Vota questo articolo
(0 Voti)

Sant'Anastasia, Pone presenta la sua squadra

Mercoledì, 26 Agosto 2020 10:15 Scritto da

Sant’Anastasia. Tre liste sosteranno il candidato sindaco Carmine Pone: Carmine Pone sindaco, Sant’Anastasia orgogliosa e forte e Popolari e riformisti. “Come avevo annunciato, le mie liste sono composte da persone che hanno sposato la nostra proposta politica”, commenta Carmine Pone, Pone, 60 anni, avvocato, sposato con Lucia Spadaro, ha due figli Giuseppe e Arturo è stato già sindaco nel 2007. “Una proposta trasversale, popolare e riformista”, aggiunge il candidato. Nelle mie liste ci sono donne e uomini pronti ad impegnarsi per il bene della città, che hanno deciso di mettere le loro competenze al servizio di Sant'Anastasia. Non cercano “potere”, ma credono che l'impegno, le idee e i progetti possono fornire la svolta di cui abbiamo bisogno. Sono orgoglioso che abbiano scelto me e sono orgoglioso di rappresentarli”. Dalla sua Carmine Pone può contare su un’esperienza politica e capacità nella gestione amministrativa comprovate, doti che oggi sono fondamentali per far ripartire Sant’Anastasia da quanto di buono è stato programmato negli ultimi anni, ma con una importante spinta innovativa. A questo link i candidati al consiglio comunale che sostengono Pone https://www.carminepone.it/liste/

Vota questo articolo
(0 Voti)

In un video girato nel Vesuviano spiega le ragioni di una scelta. Non una semplice candidatura, ma un impegno che Angela Giugliano vuole prendere con gli elettori. Ambiente, Scuola, Disabilità, Pari Opportunità e Cultura sono alcuni dei temi su cui la Giugliano intende lavorare una volta eletta, temi per i quali ha già dimostrato di saper bene operare quando è stata assessore al Comune di San Gennaro Vesuviano La Giugliano, è candidata nella lista Campania Europa a sostegno di De Luca, ha 45 anni, è docente di materie letterarie all’istituto comprensivo "Vincenzo Russo" di Palma Campania, rappresentante sindacale Gilda scuola e responsabile di una sede Caf. Ha un compagno ed è mamma di due bellissimi bambini. “Ho una bella famiglia ed un lavoro che amo”, commenta Angela Giugliano, “allo stesso tempo mi sta a cuore il nostro territorio e per questo ho deciso di candidarmi. Intendo concentrare il mio impegno politico seguendo il percorso tracciato delle battaglie liberali e radicali, in difesa dei diritti individuali in questo modo riusciremo a migliorare la vita di molti e a contribuire alla crescita sociale e economica della nostra regione. Mi batterò perchè le zone interne vesuviane attraverso l'attuazione di piani di coesione sociale e territoriale possano finalmente crescere economicamente e socialmente. Tutti i settori dall'Agricoltura al Turismo devono beneficiare del patrimonio naturale di cui è dotato il nostro territorio, la Regione deve essere capofila di un progetto che metta in rete tutte le potenzialità della terra vesuviana capace di coniugare tutela e sviluppo. In questo progetto avranno un ruolo da protagonista la scuola, gli attrattori turistici, musei e parchi naturali, le tante piccole imprese che con sacrifici portano avanti produzioni dei prodotti tipici. La Campania dovrà anche essere la Regione dove nessuno si senta escluso, per questo è fondamentale lavorare per eliminare le barriere mentali e fisiche che rendono difficile la vita delle persone diversamente abili, impediscono alle donne di raggiungere pienamente le pari opportunità, fanno vivere alla comunità Lgbt discriminazioni inaccettabili. C’è tanto lavoro da fare, e non mi spaventa. So che con l’aiuto della gente che vorrà sostenermi, insieme potremo farlo”.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Con una diretta sui canali social Facebook ed Instagram il candidato sindaco di Sant’Anastasia Carmine Pone ha deciso di comunicare ai cittadini quali sono stati i criteri adottati per “formare la squadra che deve far vincere Sant’Anastasia” in vista delle elezioni di settembre. “Quando sono partito con questo progetto ho trovato un’adesione convinta, alla nostra proposta politica, da parte di tanti cittadini anastasiani di buona volontà”, commenta Pone, “a loro ci stavamo rivolgendo, il nostro appello non è mai andato ai rappresentanti della società politica anastasiana, ma agli elettori. Questo è, infatti, il momento dove i cittadini di buona volontà devono fare un passo avanti e permettere alla città di rimettersi in piedi, abbiamo escluso qualcuno, immagino che sia rimasto deluso, ma non me ne deve volere. Sono stato chiaro fin dal principio su quali sarebbero stati i connotati della squadra, persone che hanno raccolto la nostra proposta politica che è innanzitutto interclassista, popolare e riformista. Gli altri smettessero di coniare definizioni a raffica sul nostro conto e si occupassero dei loro disagi. Quello che siamo lo dimostriamo con parole e azioni, nelle nostre liste ci sono giovani interessanti che hanno studiato bene e vogliono dare una mano al paese, commercianti, imprenditori, professionisti, tutta Sant’Anastasia. Un gruppo fortemente radicato sul territorio, una squadra che copre ogni quartiere e coinvolge tutti gli strati sociali, chi si sente escluso lo fa per conto suo”. L’appello di Pone va nella direzione di una campagna elettorale moderata che punti ai contenuti e non alle bagarre. “Nella vicenda attuale un dato emerge in maniera incontrovertibile: noi lanciamo i temi, noi vogliamo parlare di contenuti e invece ci rispondono con contumelie, invettive e valutazioni che riguardano le nostre persone e sono molto brutte oltre ad essere connotate da un atteggiamento velenoso che noi respingiamo perché manteniamo dritta la barra sulle cose da fare. Non abbiamo conti aperti con nessuno, vogliamo occuparci solo di quello che serve a questo paese. Chi ha più idee le mettesse sul campo, contribuisse al dibattito politico e vinca il migliore”.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Terzigno. Nell'accogliente location di Villa Fortuna, tra filari di alberi ed un lussureggiante prato in stile inglese, si è tenuta a battesimo la candidatura per le prossime elezioni regionali di Autilia Carillo, giovane e brillante commercialista terzignese, che il prossimo 20 settembre sarà nelle liste del Partito Democratico a sostegno del presidente Vincenzo De Luca. L'occasione è stata propizia per la consigliera comunale per tracciare un breve bilancio del suo mandato elettorale in seno al consiglio comunale terzignese e porre l'attenzione sul piano per l'insediamento produttivo progettato a Terzigno ( in Italia è uno strumento urbanistico introdotto dalla legge 22 ottobre 1971, n. 865 al fine di agevolare la realizzazione di aree specializzate ad accogliere insediamenti produttivi). A supportare la candidatura di Autilia Carillo, l'ex sindaco di Terzigno Domenico Auricchio, il quale, ha rivendicato la paternità del PIP elaborato durante il suo mandato nel 2009 dall'ing. Losco, auspicando, l'affermazione elettorale alla Carillo. Sullo stessa linea di Auricchio, anche il consigliere Salvatore Carillo, che proprio con Autilia, due anni fà, costituì il gruppo consiliare "Insieme per il futuro" e con la quale condivide un comune percorso politico. "Pensiamo al futuro di Terzigno con progetti sostenibili e che possano rispondere alle esigenze del nostro territorio in termini di sviluppo e lavoro - così nel suo intervento l'imprenditore terzignese - sono convinto che Autilia saprà dare le risposte che i cittadini vesuviani aspettano da tempo". " Dopo la più grande crisi economica vissuta dal mezzogiorno - ha sottolineato Autilia Carillo - post guerra mondiale, la politica deve farsi trovare pronta ad assumersi le proprie responsabilità per essere vicina ai bisogni dei cittadini e delle imprese. La parola d'ordine deve essere: ripartire subito ed investire nei territori, bisogna provare a compiere un miracolo economico post covid e dare soluzioni immediate. Ringrazio l'onorevole Piero De Luca e l'onorevole Mario Casillo che sono intervenuti per sostenere questa iniziativa e dare sostegno alla mia candidatura a consigliere della Regione Campania". A supportare il progetto della prima candidata donna alla Regione nella storia della cittadina vesuviana, anche i consiglieri comunali Vincenzo Aquino (prossimo candidato a primo cittadino), Mariagrazia Sabella e tanti imprenditori vesuviani pronti ad investire sul PIP e rappresentati in sala da Michele Annunziata.

Vota questo articolo
(0 Voti)

“Fate presto! La clinica Trusso di Ottaviano mette a disposizione circa 40 posti letto, dove i pazienti possono essere ospitati anche in condizioni di isolamento. In questo modo, possono essere ricoverati anche i contagiati da covid – 19 fuori pericolo. Ma bisogna muoversi, bisogna fare presto per liberare i primi 40 posti dagli ospedali intasati: ci vogliono risposte rapidissime dalla Regione”. Lo rende noto il sindaco di Ottaviano Luca Capasso, che ha concordato l’appello con i responsabili della casa di cura ottavianese. “Grazie alla disponibilità della Trusso possiamo dare una risposta concreta ai problemi di sovraffollamento degli ospedali: i posti sono qui, sono disponibili, ma bisogna evitare di perdere tempo. Fate presto!”, aggiunge Capasso.