Un ciclone rossonero si abbatte sul campionato

Scritto da  Redazione Pubblicato in Sports Letto 285 volte

Rossoneri vesuviani in testa Il Terzigno di mister Bufalo espugna lo “Squitieri “ di Sarno ed è la capolista del girone, approfittando del turno di riposo dell’Abellinum. In una domenica caratterizzata dal maltempo in tutta la Campania, con la sospensione di due gare ,nel girone di sarnesi e vesuviani, a Torchiati ed a Marzano di Nola, anche su Sarno , in concomitanza dell’inizio dell’incontro, si è abbattuto un violento acquazzone, capace di mettere a dura prova il perfetto manto erboso sintetico del civettuolo impianto sportivo sarnese , che ha retto magnificamente all’inclemenza di Giove pluvio. L’inizio della gara sembra delineare un predominio territoriale dei biancorossi, di un “loquacissimo “ mister Porpa, che per poco al 10’ non passano in vantaggio con una staffilata da fermo del centrocampista Cirillo deviata in angolo da un prodigioso intervento all’incrocio dei pali di Alfieri con la punta delle dita del proprio guanto destro. Risponde Palumbo con una potente punizione dal limite che termina alta al 15’. È sempre lo”Zico” dei vesuviani al 25’a sfiorare il palo alla destra del portiere Gargano. Al 38’ l’arbitro fischia un inesistente fuorigioco ad un Infante libero di portare in vantaggio i rossoneri. Al 42’ Aprea si produce in un’apprezzabile girata verso rete, deviata da un avversario, senza che il direttore di gara, poco attento anche in questa circostanza, accordi un sacrosanto corner ai terzignesi. Passano appena due giri di lancetta e il solito Palumbo diventa anche in questa partita il match-winner per i vesuviani, raccogliendo un preciso cross dal fondo, di un sempre più convincente Colombo, in seguito ad una perfetta triangolazione con Infante, depositando inesorabilmente in rete sul primo palo con un preciso e potente piattone di destro. Al riposo Intercampania -Terzigno 0-1. Alla ripresa delle ostilità, ficcante contropiede del rossonero Aprea deviato in corner al 50’. Un minuto dopo Palumbo gira alto. Al 56’ pericolo in area terzignese su insidioso cross sarnese sventato imperiosamente da un attentissimo Pagano. Al 72’ il biancorosso Cirillo si fa espellere per reiterate proteste nei confronti dell’arbitro. La manovra dei biancorossi non impensierisce gran che la granitica retroguardia rossonera, anzi, al 76’ Aprea sfiora il raddoppio con grande parata di Gargano. All’83’ un Palumbo stanco ed “egoista” manda alta di sinistro una favorevole occasione di contropiede con due compagni d’attacco liberi di trasformare in gol un eventuale comodo assist. Ci pensa un sicurissimo Alfieri a sventare gli ultimi due attacchi di un generoso Intercampania , all’87’ ed un minuto dopo, prima con una respinta alta di pugni e poi con un provvidenziale colpo di testa fuori area per disinnescare un pericoloso lancio indirizzato all’accorrente Murolo. Dopo tre minuti di recupero triplice fischio finale con vittoria di misura di un Terzigno che, ormai, è uscito allo scoperto, e attende il forte Abellinum domenica mattina prossima, al comunale di Ottaviano, in uno scontro al vertice , sicuramente, con la presenza di un pubblico da grandi occasioni. Da rivedere l’Intercampania, una squadra solida e rocciosa, forse, poco incisiva in attacco quest’oggi per avere affrontato una difesa rossonera implacabile ed impenetrabile. Alberto Romano

Ultima modifica il Lunedì, 04 Novembre 2019 20:17