Futsal Terzigno, che beffa! Il Sulmona pareggia a 20 secondi dalla fine. In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Sports Letto 102 volte

Terzigno: Menzione,Stiano, Caliendo, Campolongo Mennella, Sub. Pazzi e Iovino. A disp. Pagano, Nunziata e Pappalardo. All. Miele

Sulmona: Berardi, Villa, Di Matteo, Marlon, Santoro. A disp: Ricci, Di Marco, De Vincentis, Biancofiore. All. Ricci

Reti: 19'pt Pazzi (rig) 20'st. Di Matteo Arbitri: Pavia di Ostia e Ferro di Policoro Note: espulso Caliendo al 8'. Spettatori 250 circa.

Terzigno. Finisce in parità il big match del quarto turno del campionato di serie B girone F tra il Futsal Terzigno ed il Sulmona con il risultato di 1-1. Un match tiratissimo e combattuto palla su palla, corpo a corpo che ha deliziato gli oltre 200 spettatori assiepati sui gradoni del palasport Falcone Borsellino di Terzigno. La gara vede protagonisti indiscussi i due portieri Menzione per vesuviani e Berardi per gli abruzzesi che in almeno 3 occasioni strozzano l'urlo del gol agli avversari. La gara inizia con gli uomini di Ricci che cercano di imporre il ritmo alla gara puntando sul costante giro palla attraverso le giocate del brasilano Marlon e dell'indemoniato Di Matteo. È bravo Menzione in due occasioni a togliere le castagne del fuoco. Il Terzigno che deve rinunciare per infortunio a Galinanes e Mele punta tutto sull'assetto tattico dettato dal tecnico Mele trovando in Campolongo e Mennella sicuri punto di riferimento nella fase di rimessa e contropiede. Al 8' i rossoneri restano in inferiorità numerica per il rosso rimediato da Caliendo per eccesso di proteste. Nonostante i due minuti giocati in inferiorità numerica i ragazzi di Miele tengono bene il campo rischiando di capitolare solo al 10' quando è il palo a salvare Menzione su tiro di Villa. Ripristinata la parità numerica il Terzigno cerca l'affondo puntando sull'ariete Campolongo. La scelta è giusta perchè sarà proprio il bomber rossonero a procurarsi un fallo in area di rigore. Penalty che il glaciale Pazzi trasforma al 19' regalando gioia ed emozioni ai supporters rossoneri. Nella ripresa il Sulmona parte a testa bassa schierando sin dall'inizio il portiere di movimento, il Terzigno si mette a protezione della porta di Menzione che è superlativo prima su Santoro e poi si Marlon. Il Sulmona schiaccia i rossoneri nella propria metà campo, a 2 minuti dalla fine il Terzigno potrebbe raddoppiare ma è la traversa a negare la gioia del gol a Mennella. A 30 secondi dalla fine la doccia gelata per i rossoneri : Di Matteo sempre lui calcia un velenoso tiro dal limite dell'area sul quale nulla può nemmeno saracinesca Menzione. La gara termina in parità tra gli applausi dei calorosi supportes rossoneri. Terzigno e Sulmona restano appaiate a quota 10 in testa alla classifica. Bella immagine a fine partita quando i giocatori abruzzesi sono andati sotto al settore dei tifosi rossoneri ad applaudirli per l'encomiabile sostegno durante tutta la gara.