Capasso:"fare il sindaco è difficile e stimolante allo stesso tempo"

Scritto da  Pubblicato in Locale Letto 1653 volte

Un’elezione al primo turno e una luna di miele coi cittadini che dura ancora, dopo un anno e mezzo. Luca Capasso è il sindaco di Ottaviano, oltre che presidente della Comunità del Parco Vesuvio. E da amministratore si è reso protagonista di una serie di battaglie per il territorio vesuviano, a cominciare dalla messa in sicurezza della strada statale 268. Sindaco, a che punto è la situazione della 268?

 

C’è un cantiere aperto e funzionante. Questa è la notizia migliore, perché quando io ed altri sindaci abbiamo iniziato la battaglia per riportare la questione della 268 sotto i riflettori tutto era fermo. Ora i lavori sono ripartiti e gli autovelox, di fatto, hanno impedito il ripetersi di incidenti mortali

Ma non ci sono limiti di velocità eccessivi?

Non toccherebbe a me rispondere, ma lo faccio comunque per poter dare un chiarimento: il limite di 40 orari è obbligatorio perché quella è un’area di cantiere. Quando i lavori saranno completati anche il limite degli autovelox potrà essere alzato ma, ripeto, non è una competenza del sindaco di Ottaviano

Cambiamo argomento, quanto è dura fare il sindaco?

Fare il sindaco è difficile e stimolante allo stesso tempo. Siamo alle prese con una fase di crisi lunghissima e i cittadini stanno soffrendo. Molti si aspettano risposte che spesso non riesco a dare, ma posso garantire che per Ottaviano e per il territorio mi impegnerò sempre

La sua amministrazione, per molti aspetti, è diventata un modello da seguire…

Dobbiamo sempre migliorare, ma è certo che siamo riusciti a realizzare provvedimenti mai attuati prima. Ad esempio, abbiamo destinato il 60 per cento del bilancio alle politiche sociali senza mai cadere nell’assistenzialismo e restando sempre attenti a far quadrare tutto

Lei è di centrodestra, che giudizio dà dello stato di salute della sua coalizione?

Tutti i partiti, di ogni schieramento, dovrebbero impegnarsi per restituire dignità e pulizia alla politica e per fare in modo che i cittadini si riavvicinino alla partecipazione politica. Io sono per la trasparenza, per le primarie obbligatorie anche per scegliere i candidati al Parlamento e per una azione politica che sappia coniugare competenza, entusiasmo e rinnovamento

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 16 Gennaio 2015 21:11