane. In una lista civica è prevista la presenza di giovani di belle speranze che si affacciano per la prima volta sulla scena politica come Antonio Mosca, esponente locale di Fratelli d’Italia, Biagio Ferraro e Tonia Langella. In particolare cita anche il ritorno di Raffaele Librone e di tantissimi altri amici che stanno riponendo in lui fiducia. Nella nostra chiacchierata gli chiedo chi secondo lui è il vero rivale e a chi teme di più, beh la riposta era forse quella che ci si attendeva, ma ci stupisce dicendo che al momento le candidature ufficiali che conoscono sono solo quelle di Serafino Ambrosio e della penta stellata Lina Panfilo, due giovanissimi che nutrono gli stessi ottimi sentimenti per il nostro territorio. Il paese ci dichiara l’avvocato deve avere una nuova classe dirigente che incominci a ragionare seriamente sulle reali problematiche del territorio, ci conferma oltre modo che tutti i programmi elettorali sono il copia e incolla di tanti anni di pressapochismo, ma ciò che ritiene più giusto è che la nostra comunità necessiti urgentemente di un rinnovamento culturale e incominci ad allinearsi ai comuni viciniori, anche perché siamo deficitarii in tante cose. Affronta poi con decisione il difficile tema dei giovani e la politica. L’idea è quella che senza uno sradicamento della vecchia classe dirigente, sarà difficile accostare i giovani alla politica, ed è per questo che le sue liste sono composte dalla maggior parte di giovani, che hanno un interesse comune, ossia quello di risollevare le sorti del nostro caro e amato paese. La discussione diventa interessante quando si affronta anche la problematica del forum dei giovani. Un forum che era nato con un pasticcio enorme, dalla compilazione delle schede, dall’apertura di nuovo delle liste, dalla richiesta di non prevedere l’ingresso di esponenti politici locali, richiesta poi cancellata. Idea partorita da un gruppo apolitico che dopo l’intromissione di esponenti politici si è fatta da parte per non farsi etichettare come membri che appoggiano una determinata fazione politica. Su quest’argomento, l’avvocato Ranieri ci dichiara che il forum ha visto la luce grazie anche all’impegno profuso da tanti giovani, anche d’ideologie diverse e con l’ottimo lavoro svolto da un assessore giovane, eletto proprio nel 2010 nella lista di MPA che sosteneva all’epoca la sua candidatura a sindaco, Armando Casillo. Questa nuova nascita è un segnale che la cittadina vesuviana vuole scrollarsi di dosso l’alone di tristezza che lo avvolge. Terminiamo questa nostra chiacchierata chiedendo di fare un appello ai cittadini di Terzigno. Credo inizia l’avvocato, che sia la volta buona. Terzigno reclama un rinnovamento sotto ogni punto di vista. Le scelte ci sono. La mia, continua Ranieri, viene da anni di esperienza, da una vita imperniata nel sociale. Fui messo alla porta proprio per la mia onestà e la dedizione alla gente e alle problematiche del paese. Il sogno nel cassetto, finisce Francesco, è quello di dare al nostro paese una nuova classe dirigente, composta di giovani e da persone che possa ridare lustro a una cittadina piena di cultura e di storia. 

Pagina 4 di 6