Venerdì, 30 Ottobre 2020 08:22

Clamoroso! L'arbitro sbaglia il referto ed il Terzigno rischia il 3-0 a tavolino

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
In un'epoca in cui il mondo del calcio si è dotato delle più sofisticate tecnologie per limitare gli errori arbitrali una storia, al limite dell'incredibile, arriva dalla Campania! Non bastano più la VAR e la gol line technology per stabilire realmente se un gol sia valido e se, grazie ai computer, l'andamento di una gara (con il corrispondente risultato finale) sia quello giusto. Perché la storia che si è consumata domenica scorsa sui campi della Campania è destinata ad entrare nel guinners dei primati. Ad Ottaviano domenica scorsa si è giocata la partita Terzigno - Sant'Antonio Abate (federalmente i vesuviani sono la Edilmer Cardito) i Rossoneri hanno meritatamente vinto sul campo 2-0 al termine di una partita tutto sommato regolare e, ad onor del vero, gestita anche bene dal direttore di gara Mario Petrone di Caserta. Ieri però, alla lettura del comunicato ufficiale del Comitato regionale campano è arrivata una brutta sorpresa per i tifosi Rossoneri. Il Giudice Sportivo, visto il reclamo della società Abatese non ha omologato il risultato sul campo! Motivo? Un grossolano errore del direttore di gara. Il signor Mario Petrone nel redigere il verbale di gara ha erroneamente riportato una sostituzione in più rispetto a quelle previste dal regolamento del gioco del calcio, 6 in luogo delle 5 autorizzate! Un mero errore di trascrizione che però è stato prontamente impugnato dal Sant'Antonio Abate per chiedere la vittoria a tavolino. Il Terzigno ovviamente, farà valere le proprie ragioni forte anche del fatto che la gara è stata ripresa in diretta dal "Vesuviano TV" e trasmessa anche dall'emittente regionale Italiamia canale 274. Dalle immagini è evidente che l'errore riportato dall'arbitro è di errata trascrizione. L'auspicio infatti è che ora il giudice sportivo chieda all'arbitro Petrone un supplemento al referto della partita e che soprattutto restituisca credibilità alla classe arbitrale.
Letto 580 volte Ultima modifica il Venerdì, 30 Ottobre 2020 08:37