Vota questo articolo
(6 Voti)

Terzigno, opposizione all'attacco contro l'inerzia di alcuni assessori della giunta Ranieri. È duro e sferzante l'attacco dell’opposizione che punta il dito contro gli stipendi, a loro dire, immeritati  che ricevono sindaco e membri della giunta comunale. Emolumenti che gravano sul bilancio comunale e sulle tasche di cittadini. A lanciare l'attacco con fermezza è il consigliere di minoranza Pasquale Ciaravola del gruppo “ Terzigno verso il futuro”, il politico, ci tiene a precisarlo,  più votato del gruppo di Forza Italia nell’ultima campagna elettorale. “ Alcuni di questi signori della politica percepiscono stipendi senza  dare un segno concreto della loro azione politica- dichiara l’ex assessore dell’era Auricchio- questi sono degli stipendi non meritati che paghiamo a  chi, praticamente,  non sta facendo nulla  per la nostra Terzigno. Non mi riferisco alla cifra che percepiscono, perché penso, continua Ciaravola,  sia in linea con le direttive impartite dal Ministero, ma perché questi signori non li meritano stante l'attuale situazione in cui versa il nostro paese. Dalla lista dei "colpevoli"- precisa Ciaravola- escludo l’assessore alla pubblica istruzione, Genny Falciano e l’assessore ai lavori pubblici, Franco Annunziata perché si stanno almeno adoperando proficuamente nel settore di competenza per il rilancio del Paese”. Verso chi punta il dito, l’ex assessore al commercio? " Inizio dal sindaco Ranieri, al vice-sindaco Nappo, al Presidente del consiglio comunale De Simone, agli assessori Mughetto e Boccia. Per queste persone gli stipendi sono immeritati, perché di fatto sono persone che non rendono un servizio adeguato, a fronte di quanto percepiscono, a favore del paese, ma purtroppo - termina Ciaravola-non lo possono ammettere, in questo modo, tuttavia ci stanno aiutando, facendosi una campagna elettorale basata sui loro madornali errori che sono ben visibili a tutti”.

Ultima modifica il Giovedì, 17 Gennaio 2019 12:57
Mercoledì, 15 Febbraio 2017 10:31

Ottaviano, Amatore Sciesa nominato nuovo assessore

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

È Amatore Sciesa il nuovo assessore del Comune di Ottaviano, nominato dal sindaco Luca Capasso. 39 anni, Sciesa è stato indicato dal gruppo “Rinnovamento Ottavianese” e sostituisce Aniello Saviano, che ha presentato le dimissioni qualche giorno fa. Amatore Sciesa riceve le deleghe a sport, edilizia sportiva, turismo, rapporti con l’ente Parco Vesuvio, spettacolo, politiche giovanili, Informagiovani, Forum dei giovani, società partecipate, innovazione tecnologica. Spiega il neoassessore Sciesa: “Accetto questo incarico con entusiasmo: è un onore assumere un impegno politico per il proprio territorio e contribuire a migliorarlo”. Soddisfatto anche il capogruppo di “Rinnovamento Ottavianese”, Vincenzo Ranieri: “Amatore Sciesa darà un valido contributo all’amministrazione comunale e lavorerà in continuità con quanto fatto da Saviano”.

Vota questo articolo
(2 Voti)

Rinascita Civile Vesuviana offre assistenza professionale GRATUITA a tutti i cittadini sangiuseppesi che si sono visti recapitare cartelle esattoriali infondate per il pagamento dell'ICI 2011. Chiunque avesse bisogno di agire in autotutela, di proporre ricorso tributario o anche solo di richiedere semplici informazioni, può recarsi direttamente presso la sede di RcV, in Via Ceschelli 91, a San Giuseppe Vesuviano, tutti i martedì sera a partire dalle 21:10, oppure può telefonare ai seguenti numeri telefonici: 3396021248 - 338 584 3704. Ad intervenire sull'accaduto, è il vice-presidente di Rinascita Civile Vesuviana, Luigi Coppola: “Quello che è successo a San Giuseppe Vesuviano, con la notifica ad ignari cittadini di migliaia di avvisi di pagamento Ici totalmente infondati, è un vero e proprio scandalo. Noi di RcV ci mettiamo gratuitamente al servizio della cittadinanza per risolvere i problemi creati dal Comune. Tuttavia è molto grave che gli amministratori comunali tendano a minimizzare l'accaduto. Chi ripagherà i cittadini per le giornate perse per risolvere la situazione? Come farà chi ha già pagato e non trova più le ricevute del pagamento del 2011? Per non parlare del danno erariale creato dall'invio di raccomandate per avvisi in buona parte infondati”. Inoltre, nei prossimi giorni, Rinascita Civile Vesuviana si attiverà per tutelare i cittadini vessati da questo vero e proprio scandalo anche nelle opportune sedi legali: chi ha sbagliato deve pagare.

Vota questo articolo
(1 Vota)

La puntata di “Terra Mia” di questa sera si aprirà sulla scia di quella precedente: “l’anno che verrà” secondo i principali rappresentanti dell’area vesuviana. Dopo aver ospitato e dato spazio al mondo dell'associazionismo e del sociale, questa sarà la volta dei primi cittadini di Terzigno e San Giuseppe Vesuviano, rispettivamente Francesco Ranieri e Vincenzo Catapano, che saranno intervistati da Genny Galantuomo. Prospettive per il futuro dei paesi vesuviani dei progetti, dei piani e delle promesse da realizzare nel corso dell’anno, non solo all’interno del singolo paese di appartenenza ma in linea coesa con i comuni del distretto vesuviano. A seguire, all’interno della rubrica letteraria “parole per fare parole”, Antonella Bianco intervisterà Claudio Metallo, autore del libro Come una foglia al vento (Casa Sirio Editore). Un breve romanzo ambientato alla fine degli anni 80’ che, attraverso il suo protagonista, Peppe Blaganò, ci porta in viaggio tra la Calabria e la Colombia, offrendoci le immagini di gioia del calcio sudamericano mischiate a quelle cupe di una ‘ndrangheta che, come un’ombra, accompagnerà il personaggio principale per gran parte della storia. Spazio alla cultura anche con il lancio del servizio sulla Notte bianca del Liceo A. Diaz di Ottaviano, con la messa in onda del video realizzato dagli studenti della scuola. Seguiranno i consueti eventi in programma per la prossima settimana, segnalati da Giusy Coticella. Appuntamento per stasera su Italiamia (ch. 274 in Campania e ch. 187 nel Lazio) a partire dalle ore 22.30.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Si parlerà del Referendum alle porte e di quale sia davvero la scelta migliore: ospiti di Genny Galantuomo saranno Francesco Ranieri, primo cittadino di Terzigno, e Vincenzo Aquino, consigliere comunale e leader del Pd di Terzigno. I due avvocati esporranno le loro opposte motivazioni sulle linee da seguire nell’imminente Referendum costituzionale. Dal piano nazionale si ritornerà poi alla realtà locale, affrontando temi quali il recupero del sito archeologico di Terzigno e la questione Proprietà Contaldi, acquistata qualche anno fa dal Comune, per essere adibita ad eventuale zona verde al centro del paese, ma finita inspiegabilmente nelle liste di un project financing. Durante la puntata verrnno inoltre mandati in onda i servizii relativi alle donazioni dei terzignesi ai terremotati di Ussita ed alla recente affermazione del dinamico hair stylist Marco Auricchio divenuto campione italiano di taglio maschile la scorsa settimana. Nello spazio dedicato alla cultura curato da Antonella Bianco, Gianluca Servino presenterà il suo primo libro “La visione di Ben”. Un romanzo sull’amore e sulle sue conseguenze: cosa realmente accade quando due persone si lasciano, l’apparente impossibilità ad innamorarsi di nuovo, il suo tramutarsi in sesso occasionale, la fuga da se stessi e dai luoghi del cuore che non cambia le cose dentro. Seguiranno gli eventi campani selezionati da Giusy Coticella e i consueti intermezzi recitati da Mariograzio Balzano. Appuntamento per stasera alle, ore 22.20 su Italiamia (ch.274 Campania, ch. 187 Lazio)

Mercoledì, 21 Settembre 2016 11:15

Città Metropolitana di Napoli, presentate le liste

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

E’ scaduto ieri il termine di presentazione delle liste per l’elezione del Consiglio Metropolitano. Al dott. Meola, responsabile dell’Ufficio elettorale sono pervenute le seguenti liste: Forza Italia, Napoli Popolare, Noi Sud, Movimento 5 Stelle, Lista Con De Magistris e Partito Democratico. Diversi i candidati dell’area vesuviana, tra cui il primo cittadino di Palma Campania Vincenzo Carbone, inserito nella lista Noi Sud, stessa lista per il consigliere di maggioranza del comune di Terzigno, Antonio Vaiano e quello di Boscoreale, Ciro Raiola. I consiglieri Carillo e Cozzolino di San Giuseppe Vesuviano rafforzano le fila del partito caro a Berlusconi così come Antonio Mappa della vicina Boscoreale. Nel Movimento 5 Stelle c’è la dott.ssa Silvana Nappi, già candidata alla carica di sindaco nella vicina San Gennaro Vesuviano. Incontriamo Stefano Abilitato, già consigliere comunale a Torre del Greco nel gruppo consiliare di Forza Italia. “La mia candidatura nella lista di Forza Italia, risponde alla scelta del partito di valorizzare la competenza, la rappresentatività territoriale, la tenacia e l'impegno di giovani che come me intendono apportare concretamente un contributo all'intera area metropolitana, contribuendo a dare una svolta decisiva a un ente che ha bisogno di un reale cambiamento”. “Credo molto nelle sinergie su tutti i livelli, continua Abilitato, per questo ho deciso di scendere in campo con l'intenzione di coinvolgere tutti i giovani amministratori che come me sono animati da passione politica e amore per la propria terra, per dare una svolta reale e concreta nel modo di fare politica; con spirito di gruppo e leale cooperazione vorrei, insieme con voi, affrancarmi dall'atavico sistema politico ancora troppo lontano dai territori, aderire al mio progetto significa sposare un'idea innovativa dove la tenace collaborazione di un gruppo compatto, nel pieno espletamento di ogni competenza e personalità possa relazionarsi con i diversi comuni dell'area metropolitana così da valorizzare tutte le potenzialità e tutti i singoli territori ”. “Rilanciare l'intera provincia di Napoli, finisce il candidato, dirigendola un futuro ove assume un ruolo primario nella dimensione comunitaria, rappresenta per me un’occasione ineludibile per la quale chiedo il vostro sostegno e la vostra rappresentanza".

Vota questo articolo
(2 Voti)

In questi giorni d’agosto l’amministrazione comunale terzignese guidata da Francesco Ranieri ha programmato delle attività di manutenzione per la Piazzetta Miranda. Uno dei luoghi di ritrovo di tanti giovani terzignesi che da tempo versava in condizioni di abbandono. L'assessore competente, Vincenzo Ranieri ci ha assicurato che l’opera di cambiamento tanto declamata in campagna elettorale sta partendo e questo è uno dei primi segnali. “ Siamo sulla griglia di partenza- esordisce l’assessore- dare un volto nuovo alla nostra città, Piazzetta Miranda è solo l’inizio di un progetto di riqualificazione del decoro urbano su tutto il territorio”. Uno dei punti all’ordine del giorno previsti per il prossimo consiglio comunale sarà la proposta di riqualificazione del territorio e il ripristino di tratti stradali. “ La burocrazia è lenta, continua l’assessore, ma noi vogliamo il cambiamento reale e non vogliamo essere espressione di quella politica che vive di spot e propaganda". In questi giorni è stato diffuso un comunicato stampa di chi si appropriava della legittimità dell’opera, ma l’assessore Ranieri ha precisato “ chi è stato il promotore della riqualificazione del decoro urbano è il gruppo di consiglieri formato da Carillo e Bonavita con la mia fattiva partecipazione. Adesso, chiedo soltanto pazienza ai cittadini, quello che posso garantire è che daremo molte risposte, noi, continua ancora l'assessore Vincenzo Ranieri, stiamo lavorando per questo processo di crescita e sviluppo, il percorso è duro, perché bisogna guardare in tante direzioni, ma ripeto, noi vogliamo il cambiamento, una sana e attenta programmazione è il mio credo di far politica”.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Un appalto per la realizzazione di nuovi ossari all’interno del cimitero di Palma Campania è ufficialmente partito nella giornata odierna. Facendo seguito ad un impegno preso con i propri cittadini, l’amministrazione comunale è pronta a recepire proposte da parte di operatori economici dotati dei requisiti richiesti per l’aggiudicazione della gara. Contestualmente, un altro appalto è stato lanciato per i lavori di adeguamento strutturale e sismico all’edificio che ospita gli alunni della Scuola media “Vincenzo Russo” di via Trieste. La scadenza è fissata per 12 settembre per il bando legato agli ossari, mentre è fissata per l’8 dello stesso mese per quello relativo ai lavori alla scuola media. Tutte le informazioni necessarie a chi fosse interessato a partecipare sono contenute nei file pubblicati sul portale istituzionale del comune di Palma Campania. Il sindaco Carbone fa il punto della situazione: «Siamo finalmente riusciti – spiega il primo cittadino – a portare a termine un tortuoso iter destinato alla soluzione di due delicate problematiche come quella della realizzazione di nuovi ossari all’interno del nostro cimitero, e la ristrutturazione della scuola media Vincenzo Russo. Due opere a cui abbiamo lavorato a lungo, al fine di trovare la soluzione più adeguata per la loro realizzazione. Siamo consapevoli, soprattutto per ciò che concerne i nuovi ossari, di aver fatto attendere i cittadini oltre le loro aspettative, ma ora siamo certi che, alla scadenza del bando, potremo contare, chiunque si aggiudicherà la realizzazione dei lavori, su un’opera adeguata all’enorme valore, non solo materiale, ma anche e soprattutto spirituale, che un cimitero riveste all’interno di una comunità. Ancora un po’ di pazienza e le esigenze della nostra gente saranno soddisfatte. Stesso discorso per la scuola media Vincenzo Russo, bisognosa di interventi di ristrutturazione che la tengano in linea con gli standard di sicurezza imposti dalla legge. Anche su questo punto, non ci siamo fatti trovare impreparati e, già nella prima metà del mese di settembre, avremo il nome della ditta che si incaricherà dei lavori. Come già dimostrato in occasione del restyling della palestra del primo circolo a via Municipio, la mia amministrazione ha a cuore la piena efficienza e la funzionalità delle strutture nelle quali si svolge l’attività dei ragazzi».

Vota questo articolo
(2 Voti)

Le immagini delle fiamme che nei giorni scorsi hanno divorato la pineta di Terzigno e buona parte del versante vesuviano del parco Nazionale del Vesuvio hanno lasciato un segno indelebile nella memoria dei cittadini vesuviani che avvertono un senso di impotenza di fronte a quella che sta diventando una vera e propria emergenza incendi. Anche nella giornata di ieri una lunga colonna di fumo si levava dalla pineta vesuviane in prossimità di Tenuta Giugliano, credano allarmismo tra soccorritori e cittadinanza. Le fiamme ardendo hanno bruciato speranze lacerando e ferito nell'intimo tutti quei vesuviani che nel parco del Vesuvio si identificano. Dagli uomini delle istituzioni come il sindaco di Terzigno Francesco Ranieri ed il presidente Agostino Casillo sono arrivati segnali importanti di impegno costante per fronteggiare una emergenza che tutti sperano possa essere ormai essere consegnata alle pagine del passato. Anche Il Comitato Armando Diaz di Terzigno tramite il suo presidente Michele Sepe ha voluto fornire il proprio contributo, sensibilizzando gli amministratori attraverso un'interrogazione presentata al Comune di Terzigno per chiedere all'Ente chiarimenti sul grave disastro ambientale che ha colpito il nostro territorio. L'interrogazione è stata indirizzata al sia Sindaco di Terzigno Ranieri che al Presidente del Parco Vesuvio Agostino Casillo per avere risposte (per quegli aspetti che sono di specifica competenza ovviamente) relativamente agli eventi e per sapere se:

-la magistratura ha aperto un fascicolo per indagare sulla vicenda e se ci sono già nomi iscritti nel registro degli indagati;

-il comune e l'ente parco chiederanno un sostegno al ministero dell'ambiente e al ministero della salute;

- perché l'acqua durante le operazioni di soccorso è stata presa nella vasca del Pianilo per poi cambiare "rotta" dopo la denuncia del giornalista del Vesuviano Francesco Servino e dall'attivista Mimmo Russo

- nelle zone colpite dall'incendio verrà fatta una bonifica.

Oltre ai 4 punti la lettera, a firma del giovane presidente Michele Sepe, si conclude con un appello rivolto alla cittadinanza oltre che alle istituzioni : IL NOSTRO PAESE PIÙ CHE MAI HA BISOGNO DI UNITÀ E SOPRATTUTTO CONOSCERE LA VERITÀ!

Vota questo articolo
(1 Vota)

Il consiglio comunale di Ottaviano ha approvato, all’unanimità, l’adesione al consorzio “Gal Vesuvio Verde”, la rete composta da Comuni, Parco nazionale del Vesuvio ed altre realtà dell’area vesuviana che avrà il compito di individuare azioni di sviluppo, condivise e partecipate, del territorio vesuviano. In modo particolare, il “Gal Vesuvio Verde” parteciperà al bando per la selezione e l’attuazione dei Piani di Azione Locale nell’ambito del PSR Campania 2014-2020 (decreto regionale dirigenziale n. 19 del 20 maggio 2016, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania numero 32 del 23/05/2016). Il PSR della Campania 2014-2020, infatti, ha previsto la misura 19, denominata “Sviluppo locale di tipo partecipativo”, che contempla proprio che la gestione dei progetti di sviluppo sia effettuata da Gruppi di Azione Locali (Gal), composti da rappresentanti degli interessi socio-economici locali sia pubblici che privati. Il consiglio comunale di Ottaviano è il primo, tra tutti i Comuni della zona vesuviana, ad aver adottato la delibera di adesione a “Vesuvio Verde”. Spiega il presidente del consiglio comunale Biagio Simonetti: “Il voto unanime è un dato importante: dimostra che l’intera assemblea crede in questo importante strumento di sviluppo. Ci aspettiamo, ora, che gli altri enti approvino l’adesione in modo da lavorare tutti insieme per la crescita del territorio”

Pagina 2 di 6