Mercoledì 13 Febbraio 2013 15:15    Stampa
Quanto manca alla vita?
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Rubrica - I Ritorni
Dolly, che in inglese vuol dire “bambola”, nel 1996 divenne un famoso nome proprio: si tratta del primo mammifero clonato da una cellula somatica e sopravvissuto nell’istituto dove aveva avuto origine, fino al 14 febbraio 2003. Quanto costa un clone di sentimenti, quanto a lungo dura una clonazione di ricordi. Aldilà di tutti i progressi della scienza e di tutte le barriere dell’impossibile infrante, ricordiamoci che noi siamo pur sempre umani. Giriamo il mondo per “ritrovarci” e raramente ci ricordiamo che tutto ciò che siamo ce lo lasciamo alle spalle e la nostra ombra ne è testimone.
Passiamo tutti le stesse cose, cambia solamente il modo e il tempo.
Non c’è maggior dolore lì dove c’è maggiore intensità o strazio immane, ci sono solamente chilometri di esperienza in più. I giorni normali insegnano a saper fare il proprio mestiere, quelli che ci ricordiamo una volta trascorsi anche gli anni lasciano a noi, invece, un’ampia lezione di vita senza libri.Quando il traguardo viene strappato, quando la cena è finalmente pronta, quando un libro arriva all’ultima pagina, si scioglie anche il groppo al cuore che attendeva un pò di pace.Termina il primo giorno di lavoro, così come termina l’ultimo. Termina l’entusiasmo del principio, così come termina la tranquillità della fine.
Penso alle persone che confondono la tristezza con la bellezza della normalità. Penso a quelle che perdono ogni giorno l’emozione dei doni che hanno, soltanto perché li considerano sicuri. E capisco la differenza tra soffrire e lamentarsi. Capisco la differenza tra scegliere il sole o una stanza buia.
Capita sempre che il buio diventi ancora più buio quando ci copriamo gli occhi per non vedere. Le mani dovrebbero servire sì, per coprire gli occhi, ma soltanto quando la luce è accecante e lo sguardo, da solo, non riesce a contenere tanta felicità.
Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com