Vacanze 2016, seconda tappa a Tropea perla del Mediterraneo

Martedì, 12 Luglio 2016 08:16 Scritto da  Paola Gentile Pubblicato in Tempo Libero Letto 1134 volte

Continua il nostro viaggio tra le bellezze del Sud Italia al fine di proporre ai nostri lettori le migliori mete estive. Dopo Pizzo Calabro oggi vi proponiamo la vicina Tropea, perla del Mediterraneo. Il cielo che trascolora fino a diventare un tutt’uno con il mare azzurrissimo, gli inconfondibili scogli, la sabbia bianca, la prospettiva di trascorrere un soggiorno in pieno relax: questo e molto altro è Tropea. Sei spiagge per una sola vacanza La spiaggia del Cannone è ideale per chi desidera rimanere in tranquillità a godersi la tintarella. Situata nella posizione privilegiata tra il porto turistico e lo scoglio di San Leonardo, è riservata e poco frequentata. Come avere una spiaggia privata. Scenario suggestivo, rupe a strapiombo sul mare, bagno tra gli scogli: è la spiaggia della Rotonda. Per gli amanti degli sport acquatici consigliamo la spiaggia ‘a Linguata, con il suo fondale limpido, adatto per le immersioni. La meravigliosa Grotta Azzurra - Spiaggia l’Occhiale - è una delle attrazioni più rinomate di Tropea. I raggi del sole che, penetrando dalle fessure tra le rocce colorano di azzurro le acque, regalano uno spettacolo imperdibile. Tra lo scoglio dell’Isola Bella e la Spiaggia della Rotonda c’è Marina dell’Isola, un vero e proprio paradiso terrestre. La spiaggia del Convento è una delle migliori della Costa degli Dei. Infine Passo Cavalieri, esempio lampante di come la natura possa essere variegata e selvaggia in un lembo di terra ristretto ed armonico. L’antica Trionfea e il Santuario di Santa Maria dell’Isola La leggenda narra che Ercole, di ritorno dalla Spagna, abbia fondato la città. Altre, invece, annoverano i romani tra i creatori di Tropea. Infatti, dopo la vittoria di Pompeo su Cesare le venne attribuito il nome di Trionfea divenuto poi Tropea. Visibili le impronte lasciate dalle altre dominazioni: bizantina, normanna ed aragonese. Imponente e maestoso, il Santuario è il simbolo della cittadina. Arroccato su di un promontorio altissimo, ospita la cattedrale datata 1100, in stile romanico, contenente la sacra effige della Madonna della Romania. I palazzi nobiliari, nel centro storico, con i famosi “portali”, rappresentano le famiglie nobiliari. Alcuni sono dotati di grosse cisterne scavate nella roccia, che servivano per accumulare il grano proveniente dal Monte Poro. Manicaretti, Pizzi e vecchi merletti I profumi delle trecce di cipolla rossa, l’odore dell’origano, la gustosa fragranza dei manicaretti tipici del luogo diventano un tripudio di sensazioni che esplodono a contatto con le papille gustative. La cipolla rossa, denominazione IGP, è il vanto di questa terra. Furono i Fenici e i Greci ad introdurla e, nel corso del tempo, si è fatta apprezzare per le sue proprietà curative ed antiossidanti. Il gelato e la marmellata al gusto di cipolla rossa sono due delle leccornie da provare almeno una volta nella vita. Un tempo una delle attività più remunerative era la tessitura. Le donne tropeane tessevano ore ed ore sui pesanti telai creando veri e propri gioielli di artigianato. Tutto ciò è rimasto inalterato nel tempo. Un posto per tutte le tasche Il bello di trascorrere una vacanza a Tropea è la possibilità di spendere poco senza rinunciare ai confort. Per chi desidera rilassarsi in magnifiche camere superaccessoriate consigliamo i vari Hotel e i B&B con vista sul mare, che coniugano benessere e spending review. Per le famiglie o i gruppi di amici l’ideale sono le case vacanze ma anche l’accogliente e fornita area camping; uno spazio pulito ed attrezzato dove vivere a contatto con la natura. Da segnalare: il Tropea Film Festival. Appuntamento imperdibile del mese di agosto.

Ultima modifica il Giovedì, 07 Marzo 2019 09:45