Poche città sono collegate da sempre al concetto di buon umore e sorriso come Napoli: una straordinaria comunità che ha la capacità di infondere il sorriso nei suoi visitatori e che, non a caso, ha regalato alcuni tra più grandi artisti del sorriso, in musica, teatro e cinema. Ecco perché Napoli è il luogo ideale per festeggiare l’arrivo del nuovo SuperEnalotto, nella giornata di sabato 30 gennaio 2016 per l’evento intitolato LA CITTÀ DEL SORRISO, che si estenderà nelle centralissime Via Toledo, Piazza San Domenico Maggiore e Piazza Dante, interamente dedicate a una miriade di iniziative tutte legate al concetto di sorriso e buon umore. Il momento clou dell’intero evento inizierà alle ore 19.00 circa, quando sul palco allestito nella storica Piazza Dante Gigi e Ross, già padroni di casa di Made In Sud, condurranno uno show inedito che unirà la passione per la musica al sorriso e al divertimento. A seguire, Archimia, quartetto di archi che unisce la disciplina della musica classica all'estro e alla fantasia della musica pop e jazz, proporrà un omaggio alla musica dei Pooh. Oltre agli Archimia sarà protagonista della serata anche Gigi Finizio, il più amato degli interpreti partenopei che ripercorrerà le tappe salienti della sua carriera, dai brani sanremesi fino ai duetti con Lucio Dalla e Gigi D’Alessio. In attesa del grande evento serale, inoltre, la città di Napoli si trasformerà nella Città del Sorriso sin dalle prime ore del pomeriggio, quando alle ore 16.00 in Piazza San Domenico Lucilla Nele, speaker emergente dell'etere napoletano, presenterà i giovani talenti della tradizione napoletana come Tommaso Primo, cantautore partenopeo cliccatissimo in rete, Loredana Daniele, nipote dell’indimenticabile Pino, che proporrà le canzoni del suo primo album, oltre a un omaggio allo zio rileggendo canzoni come Yes I know my way, Quando, Donna Cuncetta, solo per citarne alcune. Sul palco saliranno anche Peppe Oh, figura di spicco della nuova scena hip hop campana, Fede 'N' Marlen, l’originale duo formato da fisarmonica e chitarra folk e i Riva che raccontano con raffinata leggerezza la vita dei trentenni d’oggi. Nella Città del Sorriso non poteva mancare lo spazio alla comicità pura che vedrà salire sul palco di Via Toledo il cabarettista napoletano attualmente protagonista di Colorado Cafè, Michele Caputo, che proporrà, con la partecipazione di otto giovani cabarettisti, una versione originale della kermesse teatrale Komikamente.

Una settimana tutta dedicata alla bellezza e al make-up. Perché prendersi cura di se stesse e del proprio corpo, nonostante la malattia, aiuta ad affrontare meglio le terapie, accresce l’autostima e agevola il percorso di cura. ACTO onlus - Alleanza contro il Tumore Ovarico, in partnership con Youngblood Mineral Cosmetics e con il supporto di Roche, invita le donne con tumore ovarico, il più insidioso e meno conosciuto dei tumori femminili, a partecipare a Sguardi d’energia, campagna itinerante nei principali centri oncologici nazionali, che offre un programma di make-up personalizzato. Dopo il successo del 2015 che ha visto la partecipazione di oltre 360 pazienti nelle due tappe di Milano, di Roma e di Bari, Napoli ospita il quinto appuntamento della campagna, che si svolgerà dal 1 al 5 febbraio all’interno dell’Istituto Nazionale Tumori - IRCCS “Fondazione G. Pascale”, uno dei centri di eccellenza a livello internazionale nel trattamento di questo tumore. Nel corso della settimana le pazienti potranno prenotare una seduta di make-up della durata di un’ora. «“Sguardi d’energia” arriva a Napoli con un rinnovato entusiasmo dopo gli enormi successi riscossi nel 2015, dove l’intero calendario degli appuntamenti è stato riempito con un ‘tutto esaurito’ da parte delle donne che, devo dire, hanno aderito con una forza, un’allegria e un ottimismo che non ci aspettavamo – afferma Nicoletta Cerana, Presidente di ACTO onlus – i sorrisi che abbiamo visto su quei volti ci hanno commosso e ci hanno convinti a proseguire nella nostra iniziativa. Ci siamo resi conto, nel corso di questa bellissima esperienza, di offrire qualcosa di veramente importante alle pazienti, qualcosa che può aiutarle davvero a migliorare la propria qualità di vita; forse una piccola cosa, un piccolo gesto ma sufficiente a convincere la donna a non dimenticarsi di se stessa e a non lasciarsi abbattere dalla malattia». L’informazione promossa dalle associazioni è fondamentale per sensibilizzare tutte le donne sulla necessità di conoscere e non sottovalutare i sintomi di questa neoplasia silenziosa, e di sottoporsi a visite ginecologiche periodiche. «Purtroppo i sintomi quando compaiono sono generalmente il segno di una malattia già avanzata – dichiara Stefano Greggi, Direttore di Oncologia Ginecologica all’Istituto Nazionale Tumori - IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli – inoltre, si tratta di sintomi assai poco specifici: distensione addominale, disturbi digestivi, dolori addominali diffusi. Il consiglio è quello di sottoporsi periodicamente a visita dal ginecologo, in grado di diagnosticare una massa ovarica, e di non sottovalutare i sintomi che abbiamo descritto». Tuttavia dal punto di vista della terapia del tumore ovarico, negli ultimi anni sono stati fatti grandi passi avanti. Si punta ora alla cronicizzazione della malattia, grazie all’avvento delle terapie anti-angiogeniche che impediscono al tumore di crescere e diffondersi, bloccando la neoformazione di vasi sanguigni che nutrono il tumore. «Subito dopo la chirurgia, la paziente viene sottoposta a chemioterapia di prima linea con taxolo o carboplatino. Negli ultimi anni nell’armamentario del ginecologo oncologo e dell’oncologo medico – afferma Sandro Pignata, Direttore della S.C. di Oncologia Medica Uro-Ginecologica dell’Istituto Nazionale Tumori - IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli – si è aggiunto un farmaco biologico, un anti-angiogenico, il bevacizumab, che può essere combinato con la chemioterapia. Questa associazione ha determinato un miglioramento della curabilità del tumore ovarico senza per questo alterare la qualità di vita delle pazienti». Il tumore ovarico ha un impatto molto forte sulla vita della donna che necessita di un intervento di sostegno importante. «Il cancro ovarico si accanisce particolarmente con la donna – sottolinea Francesco De Falco, Dirigente medico Psichiatria, Responsabile della S.S.D. di Psicologia all’Istituto Nazionale Tumori - IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli – i danni sia oggettivi che simbolici sono una profonda ferita al femminino. L’impegno deve essere massiccio: della donna, del compagno, dei medici e degli operatori del benessere». Insieme ai progressi terapeutici, infatti, si fa sempre più strada anche la consapevolezza di quanto sia importante offrire alle pazienti un supporto di tipo psicologico attraverso un sostegno che è parte integrante del percorso di cura e che permette alla donna di riappropriarsi di se stessa attraverso tanti piccoli gesti di vita quotidiana. «Il sostegno psicologico è a mio avviso non solo essenziale ma fondamentale – afferma Daniela Barberio, Dirigente psicologo della SSD Psicologia all’Istituto Nazionale Tumori - IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli – nel nostro centro offriamo da oltre venti anni un servizio di psiconcologia ai pazienti con una serie di attività a supporto, che nel tempo sono state potenziate. Sensibilizzare le donne a chiedere un sostegno psicologico significa anche individuare insieme i bisogni e le risorse necessarie al fine di migliorare la gestione della malattia in tutti i suoi aspetti e in tutte le sue fasi». Roche sostiene con grande entusiasmo il progetto itinerante “Sguardi d’energia”. «Roche è orgogliosa di sostenere questa campagna promossa da ACTO onlus, convinti che una corretta informazione e una maggiore sensibilizzazione siano la prima vera arma per riconoscere per tempo anche i tumori più silenti e sconfiggerli» dice Maurizio de Cicco, Amministratore Delegato di Roche S.p.A.. «Grazie al nostro costante impegno in Ricerca & Sviluppo, abbiamo potuto contribuire a riscrivere i manuali di medicina soprattutto nel campo dei tumori femminili. Dopo le rivoluzionarie innovazioni terapeutiche per il trattamento del tumore al seno, che hanno salvato la vita di milioni di donne nel mondo, sentiamo la responsabilità di continuare il nostro impegno a fianco delle pazienti, in particolare nella lotta contro patologie, come il carcinoma ovarico, per le quali per anni non si sono registrate novità terapeutiche rilevanti». Youngblood Mineral Cosmetics, partner d’eccezione di ACTO onlus, condivide gli obiettivi di questo progetto. «Pauline Youngblood, infatti, ha fondato il brand quasi 20 anni fa partendo dalla volontà di concedere a tutte le donne, soprattutto a chi aveva subito traumi causati da trattamenti invasivi, di sentirsi belle e di farlo in maniera sana, con ingredienti minerali naturali di altissima qualità – sottolinea Ariane d’Andiran, Managing Partner dell’agenzia di Marketing & Comunicazione Youngblood Mineral Cosmetics Italia – siamo grati ad ACTO onlus per questa bellissima opportunità e felici per tutti i sorrisi che i nostri make-up artist vedranno nascere sui visi delle tante donne che saranno coinvolte in questa iniziativa». Proseguendo il percorso iniziato nel 2015, la campagna Sguardi d’energia nel 2016 sarà ospitata all’interno dei maggiori Centri oncologici specializzati nella diagnosi e cura del tumore ovarico.

Somma Vesuviana è sicuramente scossa da questi gravi avvenimenti e noi siamo i primi ad invitare l’autorità giudiziaria e le istituzioni a fare luce su quanto è accaduto. Vorrei però che sia chiaro che gli elementi dei quali si discute in queste ore sono due: per il bene della città essi vanno scissi e non confusi. Da un lato, c’è la rinuncia del Pd a presentare la propria lista o comunque a comporre una coalizione. Tale rinuncia nasce anche a causa di una spaccatura al loro interno, che a Somma Vesuviana va avanti da molto. Un partito nazionale, di ispirazione popolare, proprio in nome della legalità, dinanzi a intimidazioni e pressioni, va avanti con compattezza e alza con forza la propria bandiera. Se il Pd non lo ha fatto deve assumersi le proprie responsabilità e trarne le dovute conseguenze. Ben diversa è, invece, la questione delle denunce formalmente presentate, rispetto alle quali vanno fatti i dovuti accertamenti dagli organi competenti. E, tuttavia, è proprio nel rispetto del lavoro della magistratura e delle istituzioni che le elezioni non possono venire meno. Esse rappresentano un momento di democrazia, oltre che di rispetto per la dignità dei cittadini sommesi. Rappresentano la difesa di un territorio che mai ha prestato il fianco a forzature di qualsiasi genere, nonostante le difficoltà. Tutte le liste a sostegno della mia candidatura a sindaco prendono le distanze dalle strumentalizzazioni e ribadiscono la loro fiducia nei confronti della magistratura. Diamo ai cittadini la libertà di scelta, senza rinunciare alla legalità”.

Solidarietá ed accoglienza, saranno questi i temi della puntata odierna della trasmissione televisiva "Terra Mia" in programma questa sera alle 21:30 su Italiamia canale 274. Ospiti del programma il giornalista Carmine Alboretti direttore di 'pagine vesuviane' ed il dott. Antonio Pio Autorino presidente dell'associazione onlus Ampio Raggio. A seguire la rubrica culturale di Antonella Bianco che come sempre ospiterá autori e scrittori emergenti. Appuntamento alle ore 21.30 in Campania sul canale 274 e nel Lazio sul canale 187
Pubblicato ieri, 15 Maggio, l’Avviso Pubblico del Comune che spiega come richiedere i voucher farmaceutici finanziati dall’Ente che gestisce le farmacie comunali, il C.I.S.S. (Consorzio Intercomunale per i Servizi Socio Sanitari). Infatti i buoni (del valore di € 10,00 cadauno) che servono solo per l’acquisto dei farmaci che rientrano nella fascia non mutuabile (prodotti parafarmaceutici, alimentari e farmaci di automedicazione), potranno essere spesi solo nella Farmacia comunale di Terzigno. Possono fare domanda i singoli oppure i nuclei familiari che sono in possesso dei requisiti previsti dal Bando. Compilando l’apposita modulistica, allegata all’avviso per l’assegnazione dei voucher (per un massimo di 150 Euro a famiglia), verrà stilata una graduatoria sulla base di predeterminati punteggi inerenti alla situazione familiare, patrimoniale e dello stato d’invalidità. Tutti i buoni saranno distribuiti seguendo l’ordine della graduatoria, sino all’esaurimento dello stanziamento a disposizione. Il modulo per la domanda, disponibile presso il Comune di Terzigno - Area Affari Sociali, oppure scaricabile dal sito www.comunediterzigno.gov.it, a cui dovrà essere allegata la documentazione prevista, potrà essere consegnata entro il 30 Giugno 2017 al Protocollo Generale dell’Ente dalle ore 9.00 alle ore 12.00. “Come scritto nel Bando – spiega l’assessore alle Politiche Sociali e Sanitarie, Giuseppe Caputo - sono pronti, per essere distribuiti, ben 800 voucher farmaceutici con l’obiettivo di venire incontro alle esigenze dei nuclei familiari che vivono in condizioni di particolare disagio sociale e sanitario. Abbiamo deciso di utilizzare tutti i fondi disponibili dal Consorzio per questa iniziativa, auspicando di riuscire a soddisfare tutte le domande di sostegno”. A queste parole si aggiungono quelle del consigliere comunale, Serafino Ambrosio: “I voucher saranno assegnati con una graduatoria trasparente, regolata da precisi parametri reddituali. Lavoriamo alacremente per dare ai cittadini risposte concrete. L’attenzione costante alle istanze provenienti dagli strati meno abbienti della Comunità terzignese – conclude Ambrosio – sono una prerogativa di questa Amministrazione”.

Ieri pomeriggio a Torre del Greco,con una bella vittoria per 5-4, il Futsal Terzigno si è qualificato aritmeticamente per i playoff di calcio a 5 di serie D !Prima della partita il vantaggio sui diretti avversari del Casarea era di un solo punto,ma l'importante era solo vincere senza fare ulteriori calcoli!Questa giornata è stata il coronamento di un campionato partito senza nessuna pretesa,ma che dopo un avvio zoppiccante,ha visto i ragazzi di mister Guastaferro,e del presidente Biagio Ferraro,migliorare sempre di più ,partita dopo partita,grazie anche al sostegno incomiabile della propria tifoseria,fino al raggiungimento  di un obiettivo che alla vigilia del campionato era del tutto improbabile! Ora testa ai play-off,che avranno inizio il 6 maggio!Sognare in grande ora si può,sperando di regalare una gioia alla comunità terzignese,da sempre vicina al mondo calcistico del proprio paese!!!

Terzigno risponde presente alla richiesta formulata dai consiglieri di maggioranza Salvatore e Autilia Carillo. Hanno risposto presente all'appello di ripulire la pineta tanti volontari e le associazioni del territorio che si mobilitano, da qualche tempo, alla rinascita sociale e culturale del paese, ed è per questo che bisogna menzionarle: N’ata storia, I Giovani della Piazza, Carnevale Terzignese, Laboratorio Pubblico, La ginestra e il Comitato Diaz. Gli interventi di bonifica straordinaria sono cominciati dalle ore 7,00 di sabato mattina nell’area adiacente alle giostrine di via Salvatore Emblema che è stata bonificata. Tanti cumuli di spazzatura sono stati accantonati e rimossi dalla pineta, variegata la tipologia degli oggetti ritrovati: dalle vecchie cabine telefoniche ad anfore di creta, da sedie e oggetti di automobili a utensili da casa, dall’intimo di qualche ragazza a varie tipologie di abbigliamento. Un grazie particolare alla comunità degli extracomunitari di via Panoramica, che sono accorsi in massa per pulire l’area garantendo a chiunque di trascorrere una giornata nel verde. “Questa è stata una vera dimostrazione di attaccamento al proprio territorio” sentenzia il consigliere Carillo, “l’amore per la propria terra, si dimostra anche con questi piccoli gesti”. L’hastag riprendiAMOcilapineta ha dato i suoi frutti, nella speranza che in questi giorni di festa non ci siano i soliti maleducati e incivili a sversare rifiuti di ogni sorta nel parco del Vesuvio. 

“Siamo Sommesi nasce per unire. Unire tutti i cittadini di Somma Vesuviana e farli sentire appartenenti ad un’unica comunità, dove tutti sono presi in considerazione e diventano protagonisti dell’azione amministrativa, al di là della zona in cui si vive”. Così Giuseppe Sommese, promotore della civica “Siamo Sommesi”, che sosterrà la coalizione “Somma di idee” spiega il senso della sua iniziativa politica, in vista delle prossime elezioni amministrative dell’11 giugno. Continua Sommese: “Dobbiamo rimettere al centro il cittadino e le sue esigenze, farlo sentire partecipe di un progetto in cui la cultura, le tradizioni e l’identità della nostra città sono in cima ai pensieri di chi amministra. La distanza tra la collettività e la politica deve ridursi: si tratta, in questo senso, di proseguire un cammino già intrapreso nei precedenti mandati e che con “Siamo Sommesi” avrà un’accelerata significativa. Abbiamo lanciato questa lista per riscoprire il senso di comunità, il senso di appartenenza: vogliamo che la gente ritrovi l’orgoglio di sentirsi sommese”. Giuseppe Sommese ribadisce, poi, il sostegno al progetto di Peppe Nocerino, denominato “Somma di idee”: “Siamo sicuri che Somma di idee è la strada giusta per dare alla città un programma serio e concreto. L’impegno continua, siamo sommesi”

Pagina 1 di 14