Ottaviano, "uno chef per amico" iniziativa a favore dell'autismo In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Attualità Letto 355 volte
OTTAVIANO (NA) – Diversità – intesa come elemento di distinzione che genera occasioni, opportunità – ed entusiasmo sono gli ingredienti principali di un’iniziativa di beneficenza che si svolgerà tra pochi giorni. La Onlus#micolorodiblu, che da anni opera con i centri di riabilitazione NeapoliSanit di Ottaviano, Moscati di Cercola e Aias di Cicciano a favore delle famiglie di ragazzi con disturbo dello spettro autistico, ha pensato di utilizzare la cucina come un viatico per consentire ai ragazzi autistici di esternare le loro potenzialità inespresse. Così in occasione della Giornata Internazionale della consapevolezza sull’Autismo, il 2 aprile, si terrà un gran galà di beneficenza presso il Casale Principe ‘O Feo di Ottaviano, organizzato da #micolorodiblu, dall’Isis De Medici con la collaborazione degli chef pasticceri Gennaro Langellotti e Tommaso Foglia . “Uno chef per amico”: questo il nome dell’evento che vede coinvolti speciali ragazzi affetti da autismo, che cucineranno per i partecipati piatti gustosissimi lavorando gomito a gomito con famosi chef campani (Valentino Buonincontri di Bertie’s Bistrot, Parrella ed Evangelista della Lanterna di Mugnano, Aniello Aiello e Guido Michele Langellotti del Moon Valley, Marco De Cesare del ristorante Amabile, Vincenzo Toppi di Amor Mio, Vincenzo Faiella di Tenerità, Antonio Di Rosa della pasticceria La Delizia, Erio Donizzetti di Mangiando sul Serio, Angelo Santorelli di Palazzo Giordano Bruno, Paolo Iovieno di Pupetto, Luigi Di Martino e Gino Donnarumma di Boutique Hotel Villa Magia e Macelleria Maggiore, il consultant chef Salvatore Acampora, Ciro Catapano di Bifulco Executive, Aniello Visone di Casale Principe ‘O Feo, Antonella De Francesco e Salvatore Tecchia dell’ISIS de Medici, Alfonso Vaccaro ed Alessia De Nicola del Ruah, Nunzio Spagnuolo dell’MM Lounge Restaurant, Vincenzo Ferro de “L’Antica Fraconia”, ed Emilio Ambrosio con le sue buonissime sfogliatelle). “Uno chef per amico” è anche e soprattutto un progetto teso all’inserimento lavorativo dei ragazzi autistici nel comparto ricettivo. “È una salita, un itinerario impervio che ci metterà di fronte ad ostacoli, insidie, muri di cemento – afferma il presidente di #micolorodiblu, Marisa Gallucci -. Ne siamo consapevoli, ma la forza di volontà è più forte di ogni svilimento. Abbiamo la fortuna di avere tra noi persone preziose che quotidianamente offrono il loro contributo, la loro professionalità, la loro passione alla ricerca ed al trattamento dei disturbi dello spettro e hanno creduto al progetto di una sensibilizzazione 2.0 che va oltre il mero testimonialismo, ma che guarda necessariamente altrove: sensibilizzare vuol dire aiutare, principalmente, ed il sostegno è tale quando si concretizza in un progetto chiaro, lineare, visibile, ben definito. Per questo ringrazio il preside dell’Isis De Medici di Ottaviano, Vincenzo Falco, e gli chef Langellotti e Foglia per il loro immenso senso di solidarietà”. Uno show del barman Mario Donald e gli interventi di tantissimi ospiti ed artisti allieteranno la serata il cui ricavato sarà interamente impiegato per il progetto. Le iniziative per la Giornata Internazionale sull’Autismo partiranno dalla mattina: con l’amministrazione comunale di Ottaviano e gli istituti comprensivi del territorio, #micolorodiblu ha organizzato un flashmob in piazza Municipio (tutta la piazza si colorerà di blu!)