Allocca:"che fino hanno fatto i 52 mila euro per le spazzatrici?"

Scritto da  Redazione Pubblicato in Locale Letto 96 volte

SAVIANO. L’incuria del territorio è una situazione critica a Saviano, ragion per cui Giuseppe Allocca, candidato al consiglio comunale nella lista Progetto in Comune ha deciso di fare un accesso agli atti e un esposto alla Corte dei Conti per scoprire che fine hanno fatto le attrezzature finanziate al Comune di Saviano per tale scopo dalla Città Metropolitana con 52 mila euro. "L'emergenza ambientale di Saviano è una priorità del programma di Vincenzo Simonelli candidato sindaco di Saviano", spiega Giuseppe Allocca che si schiera in sui sostegno, “per questo nel programma abbiamo posto attenzione per migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti, la pulizia delle strade e per la tutela della salute e dei danni dai roghi illegali e dai problemi degli impianti fognari. Tra le ultime sciatterie dell'Amministrazione uscente - prosegue Allocca - la mancata utilizzazione delle spazzatrici e delle attrezzature acquistate lo scorso anno con un contributo a fondo perduto di 52 mila euro concesso dalla Città Metropolitana di Napoli per migliorare la raccolta differenziata. Per questa ragione ho esercitato l'accesso civico nei confronti degli Enti interessati per avere le dovute informazioni omesse sul sito comunale circa l'inusuale e misteriosa situazione e per conoscere i controlli post svolti dalla Città metropolitana a tutela degli interessi finanziari coinvolti, a meno che la natura dei contributi rispondano solo ad interventi a pioggia di sapore elettoralistico posto che all'epoca del trasferimento delle risorse sedevano nell'assise Metropolitana autorevoli figure oggi candidati al Consiglio regionale". Ma non soltanto, trattandosi di soldi pubblici Allocca nelle sue segnalazioni è andato oltre. “Forse qualche risposta la potranno dare con maggiore sollecitudine gli altri aspiranti Sindaci di Saviano”, conclude Allocca, “oggi protagonisti di un nuovo corso, fino a ieri della cessata Amministrazione. Intanto, ho ritenuto di dover interessare - conclude Allocca - anche la Procura Generale della Corte dei Conti per le autonome valutazioni".