"Donerò i miei capelli per i malati di cancro", il gesto d'amore di Daniela Picciau

Mercoledì, 12 Aprile 2017 19:55 Scritto da  Nando Zanga Pubblicato in Salute Letto 4982 volte

“ Non taglierei mai i miei capelli eppure ho deciso di donarli perché con questo gesto un malato oncologico che non può permettersi una parrucca avrà la possibilità di riceverne una”. Questa la motivazione scelta dall’artista Daniela, nel concerto di sabato 29 aprile dalle ore 20,30 presso il teatro “ Di Costanzo- Mattiello” di Pompei. “ Una musica può fare” è il titolo scelto per questo evento, un evento dal sapore particolare nato quando rovistando sull’home di un popolare social vide di un’amica che dai capelli lunghissimi neri che aveva, li aveva tagliati tutti, raccogliendoli in una treccia. Lì è nato il motivo, da lì la giovane cantante è partita, non credendo a quello che stava leggendo, lì dove il cuore non ti batte per un istante pensi alla vita di queste persone che sono costrette ogni giorno a combattere e a iniziare cicli di chemioterapia. “No, io non potrei mai tagliare i miei capelli, c’è voluto tanto per farli crescere” questo pensava Daniela, ma quel chiodo era fisso nel suo cervello, poi inizia a scoprire che un’associazione di Bari raccoglieva capelli per costruire parrucche sintetiche, ed è qui che è scattata una vera e propria molla nel suo cervello, per tante volte quel “ lo farò anch’io” gli balenava nel cervello. La musica che è la sua fonte d’ispirazione per ogni cosa le ha dato la forza e il coraggio e continuava a pensare che tanto i capelli ricrescono e posso regalare un sorriso a qualche sconosciuto. L’idea del concerto è pronta e l’amico di sempre, Antonio Menzione, titolare dell’azienda “Idee per la testa” che la accompagna da quasi un ventennio da l’ok, durante il live, durante il concerto si farà il taglio. 500 posti da occupare, 500 cuori che devono pulsare per un solo obiettivo di solidarietà, “ cercherò di trasmettere attraverso la musica, il concetto che si è felici quando ricevi, ma lo sei ancora di più quando doni una parte di te incondizionatamente. Il progetto è pronto e l’obiettivo è riempire il teatro per regalare sorrisi a chi ha smesso di farlo. 

Ultima modifica il Mercoledì, 12 Aprile 2017 20:08