Giovedì 06 Giugno 2013 00:00    Stampa
Concluso il Football Leader: premi, tecnica calcistica e spettacolo
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Sport - Varie
Si è chiuso tra sorrisi e abbracci il meeting Football Leader 2013, un evento organizzato dalla DGS Sport&Cultura dei giornalisti Massimo D’Alessandro, Gianluca Gifuni e Dario Sarnataro, in collaborazione con la “Eventualmente” di Luciano Cotena. Nella straordinaria cornice del Grand Hotel “Il Saraceno” di Amalfi per la prima volta in assoluto i premi sono stati assegnati da una giuria composta da tutti i tecnici di Serie A, iscritti all’Associazione Italiana Allenatori Calcio (AIAC), che ha patrocinato la manifestazione e presieduta da Renzo Ulivieri.

Una delle stelle dell’Under 21 e del Napoli, Lorenzo Insigne, e uno degli allenatori più apprezzati in Italia, Delio Rossi, sono stati anche loro fregiati dei prestigiosi premi assegnati al Football Leader 2013 che si è tenuto dal 27 al 29 maggio. Il giovane attaccante del Napoli è stato insignito dall’Assoallenatori (Aiac) e quindi dai tecnici di serie A, del riconoscimento “Leader Under 21”, assegnato al calciatore che si è messo in evidenza in serie A non solo per capacità tecniche e per rendimento, ma anche per le potenzialità che potranno renderlo sicuro protagonista nel calcio italiano del futuro. Il mister Rossi, invece, ha ritirato uno dei premi speciali assegnati – in collaborazione con l’Assoallenatori – dal Comune di Amalfi, con il sindaco Alfonso Del Pizzo, per “aver dato in passato lustro al territorio di Salerno e provincia con i suoi eccellenti risultati sportivi e, nel contempo, mostrando un legame molto affettuoso con la terra che lo ha accolto per quattro anni”. Il gran finale dell’evento ha visto la presenza di numerose personalità del mondo del calcio e non solo. Manifestazione indimenticabile con i divertenti siparietti prima e dopo la serata di gala: la discussione tra Enrico Fedele e Delio Rossi sull’importanza, o meno, dei moduli; l’affascinante apertura del convegno sul “3-5-2” con il presidente Aiac, Renzo Ulivieri, che ha tenuto banco dinanzi a tantissimi giovani allenatori campani presenti alla kermesse; il brillante coordinamento del convegno da parte di Ivan Zazzaroni; l’abbraccio, a distanza di anni, tutto cagliaritano, tra Daniele Conti e Renzo Ulivieri e poi tra lo stesso capitano rossoblù e Gennaro Iezzo; le parole emozionanti destinate, nel corso della presentazione del libro “Di Marzio racconta Di Marzio”, da Gianluca Di Marzio al padre Gianni e all’indimenticabile Stefano Borgonovo e la chiosa sull’importanza della critica della stampa sportiva di Paolo De Paola; l’intervento illuminante, nel corso della cena, di Xavier Jacobelli; scherzosi scambi di battute tra gli allenatori, Serse CosmiGiuseppe Sannino e Daniele Conti abbracciati, con Sasà Campilongo e Giuseppe Iachini di nuovo amici dopo i tempi di Venezia; gli artisti Gigi Finizio, Nino Buonocore, Peppe Iodice e Monica Sarnelli; l’incontro tra i manager Andreotti, Della Monica e Ottaiano con gli altri operatori di mercato; i sorrisi e la classe di Toni Iavarone e degli altri giornalisti presenti; lo stile dei presentatori Ornella Mancini e Gigio Rosa; l’allenatore del Sassuolo, Eusebio Di Francesco, che è rimasto affascinato dalle bellezze della nostra Costiera; Corrado Ferlaino, che ha ringraziato a distanza di trent’anni il dg Pierpaolo Marino per l’acquisto “essenziale”. Proprio l’attuale direttore generale dell’Atalanta è stato tra i protagonisti di Football Leader 2013. La giuria tecnica, composta dai giornalisti Paolo De Paola, Ivan Zazzaroni, Matteo Marani e Xavier Jacobelli gli ha infatti assegnato il riconoscimento “Scouting Leader”.

“Sono onorato – ha dichiarato Marino - e devo condividere questo prestigioso premio con tutti i miei collaboratori: nella scoperta di talenti e di giovani è essenziale il lavoro d'equipe". Pierpaolo Marino ha poi parlato di attualità, con il destino dell'Atalanta legato in qualche modo anche al futuro di Bonaventura, Cigarini e Consigli. Anche l'amministratore delegato della Fiorentina, Sandro Mencucci, ha ritirato il premio “Fair Play”, assegnato dall'Assoallenatori alla Fiorentina. "Questo premio ci inorgoglisce, rende merito alle tante iniziative di solidarietà che portiamo avanti, a partire da “Save the Children”. Ringrazio gli allenatori che ci hanno votato, questa kermesse è di alto profilo”. E poi sul futuro dei Viola ha concluso: “Puntiamo molto su Giuseppe Rossi e con noi anche tutto il calcio italiano”. Da non dimenticare gli interventi telefonici di altri due premiati, Walter Mazzarri e Lorenzo Insigne e il saluto di Vincenzo Montella. E se Peppe Iodice ha tenuto banco con la sua ironia, sulla scorta del successo di “Peppy Hour” e se Monica Sarnelli ha illuminato la serata con la sua splendida voce e bellezza e se Nino Buonocore con la sua classe ha cantato in anteprima brani del suo ultimo lavoro “Segnali di umana presenza”, Gigi Finizio ha annunciato il progetto di voler scrivere un inno sul Napoli. Il cantautore ha, infatti, annunciato: “E’ nata l'idea di scrivere un nuovo inno del Napoli insieme ad Alessandro Siani, con cui ho già scritto i pezzi del mio ultimo album”.

Football Leader è stato un evento che ha riscontrato notevole successo, ben oltre ogni aspettativa, con grande soddisfazione degli organizzatori che hanno già dato appuntamento al prossimo anno, con la promessa di presentare un evento ancor più ricco, interessante e divertente allo stesso tempo.

 


 

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com