Vota questo articolo
(1 Vota)

"Bisogna ridare dignità al territorio attraverso una bonifica totale delle periferie, senza perder altro tempo- è perentorio nel suo intervento il senatore Domenico Auricchio - nel suo appello lanciato agli amministratori terzignesi dai microfoni di Italiamia. L'ex primo cittadino di Terzigno rivolgendosi poi all'attuale sindaco Francesco Ranieri ha dichiarato:" io sono a sua completa disposizione per avviare un percorso comune, in sinergia affinché si possa liberare definitivamente il nostro territorio dai rifiuti accumulati nelle periferie che sono, in molti casi, frutto della lavorazione del tessile". Nell'intervista televisiva (che andrà in onda questa sera alle 21.30 su Italiamia canale 274) il senator Auricchio punta l'indice anche contro la Sogesid spa (società in house del ministero dell'ambiente) rea a detta del parlamentare di aver speso poco per le bonifiche del territorio, appena 1,2 milioni di euro e tanto per le consulenza circa 3,5 milioni di euro". Argomenti importanti che verranno trattati questa sera alle 21.30 durante la trasmissione Terra Mia, condotta da Genny Galantuomo nella quale saranno ospiti il sindaco di Terzigno, Francesco Ranieri -che preannuncerà l'avvio della bonifica di Cava Ranieri- e l'avvocato Mariarosaria Esposito dell'associazione " Di terra e di fuoco"- che ha recentemente condotto uno studio sull'incidenza sul territorio delle malattie correlate alla presenza dei rifiuti.

Vota questo articolo
(0 Voti)

“Siamo Sommesi nasce per unire. Unire tutti i cittadini di Somma Vesuviana e farli sentire appartenenti ad un’unica comunità, dove tutti sono presi in considerazione e diventano protagonisti dell’azione amministrativa, al di là della zona in cui si vive”. Così Giuseppe Sommese, promotore della civica “Siamo Sommesi”, che sosterrà la coalizione “Somma di idee” spiega il senso della sua iniziativa politica, in vista delle prossime elezioni amministrative dell’11 giugno. Continua Sommese: “Dobbiamo rimettere al centro il cittadino e le sue esigenze, farlo sentire partecipe di un progetto in cui la cultura, le tradizioni e l’identità della nostra città sono in cima ai pensieri di chi amministra. La distanza tra la collettività e la politica deve ridursi: si tratta, in questo senso, di proseguire un cammino già intrapreso nei precedenti mandati e che con “Siamo Sommesi” avrà un’accelerata significativa. Abbiamo lanciato questa lista per riscoprire il senso di comunità, il senso di appartenenza: vogliamo che la gente ritrovi l’orgoglio di sentirsi sommese”. Giuseppe Sommese ribadisce, poi, il sostegno al progetto di Peppe Nocerino, denominato “Somma di idee”: “Siamo sicuri che Somma di idee è la strada giusta per dare alla città un programma serio e concreto. L’impegno continua, siamo sommesi”

Lunedì, 10 Aprile 2017 10:29

Volla, la Marotta nominata assessore

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Giuseppa Marotta è il nuovo assessore con delega alle politiche sociali e alla pubblica istruzione di Volla. Nata a Pomigliano d'Arco, avvocato del Foro di Nola, la Marotta non ha mai rivestito incarichi politici ma ha acquisito esperienza nel campo sociale, grazie alla propria attività lavorativa e a una formazione all'interno della commissione 'pari opportunità', presso il Comune di Sant'Anastasia. “Abbiamo scelto Giusy Marotta perché rappresenta lo spirito di quest’amministrazione”, così il sindaco di Volla, Andrea Viscovo che spiega: “E' giovane, una 'quota rosa' che non ha esperienza politica ma competenza nel settore”. “La scelta – continua il primo cittadino – condivisa con la Giunta, è stata fatta con consapevolezza, rispettando i tempi giusti anche di questo momento storico- politico”. Buon lavoro quindi per questa nuova avventura.

Vota questo articolo
(2 Voti)

L’assessore Fernando Mughetto ha rassegnato ieri le proprie dimissioni nelle mani del sindaco per motivi personali. Con il decreto, datato 30 Giugno 2015, con il quale fu nominata la Giunta guidata dal sindaco Francesco Ranieri, furono attribuite al professor Mughetto le deleghe in materia di Politiche Sociali, Politiche Sanitarie, Rapporti con la CEE e Informatizzazione dell’Ente. Il sindaco Ranieri ha firmato, con la presa d’atto delle dimissioni dell’assessore uscente, un decreto di nomina per sostituire il dimissionario che ha lasciato per motivi personali e familiari. Alla presenza del presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe De Simone e del consigliere comunale Serafino Ambrosio è stato nominato assessore, con le stesse deleghe, Giuseppe Caputo, imprenditore 40enne di Terzigno. “L’assessore Mughetto – dichiara il sindaco Ranieri – ha svolto un lavoro egregio per il suo assessorato e per la Comunità. Sento l’obbligo di ringraziarlo a nome della Giunta e di tutta l’Amministrazione per il suo impegno nel difficile e impegnativo incarico. Nel contempo auguro al neo assessore Caputo un buon lavoro ed un benvenuto in Giunta”. Parole di apprezzamento e ringraziamento per l’assessore uscente anche dal consigliere comunale Serafino Ambrosio: “Fernando Mughetto, oltre ad essere un grande amico, è un’ottima persona ed ha lavorato molto bene, ricoprendo nel miglio modo possibile l’incarico nelle sue deleghe. Piena sintonia anche con il nuovo assessore Caputo, al quale, associandomi alle parole del sindaco, auguro un buon lavoro”.

Vota questo articolo
(6 Voti)

Terzigno, opposizione all'attacco contro l'inerzia di alcuni assessori della giunta Ranieri. È duro e sferzante l'attacco dell’opposizione che punta il dito contro gli stipendi, a loro dire, immeritati  che ricevono sindaco e membri della giunta comunale. Emolumenti che gravano sul bilancio comunale e sulle tasche di cittadini. A lanciare l'attacco con fermezza è il consigliere di minoranza Pasquale Ciaravola del gruppo “ Terzigno verso il futuro”, il politico, ci tiene a precisarlo,  più votato del gruppo di Forza Italia nell’ultima campagna elettorale. “ Alcuni di questi signori della politica percepiscono stipendi senza  dare un segno concreto della loro azione politica- dichiara l’ex assessore dell’era Auricchio- questi sono degli stipendi non meritati che paghiamo a  chi, praticamente,  non sta facendo nulla  per la nostra Terzigno. Non mi riferisco alla cifra che percepiscono, perché penso, continua Ciaravola,  sia in linea con le direttive impartite dal Ministero, ma perché questi signori non li meritano stante l'attuale situazione in cui versa il nostro paese. Dalla lista dei "colpevoli"- precisa Ciaravola- escludo l’assessore alla pubblica istruzione, Genny Falciano e l’assessore ai lavori pubblici, Franco Annunziata perché si stanno almeno adoperando proficuamente nel settore di competenza per il rilancio del Paese”. Verso chi punta il dito, l’ex assessore al commercio? " Inizio dal sindaco Ranieri, al vice-sindaco Nappo, al Presidente del consiglio comunale De Simone, agli assessori Mughetto e Boccia. Per queste persone gli stipendi sono immeritati, perché di fatto sono persone che non rendono un servizio adeguato, a fronte di quanto percepiscono, a favore del paese, ma purtroppo - termina Ciaravola-non lo possono ammettere, in questo modo, tuttavia ci stanno aiutando, facendosi una campagna elettorale basata sui loro madornali errori che sono ben visibili a tutti”.

Ultima modifica il Venerdì, 03 Marzo 2017 12:00
Mercoledì, 15 Febbraio 2017 10:31

Ottaviano, Amatore Sciesa nominato nuovo assessore

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

È Amatore Sciesa il nuovo assessore del Comune di Ottaviano, nominato dal sindaco Luca Capasso. 39 anni, Sciesa è stato indicato dal gruppo “Rinnovamento Ottavianese” e sostituisce Aniello Saviano, che ha presentato le dimissioni qualche giorno fa. Amatore Sciesa riceve le deleghe a sport, edilizia sportiva, turismo, rapporti con l’ente Parco Vesuvio, spettacolo, politiche giovanili, Informagiovani, Forum dei giovani, società partecipate, innovazione tecnologica. Spiega il neoassessore Sciesa: “Accetto questo incarico con entusiasmo: è un onore assumere un impegno politico per il proprio territorio e contribuire a migliorarlo”. Soddisfatto anche il capogruppo di “Rinnovamento Ottavianese”, Vincenzo Ranieri: “Amatore Sciesa darà un valido contributo all’amministrazione comunale e lavorerà in continuità con quanto fatto da Saviano”.

Vota questo articolo
(2 Voti)

Rinascita Civile Vesuviana offre assistenza professionale GRATUITA a tutti i cittadini sangiuseppesi che si sono visti recapitare cartelle esattoriali infondate per il pagamento dell'ICI 2011. Chiunque avesse bisogno di agire in autotutela, di proporre ricorso tributario o anche solo di richiedere semplici informazioni, può recarsi direttamente presso la sede di RcV, in Via Ceschelli 91, a San Giuseppe Vesuviano, tutti i martedì sera a partire dalle 21:10, oppure può telefonare ai seguenti numeri telefonici: 3396021248 - 338 584 3704. Ad intervenire sull'accaduto, è il vice-presidente di Rinascita Civile Vesuviana, Luigi Coppola: “Quello che è successo a San Giuseppe Vesuviano, con la notifica ad ignari cittadini di migliaia di avvisi di pagamento Ici totalmente infondati, è un vero e proprio scandalo. Noi di RcV ci mettiamo gratuitamente al servizio della cittadinanza per risolvere i problemi creati dal Comune. Tuttavia è molto grave che gli amministratori comunali tendano a minimizzare l'accaduto. Chi ripagherà i cittadini per le giornate perse per risolvere la situazione? Come farà chi ha già pagato e non trova più le ricevute del pagamento del 2011? Per non parlare del danno erariale creato dall'invio di raccomandate per avvisi in buona parte infondati”. Inoltre, nei prossimi giorni, Rinascita Civile Vesuviana si attiverà per tutelare i cittadini vessati da questo vero e proprio scandalo anche nelle opportune sedi legali: chi ha sbagliato deve pagare.

Vota questo articolo
(1 Vota)

La puntata di “Terra Mia” di questa sera si aprirà sulla scia di quella precedente: “l’anno che verrà” secondo i principali rappresentanti dell’area vesuviana. Dopo aver ospitato e dato spazio al mondo dell'associazionismo e del sociale, questa sarà la volta dei primi cittadini di Terzigno e San Giuseppe Vesuviano, rispettivamente Francesco Ranieri e Vincenzo Catapano, che saranno intervistati da Genny Galantuomo. Prospettive per il futuro dei paesi vesuviani dei progetti, dei piani e delle promesse da realizzare nel corso dell’anno, non solo all’interno del singolo paese di appartenenza ma in linea coesa con i comuni del distretto vesuviano. A seguire, all’interno della rubrica letteraria “parole per fare parole”, Antonella Bianco intervisterà Claudio Metallo, autore del libro Come una foglia al vento (Casa Sirio Editore). Un breve romanzo ambientato alla fine degli anni 80’ che, attraverso il suo protagonista, Peppe Blaganò, ci porta in viaggio tra la Calabria e la Colombia, offrendoci le immagini di gioia del calcio sudamericano mischiate a quelle cupe di una ‘ndrangheta che, come un’ombra, accompagnerà il personaggio principale per gran parte della storia. Spazio alla cultura anche con il lancio del servizio sulla Notte bianca del Liceo A. Diaz di Ottaviano, con la messa in onda del video realizzato dagli studenti della scuola. Seguiranno i consueti eventi in programma per la prossima settimana, segnalati da Giusy Coticella. Appuntamento per stasera su Italiamia (ch. 274 in Campania e ch. 187 nel Lazio) a partire dalle ore 22.30.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Si parlerà del Referendum alle porte e di quale sia davvero la scelta migliore: ospiti di Genny Galantuomo saranno Francesco Ranieri, primo cittadino di Terzigno, e Vincenzo Aquino, consigliere comunale e leader del Pd di Terzigno. I due avvocati esporranno le loro opposte motivazioni sulle linee da seguire nell’imminente Referendum costituzionale. Dal piano nazionale si ritornerà poi alla realtà locale, affrontando temi quali il recupero del sito archeologico di Terzigno e la questione Proprietà Contaldi, acquistata qualche anno fa dal Comune, per essere adibita ad eventuale zona verde al centro del paese, ma finita inspiegabilmente nelle liste di un project financing. Durante la puntata verrnno inoltre mandati in onda i servizii relativi alle donazioni dei terzignesi ai terremotati di Ussita ed alla recente affermazione del dinamico hair stylist Marco Auricchio divenuto campione italiano di taglio maschile la scorsa settimana. Nello spazio dedicato alla cultura curato da Antonella Bianco, Gianluca Servino presenterà il suo primo libro “La visione di Ben”. Un romanzo sull’amore e sulle sue conseguenze: cosa realmente accade quando due persone si lasciano, l’apparente impossibilità ad innamorarsi di nuovo, il suo tramutarsi in sesso occasionale, la fuga da se stessi e dai luoghi del cuore che non cambia le cose dentro. Seguiranno gli eventi campani selezionati da Giusy Coticella e i consueti intermezzi recitati da Mariograzio Balzano. Appuntamento per stasera alle, ore 22.20 su Italiamia (ch.274 Campania, ch. 187 Lazio)

Mercoledì, 21 Settembre 2016 11:15

Città Metropolitana di Napoli, presentate le liste

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

E’ scaduto ieri il termine di presentazione delle liste per l’elezione del Consiglio Metropolitano. Al dott. Meola, responsabile dell’Ufficio elettorale sono pervenute le seguenti liste: Forza Italia, Napoli Popolare, Noi Sud, Movimento 5 Stelle, Lista Con De Magistris e Partito Democratico. Diversi i candidati dell’area vesuviana, tra cui il primo cittadino di Palma Campania Vincenzo Carbone, inserito nella lista Noi Sud, stessa lista per il consigliere di maggioranza del comune di Terzigno, Antonio Vaiano e quello di Boscoreale, Ciro Raiola. I consiglieri Carillo e Cozzolino di San Giuseppe Vesuviano rafforzano le fila del partito caro a Berlusconi così come Antonio Mappa della vicina Boscoreale. Nel Movimento 5 Stelle c’è la dott.ssa Silvana Nappi, già candidata alla carica di sindaco nella vicina San Gennaro Vesuviano. Incontriamo Stefano Abilitato, già consigliere comunale a Torre del Greco nel gruppo consiliare di Forza Italia. “La mia candidatura nella lista di Forza Italia, risponde alla scelta del partito di valorizzare la competenza, la rappresentatività territoriale, la tenacia e l'impegno di giovani che come me intendono apportare concretamente un contributo all'intera area metropolitana, contribuendo a dare una svolta decisiva a un ente che ha bisogno di un reale cambiamento”. “Credo molto nelle sinergie su tutti i livelli, continua Abilitato, per questo ho deciso di scendere in campo con l'intenzione di coinvolgere tutti i giovani amministratori che come me sono animati da passione politica e amore per la propria terra, per dare una svolta reale e concreta nel modo di fare politica; con spirito di gruppo e leale cooperazione vorrei, insieme con voi, affrancarmi dall'atavico sistema politico ancora troppo lontano dai territori, aderire al mio progetto significa sposare un'idea innovativa dove la tenace collaborazione di un gruppo compatto, nel pieno espletamento di ogni competenza e personalità possa relazionarsi con i diversi comuni dell'area metropolitana così da valorizzare tutte le potenzialità e tutti i singoli territori ”. “Rilanciare l'intera provincia di Napoli, finisce il candidato, dirigendola un futuro ove assume un ruolo primario nella dimensione comunitaria, rappresenta per me un’occasione ineludibile per la quale chiedo il vostro sostegno e la vostra rappresentanza".

Pagina 1 di 5