“Terra Mia”, il talk show condotto ed ideato da Genny Galantuomo, nella prossima puntata in onda giovedì 2 febbraio a partire dalle 21.30, tratterà del “giorno della memoria” e delle prospettive dell’area vesuviana, secondo l’ottica del Consigliere regionale, Mario Casillo. Durante l'intervista l'esponente del Partito Democratico tratterà degli argomenti importanti relativi alle previsione di sviluppo dell'area vesuviana attraverso la valorizzazione del patrimonio archeologico dei siti di Boscoreale, Terzigno e Poggiomarino oltre che del Parco Vesuvio come catalizzatore del turismo di massa. Altro argomento molto sentito in questo periodo e del quali si parlerà durante l'intervista sarà quello inerente gli allagamenti dei paesi a valle del Vesuvio come Poggiomarino e Striano. Durante il programma si illustreranno anche le iniziative pianificate dalla scuola, come istituzione ideale per non dimenticare questo tragico vissuto della storia dell’umanità quale è la shoà con l'intervento della dott.ssa Carmela Mascolo, dirigente dell’Istituto comprensivo Giuseppe Giusti di Terzigno. Tanti gli eventi organizzati nella settimana della ricorrenza del 27 gennaio: convegni, manifestazioni, testimonianze, attività di sensibilizzazione alla giornata della memoria con proiezione di pellicole e creazione di documentari cartacei con cui è stata allestita la scuola. Verrà inoltre mandato in onda il servizio esterno curato da Giacomo Acunzo e Antonella Bianco, presso la scuola media G. Giusti, con le interviste ad un rappresentante della comunità ebraica di Napoli, Roberto Modiano, oltre che ai docenti e al dirigente. La shoah raccontata sotto tutti i punti di vista: quello di chi insegna, quello di chi è in un qualche modo coinvolto, quello di chi impara a non dimenticare. In studio anche Mariano Rotondo, direttore responsabile de “Il fatto vesuviano”, per parlare di ambiente, sviluppo e sanità. Appuntamento per giovedì 2 febbraio ore 21.30, su ch 274 in Campania e ch 187 nel Lazio. Le repliche del programma sono fissate per venerdi, sabato e domenica mattina sempre alle ore 07.45 su Italiamia

Successo per il musical inedito "Nudo di Sogni" della compagnia artistica Ecleptica andato in scena il 24 e il 25 Gennaio al Teatro Politeama di Torre Annunziata: sold out e standing ovation per entrambe le date, per uno spettacolo apprezzatissimo dal pubblico. Con "Nudo di Sogni" gli Ecleptica hanno sperimentato la fusione tra cinema, teatro, danza e canzoni, una formula che ha sorpreso tutti, basata sul filo di un racconto toccante, affrontando diverse tematiche di attualità. Allo spettacolo, scritto da Dario Matrone e Francesco Servino - il primo anche regista della compagnia - hanno preso parte in ruoli chiave il filmmaker Gianluca Servino, i coreografi Federica Solimeno, Thomas Monaco ed Enrico Fioretti. Bravi tutti gli interpreti, dal corpo di ballo ai cantanti: i protagonisti Danilo D'Avino, Alessia Fiorenza e Maurizio Balzano, ma anche Francesco Cirillo, Salvatore Ascione e Luca Voccia, questi ultimi anche nel ruolo di aiuto registi. Sorprendenti i costumi di Monica Buonocore e i capelli e il trucco di Ilaria Orsi e Maurizio Galatola. Dopo il successo del musical "Dracula Opera Rock" della scorsa estate, gli Ecleptica hanno bissato e mirano adesso ad ambiziosi traguardi. Nudo di Sogni è stato dedicato a Ferdinando Servino, il papà dello sceneggiatore e del filmmaker venuto a mancare pochi giorni prima della messa in scena dello spettacolo: per lui un omaggio nel finale e un sentitissimo applauso.

I due anticipi della ventitreesima giornata del campionato di Seria A hanno sancito il sorpasso dell'Inter ai danni della Lazio. A propiziare la manovra neroazzura ci ha pensato il coriaceo Chievo Verona, capace di soffrire per novantatre minuti e capitalizzare al massimo una delle due occasioni prodotte nell'arco dell'intera gara con l'unico attaccante a disposizione, Roberto Inglese. La formazione allenata da Simone Inzaghi, forte del fattore casa, ha messo all'angolo gli scaligeri, ma le assenze di Immobile e Keita Baldè si sono fatte sentire. Felipe Anderson, il migliore tra i suoi, ha visto i suoi molteplici assist sprecati dai propri compagni di squadra o i pochi tentativi a bersaglio infrangersi sul muro eretto da Stefano Sorrentino e compagni. Ennesima bocciatura per Djordjevic sostituito addirittura dal centroavanti della primavera Rossi e ulteriore passo indietro per la squadra che perde una posizione in classifica. Sintomatico del clima di nervosismo laziale l'episodio accaduto al termine della partita: il capitano Biglia stava per dare vita ad una scontro fisico con un tifoso che lo contestava, pericolo scampato grazie all'intervento di un magazziniere. L'unica nota positiva per i biancocelesti è l'eliminazione del Senegal dalla Coppa d'Africa (sconfitto ai calci di rigore dal Camerun) che consentirà alla squadra della capitale di riavere a disposizione per i prossimi impegni il rientrante Keita. Notizia che avrà reso sicuramente felice anche Maurizio Sarri, che festeggia il ritorno della roccia difensiva Koulibaly. Accantonati i dolori laziali, passiamo alle gioie interiste. In un San Siro all'insegna della solidarietà, pieno di striscioni manifestanti vicinanza nei confronti del popolo abruzzese, si sono affrontate Inter e il 7Pescara. Le squadre disposte specularmente con un 4-2-3-1, si sono affrontate a viso aperto. L'avvio arrembante e la verve della squadra allenata da Massimo Oddo, si sono spente dopo mezzo tempo di gioco. Il momento chiave delle partita è scoccato al minuto numero 22: rete annullata giustamente per fuorigioco al Pescara, ribaltamento di fronte culminato con un siluro di Joao Mario spedito in calcio d'angolo da Albano Bizzarri e rete del terzino interista Danilo D'Ambrosio sugli sviluppi dello stesso. In seguito al vantaggio, l'Inter, ha mostrato una solidità ed un'aggressività mai apparse in questa stagione. Pressing alto, recupero palla nella metà campo avversaria e continua ricerca della profondità che hanno fruttato innumerevoli occasioni per arrotondare il punteggio. Le assenze in difesa di Ansaldi (squalificato) e Murillo (influenzato) sono pesate pochissimo sull'economia della gara. Perisic e Icardi questa volta non trovano la via della rete, ma forniscono gli assist per Joao Mario ed Eder per gli altri due goal che fissano il punteggio finale sul 3 a 0. Nel finale di gara, spazio anche per l'acclamato Gabriel Barbosa, che è andato vicino alla sua prima realizzazione in Italia. Ottime conferme per Gagliardini e Brozovic a centrocampo e complimenti alla squadra da parte della stampa e del tecnico Pioli. Il mister ha elogiato i suoi, mantenendo però alta la concentrazione per la prossima settimana ricca di impegni: martedì il confronto ad eliminazione diretta contro la Lazio in Coppa Italia e domenica sera il derby d'Italia allo Juventus Stadium. I campioni d'Italia non fanno più paura all'Inter. 

La serie I Bastardi di Pizzofalcone è approdata sulla rete nazionale incassando un successo senza precedenti per una serie poliziesca, fatta eccezione per il collaudatissimo Montalbano. La squadra capitanata da Alessandro Gassmann, ispettore esiliato in un commissariato fatiscente nel cuore di Napoli a causa del suo carattere irascibile e poco incline alle regole, si trova a fare un salto di qualità notevole: da gruppo di disadattati a veri e proprie menti pensanti capaci di portare a risoluzione un caso intricato. E’ la riscossa dei “bastardi” e al contempo la loro consacrazione. Sì, perché la serie tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni è un concentrato di innovazione a metà strada tra tradizione e contemporaneità. Certo, non potevamo pretendere di più. Siamo pur sempre su RaiUno. I ritmi sono talvolta lenti e l’ambientazione ricorda la consorella La nuova squadra ma qualcosa si è mosso. Grazie al più burbero ed anticonformista Rocco Schiavone (Raidue) ci troviamo ora tra le mani, e davanti agli occhi, un piccolo miracolo di televisione. La messa in onda di un bacio lesbo era impensabile fino a poco tempo fa; come lo era anche tratteggiare personaggi comprimari come persone e non ostinatamente come eroi, dal momento che indossano una divisa. Ed ecco che ci imbattiamo in piccoli drammi familiari come assistere un bambino affetto da malattia neurologica, a tormenti riguardanti la sfera sessuale, al marito poliziotto che picchia la moglie e molto altro. I poliziotti vengono sdoganati mettendo in scena tutte le loro fragilità. Non c’è solo l’ispettore tormentato - presente in ogni santa fiction - e il pubblico ministero che si innamora di lui perché animata da uno spirito da crocerossina ma c’è tutto un sostrato che va dalla Napoli bene ai vicoli dove sobbolle una vitalità sferzante che ci regala immagini di Napoli nella sua malinconica bellezza. Nota di merito a Gassmann che ad ogni prova d’attore si fa trovare sempre pronto mostrando che il frutto non è caduto molto lontano dall’albero.

San Giuseppe, si "recupera" la notte bianca

Giovedì, 12 Gennaio 2017 23:43

Il giorno prefissato era sabato 7 gennaio, ma a causa delle temperature algide e dei forti venti che hanno imperversato su tutta la zona vesuviana, la notte bianca era stata rimandata a data da destinarsi. Tuttavia lo slittamento dell'atteso evento è stato solo di una settimana e dunque la manifestazione si terrà la sera di sabato 14 gennaio, in piazza Elena D'Aosta. "La notte bianca è un evento a cui teniamo molto Puntiamo ad offrire ai nostri concittadini spettacoli ed intrattenimento di qualità, preoccupandoci in particolar modo di offrire anche ai giovani un programma per potersi divertire in modo sano. La notte bianca, organizzata in collaborazione con la Confcommercio della nostra città, costituirà anche un'ulteriore occasione per promuovere le attività commerciali di valore che la nostra città ospita” ha dichiarato Enrico Ghirelli, assessore alle attività produttive ed allo sviluppo economico. Infatti, oltre a spettacoli ludico-ricrativi, tra i quali si ricordano le esibizioni della cover band "Renzo Arbore Orchestra", dei comici del programma Rai2 Made In Sud e di tanti altri artisti di strada, gli avventori della kermesse potranno beneficiare dell'orario prolungato delle principali attività commerciali del centro cittadino. L'Ufficio Stampa del comune fa sapere infine che, per ultimare in modo ottimale gli ultimi allestimenti funzionali allo svolgersi degli spettacoli previsti, le principali arterie del centro saranno interdette al traffico già a partire dalle ore 19:00 di sabato 14 gennaio.

Sequestrato anche uno smartphone provento di un’altra rapina Anche quando la vittima, un 69enne napoletano, pur di non cedere al suo aggressore il borsello che aveva a tracolla, è caduta a terra, il giovane rapinatore, con violenza, non ha esitato ad ingaggiare una colluttazione, nel tentativo di strapparglielo dalle mani. Il tempestivo intervento della Polizia di Stato, nella serata di ieri, in Corso Garibaldi, poco dopo le 21,00, però, ha consentito di bloccare ed arrestare, con non poche difficoltà, un cittadino marocchino di 29anni. Gli agenti della sezione “Volanti” dell’U.P.G., i primi ad intervenire in soccorso della vittima, hanno notato la scena mentre erano in transito in direzione di Piazza Carlo III. Solo avvedendosi dell’arrivo dei poliziotti, il 29enne ha mollato la presa per scappare in direzione del Corso Umberto, costantemente inseguito dagli agenti che, nel frattempo, hanno informato la Sala Operativa dell’accaduto. L’inseguimento, protrattosi tra i vicoli della zona Duchesca, è terminato in Via Nicola Mignogna, ove nasceva una colluttazione tra il 29enne ed un poliziotto. L’arrivo di una pattuglia del Reparto Prevenzione Crimine Campania ha contribuito nel bloccare l’uomo che, come una furia, opponeva una viva resistenza nei confronti degli agenti, pur di divincolarsi. La vittima, ha riportato un trauma contusivo al ginocchio, guaribile in 10gg, mentre uno dei poliziotti, è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso oftalmico, a seguito di un’abrasione corneale ed una ferita alla palpebra. Anche l’arrestato, Benzema Karim, conosciuto agli archivi elettronici con vari alias per i reati di rapina e ricettazione, ha riportato ferite guaribili in 20gg. I poliziotti hanno accertato che il 29enne, dal 12 dicembre scorso, era destinatario di un ordine del Questore di Palermo, di lasciare il territorio nazionale. Indosso all’uomo, inoltre, è stato rinvenuto e sequestrato uno smartphone, provento di una rapina avvenuta, sabato scorso, ai danni di una donna, sempre nella zona del Corso Garibaldi, per la quale sono in corso accertamenti. Il 29enne è stato condotto dalla Polizia alla Casa Circondariale di Poggioreale, perché responsabile dei reati di tentata rapina e lesioni, nonché per resistenza e lesioni a P.U., oltre ad essere stato indagato per il reato di ricettazione.

Ad Ischia i re magi arriveranno dal mare

Giovedì, 05 Gennaio 2017 12:04

Arriveranno dal mare, su tre piccoli gozzi, in una originale rivisitazione dell’Epifania: a Ischia si rinnova la tradizione dei Re Magi sulla spiaggia della Mandra, un rito che coniuga la tradizione cattolica alla vocazione marinara del piccolo e colorato borgo di pescatori che ha conquistato, tra gli altri, Luchino Visconti ed Erri De Luca. L’evento, organizzato dall’associazione culturale Largo dei Naviganti in collaborazione con il Comune di Ischia, è previsto per le 11.30 di venerdì 6 gennaio ed è inserito nel cartellone del “Natale a Ischia”. Melchiorre, Baldassarre e Gaspare, introdotti dal suono della tofa (una conchiglia bucata in modo che, soffiandoci dentro, venga procurato un rumore suggestivo), sbarcheranno sull’arenile e si dirigeranno, attorniati da bimbi festosi e turisti pronti a immortalare le suggestioni di un evento unico, verso la capanna della Natività, portando i loro simbolici doni e distribuendo al pubblico - insieme ai residenti della zona, che collaborano all’iniziativa - leccornie d’ogni tipo, dalla pizza di scarola ai dolci della tradizione napoletana.

Napoli in questi giorni è stata invasa dai turisti e non solo. Migliaia di persone per ammirare le bellezze della città partenopea. Musei, hotel e ristoranti strapieni, i luoghi cult sono stati presi da assalto da innumerevoli turisti. E’ più che mai positivo il bilancio di presenze in questo periodo, anche le splendide giornate di sole hanno addolcito la scelta di Napoli come meta preferita. In questo però bisogna rilevare l’importante lavoro di sicurezza che ha eseguito le forze armate in collaborazione con quelle della polizia. Uno degli ultimi arresti dell’anno è stato compiuto dagli uomini operanti nell’Operazione Strade Sicure, Raggruppamento Campania che lavorano quotidianamente e in modo incessante per garantire la sicurezza dei cittadini e degli stranieri presso la stazione Garibaldi. Nello specifico una pattuglia appiedata, durante un’attività di controllo del territorio, ha notato il furto operante ai danni di un turista. Prontamente hanno accerchiato l’uomo e hanno assicurato il malvivente alla giustizia. La pattuglia autrice dell’arresto è composta di personale del Comando Comprensorio Persano e da militari del Rgt Cavallegeri Guide (19°). Il lavoro di questi ragazzi è esemplare, operano in modo incessante per garantire la sicurezza ai cittadini.

Pagina 5 di 14