Al coreutico di Pompei, qui dove crescono i ballerini del futuro

Scritto da  Speranza Galantuomo Pubblicato in Cultura Letto 165 volte

Il liceo statale "Pascal" di Pompei rappresenta da anni una eccellenza del territorio vesuviano in particolar modo per quegli studenti che cercano dei percorsi di formazione all'avanguardia e sempre più vicini agli standard dei coetanei europei. Da circa 5 anni affianco agli indirizzi tradizionali liceali quali sono il liceo scientifico, linguistico artistico e umanistico, si è posizionato l'indirizzo coreutico musicale. Un liceo rivolto principalmente ai giovani che prediligono uno studio abbinato alla pratica coreutica e della danza classica o contemporanea. Partito in sordina - sotto l'attenta supervisione dell'Accademia nazionale della danza- il liceo coreutico di Pompei in pochi anni si è affermato come sicuro punto di riferimento per i giovani dell'area vesuviana e dell'hinterland napoletano che tra le mura del Pascal trovano la giusta dimensione per abbinare allo studio delle materie classiche anche apposite sale per la pratica della danza e dei laboratori coreutici. Il liceo coreutico si costituisce nel 2010 ed ha lo scopo di conferire una preparazione adeguata sia in ambito scolastico che in ambito coreutico. In questo indirizzo, per i primi due anni è possibile acquisire la prima conoscenza delle basi della tecnica della danza sia classica che contemporanea, i successivi tre anni si caratterizzano per una sostanziale differenza rispetto al biennio,la classe, infatti, in base alle competenze acquisite verrà proiettata su uno studio più approfondito delle due discipline,quindi o di tecnica di danza classica o di tecnica di danza contemporanea. All’interno dell’indirizzo, ovviamente oltre allo studio della danza, c’è anche l’obbligo di studiare le materie tradizionali (italiano, matematica, geostoria, storia dell'arte e inglese) Il liceo coreutico, come tutti gli indirizzi delle scuole secondarie, consente l'accesso a tutte le facoltà universitarie senza alcuna limitazione.