San Giuseppe Vesuviano 12.09.2017 . Questa mattina gli agenti della Polizia Municipale, coordinati e diretti dal Comandante Ruggiero Rosati, unitamente al nucleo Carabinieri per la tutela del lavoro di Napoli ed al personale dell’Ispettorato del lavoro dell’ASL – Napoli 3, hanno portato a termine il sequestro di una palazzina in via Ceschelli, adibita ad opificio tessile da immigrati irregolari. Dinanzi agli uomini intervenuti si è presentato uno scenario di grande degrado, in cui è stata riscontrata la violazione di norme sull’igiene, sulla sicurezza sul lavoro e sullo smaltimento dei rifiuti. Sei lavoratori sono stati sorpresi sul luogo, di cui tre privi di permesso di soggiorno. Sono state elevate sanzioni per decine di migliaia di euro e l’immobile è stato posto sotto sequestro. “Al nostro arrivo abbiamo riscontrato uno scenario di grande degrado – ha commentato Ruggiero Rosati, Comandante della P.M., a seguito dell’intervento svolto – proseguiremo nei controlli e nelle verifiche sull’intero territorio comunale”.

Pubblicato in Attualità
Come è ben noto l’Italia è, insieme a Spagna e Francia, fanalino di coda tra i Paesi dell’UE per la conoscenza della lingua inglese. Infatti solo il 13% dei nativi del Bel Paese parla correttamente ed in maniera fluente l’idioma di Sua Maestà, contro il 70% circa di danesi, olandesi e svedesi, il 62% degli austriaci ed il 54% dei tedeschi. Inoltre, anche se gli spagnoli e i francesi, per ciò che concerne la conoscenza dell’inglese, sono leggermente al di sotto degli italiani, superano quest’ultimi nella classifica relativa alla conoscenza di una lingua straniera in generale: infatti circa il 13% degli spagnoli ha una buona padronanza del francese (contro il 6% degli italiani) ed il 7% dei francesi parla mediocremente spagnolo (contro il 2% dei connazionali di Dante e Michelangelo Buonarroti). Ma c’è dell’altro: secondo un sondaggio di pochi anni fa, tra gli italiani che parlano in maniera ottimale la lingua d’Oltre Manica solo il 20% circa degli intervistati ha dichiarato di essere pervenuto a questo requisito grazie all’insegnamento ricevuto dalla Scuola dell’Obbligo, mentre la restante parte ha ammesso di essere stato costretto a rivolgersi a scuole private o addirittura a trasferirsi all’estero per acquisire dei livelli soddisfacenti di conoscenza della lingua. E’ chiaro dunque che la Scuola Pubblica italiana deve far molto di più per garantire agli studenti metodi e mezzi di apprendimento più funzionali ed incisivi, nonché al passo con le nuove esigenze antropologico-sociali e con le nuove richieste in ambito lavorativo. In tal senso è da lodare l’iniziativa promossa dal Comune di San Giuseppe Vesuviano la quale, con la collaborazione del Primo Circolo Didattico, ha promosso, presso l’istituto scolastico dei Rossilli, un progetto di potenziamento di lingua inglese e spagnola, che ha implementato e valorizzato il canonico iter didattico previsto dal Ministero dell’Istruzione. Mercoledì 31 maggio, nel succitato plesso, vi è stata la cerimonia di chiusura del corso formativo, presenziata dal sindaco Vincenzo Catapano, dal dirigente scolastico Maria Rosaria Fornaro e dalle maestre tutte ove, agli scolari della scuola primaria e di quella dell’infanzia, accompagnati dai propri genitori, sono stati consegnati gli attestati di frequenza. Davvero un momento fulgido per la scuola dei Rossilli che, dopo la recente ristrutturazione, nella quale l’edificio è stato completamente riammodernato con una nuova pavimentazione, opere di tinteggiatura degli interni, installazione di nuovi infissi coibentanti termicamente, consolidamento dei solai e con il totale ammodernamento degli impianti energetici, ha avviato, per i piccoli discenti, un percorso educativo moderno e lungimirante.
Pubblicato in Cultura

L'area destinata alla futura pista ciclopedonale lungo la tratta ferroviaria Torre Annunziata - Cancello, divenuta, nel tragitto insistente nel Comune di San Giuseppe Vesuviano, meta di appassionati di running e di chi vi passeggia lungamente, per svago e per benessere, specialmente nelle ore pomeridiane della stagione primaverile ed estiva, sarà oggetto di interventi di manutenzione nel corso dei prossimi giorni. Già da qualche tempo, durante il periodo invernale, erbacce e sterpaglie avevano iniziato a ricrescere lungo i margini. Il Servizio di coordinamento per il miglioramento della qualità della vita del Comune di San Giuseppe Vesuviano, pertanto, in virtù delle linee di indirizzo espresse dal vertice dell'amministrazione comunale, ha deciso di intervenire per riqualificare l'area. Questa mattina, dunque, sono iniziati i lavori di manutenzione che consentiranno di ripulire la zona da sterpaglie e da rifiuti illecitamente abbandonati. “Desideriamo mantenere l'area pulita da erbacce che naturalmente ricrescono lungo i margini della futura pista ciclopedonale – dichiara Vincenzo Catapano, sindaco di San Giuseppe Vesuviano – Ai concittadini chiedo sinergia affinché cresca anche il senso civico. L'Earth Day 2017 che domani ospitiamo in Sala Consiliare, in tal senso, contribuirà, sotto il profilo dell'istruzione e dell'educazione, ad aumentare l'attenzione dei giovani nei confronti della salvaguardia dell'ambiente naturale. Sono certo che una maggiore sensibilità ambientale, unita ad i controlli delle forze dell'ordine, ci consentirà di tenere la città libera dai rifiuti che illecitamente vengono abbandonati”.

Pubblicato in Attualità

Come recuperare e valorizzare il patrimonio archeologico vesuviano? Ne parliamo questa sera a "Terra Mia" la trasmissione di promozione della cultura e della storia vesuviana che riparte dopo la breve sosta primaverile. Nella nuova edizione saranno diverse le novità nel talk show più amato dai vesuviani. La puntata di questa sera ha tra gli ospiti il Prof. Gennaro Barbato esperto archeologo del territorio ed il giornalista Francesco Servino noto per le sue campagne a difesa dell'ambiente e del patrimonio naturalistico dell'area vesuviana. Nella seconda parte del programma Antonella Bianco intervista lo scrittore Tonino Scala autore di un bellissimo libro ambientato proprio nell'area vesuviana.  Il programma sarà ,come sempre,  arricchito dalle incursioni poetiche del regista Mario Grazio Balzano. Novità in assoluto lo studio di registrazione che è stato realizzato all'interno della redazione del nostro giornale. La regia è curata da Pasquale Stanziano coadiuvato dal reporter Giacomo Acunzo. L'appuntamento,  quindi per questa sera alle ore 21:40 su Italia Mia canale 274 in Campania e 187 nel Lazio. 

 

Pubblicato in Attualità

La quattordicesima edizione si terrà sabato 30 aprile e domenica 1 maggio .Fervono i preparativi per la 14a “Sagra della Zeppola”. L'evento ritorna, come ogni anno, in piazza Elena d'Aosta. Sabato 30 aprile e domenica 1 maggio 2016, le pasticcerie di San Giuseppe Vesuviano, patrocinate dal Comune, riproporranno la gustosa tradizione culinaria preparando grandi quantità del tipico dolce cittadino. La sagra, come ogni anno, costituirà un momento significativo ed importante sia per le pasticcerie del territorio, che avranno occasione di promuovere i pregevoli prodotti dolciari, sia per quanti parteciperanno popolando piazza Elena d'Aosta.

Pubblicato in Attualità

Agostino Casillo è il nuovo presidente del Parco Nazionale del Vesuvio.Sarà quindi il giovane manager sangiuseppese a sostituire il prof. Ugo Leone, commissario dell’Ente Parco dal lontano dicembre del 2013. Chi è Agostino Casillo? Proviene dalla città del commercio, trentatré anni e una laurea in scienze politiche e un master in progettazione, da sempre impegnato nel campo delle energie rinnovabili. Il suo nome è stato scelto dal governatore De Luca dopo che quest’ultimo ha ascoltato il parere del capogruppo in consiglio regionale del PD, Mario Casillo. Per la nomina manca ancora qualche cavillo burocratico da ultimare, manca, infatti, la ratifica delle commissioni Ambiente della Camera e del Senato, ma il suo nome potrebbe essere annunciato ufficialmente fra qualche giorno. Continua così l’escalation per questo giovane che nella passata tornata elettorale è stato fra i principali oppositori dell’attuale primo cittadino sangiuseppese Vincenzo Catapano. Dopo l’avvenuta ufficialità si tufferà in questa nuova avventura, dove ci saranno da gestire diverse problematiche: dal rapporto con i tredici comuni che compongono il Parco, dalle esigenze rappresentate dalle associazioni per salvaguardare il turismo e dai casi spinosi dei versamenti illegali con la famosa discarica sita proprio nel Parco e soprattutto cercare di contrastare il cemento selvaggio.

Pubblicato in Locale

Domani mattina alle ore 10:30 si terrà per la prima volta a San Giuseppe Vesuviano il direttivo della storica associazione per lo sviluppo sostenibile Agenda 21. Luigi Miranda – Assessore allo Sviluppo Sostenibile del Territorio – accoglierà i membri del Direttivo per discutere delle prossime iniziative ambientali da mettere in campo. Nel pomeriggio, alle 15:30, i lavori proseguiranno in aula consiliare dove si svolgerà il workshop “co-progettare l'attuazione del PAES: strutture e meccanismi di governance a supporto dei Comuni”. L'incontro costituisce un momento di confronto fra gli Enti Locali dell'area vesuviana, dell'agro sarnese e quelli provenienti da altre Regioni italiane. In particolare, i partecipanti dialogheranno sull'importanza di una governance a livello locale per l'energia sostenibile e sulle politiche di adattamento ai cambiamenti climatici, sui vantaggi del PAES (piano di azione per l'energia sostenibile) e sugli strumenti e finanziamenti a disposizione dei Comuni. Il Sindaco Vincenzo Catapano introdurrà l'incontro e l'Assessore Luigi Miranda presenterà gli obiettivi del workshop. Al dibattito, cui sono stati invitati tutti i Sindaci dell'area vesuviana e dell'agro sarnese, prenderà parte Maurizio Tira, presidente del Coordinamento Agende 21 Locali Italiane. Parteciperanno, poi, Paolo Canducci, Antonio Tuminello, Daniela Luise, Angelo, amministratori dei Comuni di San Benedetto del Tronto, Desenzano del Garda, Castelbuono, Padova e Pavia. Interverranno, inoltre, Simone Tola, di Agire Venezia, Agenzia Veneziana per l'Energia e Piergabriele Andreoli, Agenzia per l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena.

 

Pubblicato in Attualità

“Far emergere le eccellenze campane, valorizzare il territorio vesuviano e dare spazio a tutte quelle realtà che operano silenti nel sociale”. Sono questi i tre temi principali della nuova trasmissione “Terra Mia” nata dalla sinergia tra la redazione de “il Vesuviano” e  “Italia Mia”.

 A comunicarlo sono Francesco Gravetti e Genny Galantuomo rispettivamente conduttore ed ideatore del programma televisivo che sarà trasmesso a partire dal 20 aprile tutti i lunedi sera sull’emittente regionale “Italia Mia” visibile sul canale 274 del digitale terrestre.

 

“Nei trenta minuti di programmazione settimanale – si legge nella nota redazionale – verranno ospitati personaggi e rappresentanti istituzionali, nonché esponenti del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo per affrontare temi e problematiche comuni ai paesi dell’area metropolitana a sud di Napoli. Grande risalto sarà dato al mondo dell’associazionismo e del sociale, con uno spazio dedicato che sarà curato dal C.S.V. di Napoli. Intendiamo promuovere il territorio vesuviano e tutte le opportunità che esso offre cercando di far emergere -oltre alle bellezze paesaggistiche e naturali- anche tutte quelle tradizioni che da sempre hanno caratterizzato questa terra indissolubilmente e storicamente legata a “movimenti” del Vesuvio.

Pubblicato in Attualità

Una volta tanto la fortuna ci ha visto non bene, benissimo. La tradizionale Lotteria Italia che da anni regale milioni di euro (e tanti altri ex miliardi di vecchie lire) dopo tanti anni sembra aver imboccato la strada giusta. Nell'estrazione dell'Epifania che ha baciato la nostra regione con una vincita di 1,5 milioni di euro a Caserta sono arrivati tanti altri premi in provincia. A San Giuseppe  Vesuviano è stato infatti venduto il biglietto P252146 che porterà nelle casse del possessore ben 50 mila euro. Ma la fortuna quest'anno sembra essersi affezionata all'area vesuviana così la vicina Marigliano fa incetta di premi. Nella cittadina vesuviana infatti sono dati venduti un biglietto da 50 mila uro (serie M410121) e ben due biglietti da 25 mila euro (serie B141854 - E307036). Anche a Palma Campania la dea bendata ha lasciato il segno con un biglietto da 25 mila euro (serie E024982). Nella provincia di Napoli a San Giorgio a Cremano e Casoria altri due fortunati possessori  delle serie vincenti porteranno a casa 25 mila euro a testa. Erano anni che nell'area vesuviana non si registrava una frequenza di vincite così numerose ed in un'aree piuttosto limitata. Auguri ai vincitori e buon anno!

Pubblicato in Cronache

Sarà un fine d'anno che i cittadini campani e quelli vesuviani in particolare, difficilmente dimenticheranno. La neve, infatti, ha fatto copiosa la sua comparsa questa mattina regalando immagini da cartolina un pò ovunque. Tutti con lo sguardo verso il Vesuvio per immortalare immagini da regalare ai posteri. Il bianco candore regalato dalla nevicata imprevista ma comunque gradita, ha impreziosito questi giorni di festività natalizie all'ombra del vulcano. A tante belle immagini ha fatto da contraltare il disagio che la neve ed il ghiaccio hanno rappresentato per la viabilità ordinaria. Le strade di Terzigno e San Giuseppe in molti tratti sono state chiuse dalla Polizia Locale a causa del fondo scivoloso. A Terzigno poco dopo le ore 8 un maxi tamponamento in via Einaudi ha visto coinvolto ben 6 autovetture diventate incontrollabili all'altezza del sottopasso ferroviario della Circumvesuviana. Nessun danno per i conducenti. Il pronto intervento dei caschi bianchi ha evitato danni peggiori. Tanto da fare anche per i vigili di San Giuseppe che hanno dovuto rispondere a diverse richieste di aiuto. Ad Ottaviano il primo cittadino ha dovuto emettere addirittura un'apposita ordinanza in cui si vieta fino al termine dell'emergenza neve il transito agli automezzi e ciclomotori su tutto il territorio comunale se non provvisti di catene da neve o di pneumatici termici. La circumevesuviana, invece ha registrato ritardi nella percorrenza dei treni da Napoli verso Sarno.. Insomma a tanto clamore per la neve sono arrivati disagi che il sole di mezzogiorno ha lentamente attutito. Nelle prossime ore il meteo riserva ancora temperature basse con possibilità di nevicate anche in bassa quota. (nella foto il corso Leonardo Da Vinci a Terzigno imbiancato questa mattina alle 8.30)

Pubblicato in Cronache