Martedì 19 Aprile 2011 11:07    Stampa
Approvato il primo Piano Urbanisto di Terzigno
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Politica - Locale

Il 15 aprile scorso è avvenuta, presso il Comune di Terzigno, la presentazione ufficiale del nuovo Piano Urbanistico Comunale (PUC). All'evento hanno preso parte i vertici dell’Amministrazione comunale, tra questi il primo cittadino Domenico Auricchio ed il presidente del Consiglio Comunale Stefano Pagano, “Un piano fatto alla luce del sole, ringraziando quanti hanno lavorato per raggiungere questo obiettivo" hanno dichiarato, con l’apertura dei lavori, Auricchio e Pagano, sottolineando le difficoltà incontrate e lo scetticismo generale dei cittadini, sconcertati di fronte alla situazione vigente nel Paese. Alla presentazione, oltre ai rappresentanti del governo locale, hanno preso parte anche i tecnici specializzati in materia che hanno ricevuto l’incarico di redigere il Piano. Figure professionali dei settori di pianificazione urbanistica, in aggiunta a quelli geologico, ingegneristico, giuridico e architettonico. Il PUC, infatti, è lo strumento tecnico per la gestione del territorio comunale attraverso la cartografia e molti dati tecnici, in base alle linee guida date dalla normativa urbanistica, nazionale e regionale. Il PUC detta, quindi, le attività di trasformazione urbana e territoriale del Comune. Il Piano Urbanistico è una ridefinizione del vecchio Piano Regolatore Generale (PRG) e Regolamento Edilizio. A Terzigno, questo Puc è stato il primo ad essere stato redatto, e dopo un lungo e travagliato iter, ad essere definitivamente approvato. L'ingegnere Sabini, infatti, ha spiegato che questo è stato un “iter lungo otto anni (iniziato nel 2003 con l'amministrazione Avino) che ha visto ben tre commissariamenti, l'ultimo è riuscito a varare il Piano a Terzigno, approvato definitivamente dalla Provincia di Napoli il 25 gennaio scorso”. Questo contiene sostanziali modifiche, anche importanti, all’assetto territoriale terzignese, così come ha affermato il “capogruppo progettista Puc”, l’architetto Loreto Colombo. Nel corso della presentazione, infatti, Colombo ha illustrato il nuovo Piano ed ha mostrato anche alcune diapositive esplicative delle tavole, del redigendo piano, sottolineando proprio le differenze intervenute. Molti cittadini hanno affollato l’Aula Consiliare, curiosi di apprendere le novità. Alcuni di questi presenti, però, non hanno fatto mancare osservazioni e critiche, convinti anche che l'approvazione del Piano si è presentata nel momento propizio per distogliere l'attenzione dal problema discarica. Il Puc di Terzigno non è però un punto di arrivo per il Paese, ma uno di partenza. E’ il piano costituito da regole importanti che devono essere rispettate dai cittadini, intrecciandosi con il problema degli abusi edilizi. Tra gli elementi più importanti del Puc vi è la “perequazione”, come precisato dal professor Colombo, cioè la concessione al cittadino del diritto di costruire case private in altre aree, in cambio di terreni privati per la realizzazione di opere pubbliche. Opere importanti in un Paese che offre, ad oggi, servizi pubblici che risultano spesso insufficienti per l'intera popolazione. Ed è così che Terzigno inizia la sua marcia verso la conquista di uno sviluppo, concreto e compatibile, con le esigenze della sua storia e coi bisogni futuri della collettività.

Joomla Templates and Joomla Extensions by ZooTemplate.Com