Castellabate, grande successo per la giornata europea del gelato artigianale

Scritto da  Nicola Caprio Pubblicato in Mondo Letto 78 volte

Anche Castellabate ha partecipato alla Giornata Europea del Gelato Artigianale. Lo ha fatto con un'iniziativa benefica voluta dalla gelateria "L'Ancora" di Domenico Belmonte della Federazione Italiana Gelatieri e già campione nazionale con il giusto di fico e noce, che ha devoluto l'incasso di ieri ricavato dalla vendita dei gelati alla Croce Rossa Italiana Comitato Locale Agropoli e del Cilento per l'acquisto di un'ambulanza. L'iniziativa, promossa in collaborazione con la FIDAPA di Castellabate, ha visto la partecipazione di tante persone. “La Giornata Europea del gelato artigianale 2017” giunta alla 5^ edizione, è promossa dalla federazione Italiana gelatieri con l’obiettivo di promuovere il gelato artigianale, che tra i prodotti lattiero-caseari freschi, rappresenta l’eccellenza in termini di qualità e sicurezza alimentare. La giornata Europea del gelato che ricorre il 24 marzo, è l’unica che il Parlamento europeo ha finora dedicato ad un alimento, ed è patrimonio di tutti i gelatieri e dell’intera filiera. Le nazioni aderenti ad Art Glass sono sette e l’edizione 2017 ha visto protagonista la Francia con l’adozione del “ fraimboise melba”, un sorbetto al lampone variegato con pesche. L’Italia vanta non solo la primogenitura del gelato – difatti nasce alla corte di Caterina de’ Medici a Firenze attorno al 1565, con un sorbetto quasi gelato a base di neve, sale, limoni, zucchero, bianco d’uovo e latte- ma anche il primato mondiale di consumo. Ogni anno gli italiani si consumano 12 kg a testa di gelato artigianale a cui si aggiungono i 4 kg di produzione industriale tra coppe, coni, bon bon, torte, vasche, stecchi. “Mi ritengo davvero fiero, orgoglioso e soddisfatto – dichiara Domenico Belmonte – per l’obiettivo largamente raggiunto, a favore della Croce Rossa Italiana local,e e tengo a precisare che non si tratta di un’iniziativa unica, ma la Federazione opera diuturnamente non solo per la solidarietà ma anche a favore della cultura e dello sport in generale”.