Vota questo articolo
(0 Voti)
Napoli «esplode di cultura, turismo e partecipazione popolare». È quanto dichiarato dal sindaco della città partenopea, Luigi de Magistris che, insieme all’assessore, Ciro Borriello e il presidente della IV Municipalità Perrella, è stato in via San Gregorio Armeno, la celebre starda dei presepi, in occasione dell’accensione delle luminarie. «Sono molto soddisfatto quest'anno - ha detto ancora il primo cittadino - più degli anni scorsi: c'è stata una grande intesa già da settembre, tra tanti operatori economici, commercianti, associazioni e, ovviamente, il Comune, tutti insieme per superare i 20 chilometri di strade della città da illuminare». De Magistris ha anche voluto ricordare che l'economia della città, «si consolida sempre più», un risultato frutto, «di tanto lavoro e tanta energia. Siamo contenti e lavoriamo ogni giorno per garantire maggiori servizi per la nostra città, come meritano i napoletani e i turisti».
Vota questo articolo
(0 Voti)

La giunta comunale di Ottaviano ha approvato il nuovo bilancio di previsione. Sono state adottate misure importanti e interventi a favore delle fasce deboli, dello sport, del sociale. Per esempio, le società e le associazioni sportive di Ottaviano che usufruiranno degli impianti sportivi pagheranno il 70% in meno rispetto alle tariffe ordinarie e tutti i cittadini pagheranno il 25% in meno la carta di identità elettronica (è stata eliminata la quota a carico del Comune). Inoltre, è stato avviato un piano di spending review che consentirà un risparmio significativo sui costi della carta, delle stampanti, delle utenze telefoniche ed elettriche e sulle altre spese dell’ente. Ancora: la mensa scolastica per le famiglie con reddito basso è gratis e sono stati accantonati fondi per la riqualificazione e la manutenzione di strade e scuole. Infine, con gli avanzi di amministrazione saranno rimesse a nuovo ancora altre strade. Soddisfatto il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso: “Devo ringraziare gli assessori Virginia Nappo, Paolo Iovino, Marilina Perna, Salvatore Rianna e Amatore Sciesa: abbiamo lavorato tutti insieme, ancora una volta, per i cittadini e per Ottaviano”.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Minori, accoglienza dei migranti, lavoro e giovani. Sono questi i temi su cui verterà l'incontro con Emma Bonino, leader di +Europa, lista nata per supportare il Movimento Radicale italiano in occasione delle prossime elezioni politiche del 4 marzo. Un momento di confronto con i giovani e i rappresentanti del mondo del Terzo Settore, con i protagonisti di quel cambiamento che proprio da certe zone della città è partito in maniera decisa e inesorabile. Il sociale come punto di incontro e di confronto, dunque, partendo da temi di stringente attualità che aspettano risposte immediate e concrete. All'incontro, organizzato da Giuseppe Scognamiglio, candidato nel listino plurinominale di +Europa, parteciperanno, oltre a Emma Bonino, anche Marco Rossi Doria e Paolo Siani, candidati nelle liste del partito democratico. Un dibattito costruttivo, un momento di confronto con alcuni rappresentanti della coalizione di centro-sinistra che punta a dare maggiore stabilità al nostro paese partendo da temi concreti e attuali. Alla mattinata è prevista la presenza di una rappresentativa di Sanitansamble orchestra giovanile made in rione Sanità.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Palma Campania, il M5S programma il futuro

Domenica, 15 Ottobre 2017 20:48 Scritto da

La città di Palma Campania si prepara per le elezioni amministrative previste per il prossimo anno. Dopo la riunione organizzativa tenutasi la settimana scorsa, per il partito simpatizzante al Movimento 5 Stelle, sono stati nominati i seguenti portavoci l’avv. Martino Gragnianiello, il prof. Giulio Bellucci e il dott. Mario Enrico, i quali stanno programmando e stilando il programma elettorale. Al meet up tenutosi nella città del Carnevale, erano presenti anche il senatore Sergio Puglia e il consigliere regionale Luigi Cirillo. Gli obiettivi- dichiarano i porta voci- è programmare, per dare un segnale per il futuro della città di Palma Campania. Un programma basato sulle esigenze del popolo, stilato in democrazia partecipata con obiettivi ben chiari e precisi. Il commercio e l’immigrazione saranno i punti forti del programma senza tralasciare ogni aspetto, in ogni settore per il bene di Palma Campania. Nelle prossime riunioni organizzative del Movimento sarà deciso, con ogni probabilità, il candidato sindaco che concorrerà per le prossime amministrative.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Michele Caiazzo, una vita a sinistra

Giovedì, 14 Settembre 2017 15:21 Scritto da

Continuiamo le nostre interviste chiacchierate davanti a un buon caffè e incontro Michele Caiazzo, già sindaco della città di Pomigliano d’arco ma soprattutto un militante politico di sinistra che ha un'intolleranza altissima verso le ingiustizie. A soli quattordici anni si è iscritto e ha militato nella F.G.C.I. (Federazione Giovanile Comunista Italiana), è poi transitato nel Partito Comunista Italiano, ha continuato la carriera politica prima nelle file del P.D.S., poi è transitato prima con i Democratici Sinistra, poi nel Partito Democratico e ora con Articolo UNO per costruire una moderna forza di sinistra in Italia. Michele, chi è il tuo modello politico e perché? Ti posso citare tante persone da Berlinguer al Presidente della Repubblica Sandro Pertini a Martin Luther King, a Salvator Allende a Pietro Ingrao, tutti personaggi di spicco del mondo politico che si sono impegnati per i diritti e la giustizia sociale. Che cosa rappresenta per te la “ festa dei lavoratori”? “L'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”, è questo il cuore del progetto di Articolo UNO ed è per questo che la festa si chiama FESTALAVORO&DIRITTI. Se vedi il programma della manifestazione, ti rendi conto che tocca argomenti importanti in questo momento storico per il Paese. In che direzione vede il suo futuro e da chi si sente rappresentato? Beh, il futuro lo immagino come quello di una persona che dedica parte del suo tempo a rimettere in piedi una sinistra delle idee e degli ideali. Il tuo motto politico? Questo motto mi ha accompagnato nel mio percorso politico “Pensare globalmente, agire localmente”. Il tuo più grande progetto portato avanti? Le tante opere realizzate nel periodo 1995/2005 in cui sono stato sindaco di Pomigliano. La tua delusione politica? Politicamente ho ricevuto diverse delusioni, ma dalle delusioni s’impara a crescere e migliorare. Renzi o De Luca, chi butti giù dalla torre? Non li butto giù anche perché sono uscito dal PD e, poi, non hanno bisogno di aiuto. Che cosa rappresenta per te la città di Pomigliano d’Arco? Nonostante i colpi inferti dall'attuale regressione politico-culturale, resta una delle realtà migliori della conurbazione napoletana.