Attimi di paura questa sera a Terzigno, in via Avini a pochi metri dalla piazza Caracciolo centro del paese vesuviano per una tentata rapina ai danni di un tabaccaio. Stando alle prime ricostruzioni erano da poco passate le 21 quando D.A., 44 enne tabaccaio stava apprestandosi a rientrare a casa dopo aver chiuso il proprio esercizio, evidentemente i rapinatori hanno atteso che l'uomo chiudesse per portare via l'incasso della giornata. Qualche istante dopo la chiusura   sono intervenuti  cogliendo di sorpresa il tabaccaio che ha cercato immediatamente di ripararsi e fuggire . I malviventi a questo punto hanno esploso alcuni colpi di pistola che, a quanto pare,  hanno causato delle ferite alle gambe del malcapitato non riuscendo, tuttavia, a portare a termine la rapina. L'uomo è stato prontamente soccorso. Sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Aggiornamento delle 23.45: Il tabaccaio 44enne di Terzigno (che ha il proprio esercizio all'incrocio tra via Avini e via Roma)  è stato soccorso e medicato riportando solo una ferita di striscio dal colpo esploso dai rapinatori. Dalle prime notizie le ferite sono state giudicate guaribili in 10 giorni.

 

Giunge alla 5a edizione il Premio Medical Care "Umanizzazione della Medicina e dell'Assistenza" dedicato quest'anno ai benefici che la musica ha sullo stato patologico: slogan dell'evento è "La Musica che Guarisce".

L'iniziativa, patrocinata da Consiglio Regionale della Campania, Comune di Napoli, Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Salerno, Collegio Provinciale IPASVI di Napoli, Corpi Sanitari Internazionali, Associazione SOFIA Onlus, Fabbrica Muoio, vedrà la serata di premiazione l'11 Febbraio 2016 alle ore 18 presso la Sala Scarlatti del Conservatorio "San Pietro a Majella" di Napoli.

Saranno insigniti del Medical Care il professor Giulio Filippo Tarro, candidato 2015 al premio Nobel per la medicina, e il giovane regista terzignese Gianluca Ciro Servino che presenterà alle ore 20 il suo ultimo cortometraggio "Punti di Vista" con protagonisti il dottor Antonio Agostino Ambrosio, l'abate Vigeli Monn del monastero svizzero di Disentis, Giuseppe Balzano e Antonella Di Prisco: girato nei comuni vesuviani e alla clinica Trusso di Ottaviano, "Punti di Vista" è la storia di un cieco e della sua angoscia che precede un avanguardistico trapianto di occhi.

Interverrano il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il gen. dell'Esercito Italiano Salvatore Polimeno, il Commissario Straordinario dell'Autorità Portuale di Napoli Antonio Basile, l'attore Rai Patrizio Rispo, la cantante Anna Calemme, il direttore della Caritas Diocesana di Nola Don Arcangelo Iovino, il presidente di Lega Coop Campania Mario Catalano, l'europarlamentare Aldo Patriciello, il direttore di conservatorio Elsa Evangelista e il presidente di Medical Care Onlus Raffaele Canneva.
Prevista l'esibizione del tenore Giuseppe Gambi e dell'organista Livio De Luca del Conservatorio San Pietro a Majella.

"Per dimostrare la nostra vicinanza al mondo cristiano e per dare un segnale di concordia tra i popoli pareteciperò al giubileo indetto da Papa Francesco - a dichiararlo è stato Nasser Hidouri Imam della moschea di San Marcellino intervenuto ieri pomeriggio alla registrazione della trasmissione Terra Mia che andrà in onda questa sera alle 21 su Italiamia emittente campana visibile sul canale 274 e 187. L'Imam di origine tunisina in Italia da 24 anni ha condannato con fermezza l'operato dell'Isis e gli attentati di Parigi. Durante la trasmissione l'Imam  ha raccolto l'invito del conduttore del programma Genny Galantuomo di lanciare un appello per la pace e la fratellanza  sia in lingua araba che in italiano, Nasser Hidouri, sta raccogliendo un grosso consenso grazie alle sue posizioni di apertura al dialogo interreligioso. L'intervista integrale andrà in onda questa sera alle 21 su Italiamia durante la trasmissione "Terra Mia" alla quale hanno partecipato oltre all'Imam anche Don Pasquale Somma sacerdote nella parrocchia del Carmine di Catellammare di Stabia, il sociologo dott. Antonio Delmonaco e la giornalista Mirella D'Ambrosio.

'Promosso al grado superiore per meriti sul campo' con questa breve ma significativa motivazione il Caporalmaggiore Capo Scelto Adorno è stato promosso al grado di Sergente. La promozione è stata conferita nei giorni scorsi dal Capo di Stato Maggiore dell'Esercito Generale di Corpo d'Armata Danilo Errico al graduato per essersi contraddistinto durante una attività operativa svolta in Afghanistan quando Adorno era ancora in forza al Reggimento Alpini Paracadutisti. Il neo Sottufficiale già insignito di medaglia d'oro al valor militare risulta essere il primo caso di promozione per meriti straordinari dal dopoguerra ad oggi. Il sergente Adorno, infatti, si contraddistinse per generosità e senso del dovere rischiando la propria vita durante un'azione a fuoco per salvaguardare l'incolumità dei propri commilitoni bersagliati dal fuoco nemico. Nell'occasione Adorno riportó anche una ferita alla gamba che, tuttavia , non gli impedì di salvare i propri colleghi. La cerimonia di promozione si è svolta a Roma alla presenza dei vertici dell'Esercito Italani e dei rappresentanti del COCER.

A distanza di anni, i Comuni del medio Sarno che avrebbero dovuto beneficiare delle fogne hanno tutti opere incomplete o impianti non collegati ai depuratori. La vera emergenza sta tutta qui e si associa ai mutamenti climatici e alla devastazione del territorio che dura da decenni. Un intervento del Governo è necessario. E' quanto dichiara Luca Capasso, sindaco di Ottaviano, a proposito dei recenti allagamenti, dovuto alle piogge abbondanti.

Il primo cittadino di Ottaviano invoca un intervento del Governo e chiede un incontro urgente con la Protezione civile nazionale: “Bisogna affrontare questa emergenza il prima possibile, altrimenti l’autunno e l’inverno saranno terribili. Quello che stiamo vivendo è un problema che riguarda un territorio esteso e non può più essere sottovalutato”. 

Capasso propone: “Va aperto un tavolo di confronto a livello nazionale per individuare soluzioni certe e tempi rapidi”

Cuochi in festa, migliaia di presenze a Nola

Mercoledì, 14 Ottobre 2015 15:34

Migliaia di partecipanti, studenti provenienti da tutta la regione, un’esplosione di colori e sapori. La valorizzazione dei prodotti enogastronomici è stata al centro della “Festa del Cuoco” a Nola, in piazza Duomo e proseguita presso il ristorante “Villa Perrotta” a Roccarainola con una cerimonia alla quale hanno partecipato ospiti ed organizzatori dell’evento. La manifestazione è stata organizzata dall'amministrazione comunale e dall'assessorato alla cultura e voluta dall’Associazione Cuochi Torre Del Greco - Area Vesuviana -Nolana e Strianese. I prodotti di eccellenza del territorio sono stati elaborati da circa 15 Chef per la preparazione di finger food che sono stati offerti gratuitamente ai cittadini, alle autorità e agli alunni delle scuole coinvolte. Molto apprezzati gli show cooking di due chef stellati, Paolo Barrale di Marennà e Lino Scarallo, executive di Palazzo Petrucci, e due chef emergenti, Maurizio De Riggi del Markus di San Paolo Belsito e Luigi Salomone del ristorante Piazzetta Milù. Applausi anche per l’esibizione degli chef intagliatori di prestigio, tra i quali gli chef Domenico Lucignano, componente del team Campania e lo chef Luigi MalafrontePresenti anche i funzionari dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania, i rappresentanti dell’IZSM (Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno), le associazioni di categoria: Coldiretti e Slow Food. Ha partecipato anche Rocco Pozzulo, presidente nazionale dell’Associazione italiana Cuochi, insieme ai tanti rappresentante dell’ Unione Regionale Cuochi Campania, presieduta da Luigi Vitiello, e dell’Associazione Cuochi Torre Del Greco - Area Vesuviana - Nolana e Strianese, presieduta da Raimondo di Cristo. Spiega Antonio Nunziata, membro dell’associazione e tra i promotori dell’evento: “La valorizzazione dei nostri prodotti può essere uno straordinario volano di sviluppo dell’intero territorio, sia dal punto di vista turistico che economico. L’evento ha coinciso con la ricorrenza del Santo Patrono dei Cuochi, San Francesco Caracciolo”. "Abbiamo offerto alla cittadinanza uno spettacolo gastronomico accompagnato da momenti informativi con professionisti del settore. Un argomento importantissimo per conoscere l’origine e la produzione degli alimenti che quotidianamente consumiamo e che sono alla base della nostra alimentazione.”, aggiunge l’assessore alla cultura del Comune di Nola, Cinzia Trinchese.

 

La comunità del Parco nazionale del Vesuvio ha votato all’unanimità un documento di sostegno alla candidatura della città di Ercolano a Capitale della Cultura per il prossimo anno. Lo rende noto il sindaco di Ottaviano, Luca Capasso, che della comunità del Parco è presidente.  

“L’investitura di Ercolano a capitale della Cultura sarebbe una vittoria di tutto il territorio e di tutti i Comuni che fanno parte del Parco nazionale del Vesuvio. L’area protetta può riservare una serie di opportunità e la candidatura di Ercolano, in questo senso, è un esempio concreto. Facciamo tutti il tifo per Ercolano”, spiega Luca Capasso. 

 

L'appuntamento di stasera con la trasmissione Terra Mia condotta da Francesco Gravetti e Genny Galantuomo questa sera in onda alle 21:30 su Italiamia (canale 274 in Campania e 187 nel Lazio) questa sera ospiterà il meglio degli chef vesuviani e, nella seconda parte, il professore Luigi Iroso autore del libro ' Napoli squarciata' . Durante la trasmissione interverrà anche l'avvocato Angelo Bianco che focalizzerà il suo intervento sul ruolo della camorra a Napoli con l'arrivo di Garibaldi.

Pagina 9 di 14