Elezioni Germania, soffiano venti da destra

Scritto da  Francesco Saverio Bianco Pubblicato in Mondo Letto 95 volte

Angela Merkel conserva la cancelleria della Germania, rimanendo alla sua guida, ma il suo partito, la CDU, perde più di 8 punti percentuali rispetto a quattro anni fa e registra il peggior risultato dal 1949. I socialdemocratici di Martin Schulz, patiscono, invece, una sconfitta piena. Di contro, l'estrema destra di Alternativa per la Germania (AfD) entra per la prima volta in Parlamento, superando di gran lunga la soglia di sbarramento del 5% e raggiungendo circa il 13%, diventando il terzo partito. A questo punto, il Governo tedesco potrebbe essere il risultato di un’alleanza tra liberali, verdi e centristi, col rischio, però, che su molti punti, le forze politiche anzidette non troveranno accordo. D’altro canto, Alexander Gauland, candidato di punta del partito di estrema destra, AfD, dichiara che cambieranno la Germania e che da “oggi c’è di nuovo un partito di opposizione nel Bundestang”. La leader del partito, Alice Weidel, comunica che sarà prioritario, in Parlamento, istituire una commissione di inchiesta sui migranti.