Blitz della Polizia, colpo al clan "De Micco" In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Cronache Letto 1971 volte

Alle prime luci del mattino è iniziata l’operazione della Polizia che ha eseguito 12  ordinanze di custodia cautelare in Carcere nei confronti di persone ritenute affiliate al clan camorristico "De Micco", operante prevalentemente nella zona di Ponticelli e responsabili, a vario titolo, di estorsione aggravata dal metodo mafioso, porto e detenzione illegale di armi, incendio doloso. Nel corso delle indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i poliziotti della Squadra Mobile hanno accertato l’operatività di tale compagine criminale nel controllo armato del territorio e nell’imposizione del pizzo ad operatori economici della zona. Con questa operazione l’organizzazione criminale legata al clan “De Micco” subisce un ulteriore colpo teso a limitarne l’azione, dopo il blitz dello scorso 19 febbraio condotto dai Carabinieri della compagnia di Poggioreale che portò alla cattura di  Salvatore De Micco, 29 anni, ritenuto il reggente dell'omonimo clan camorristico molto attivo nell'area est di Napoli. De Micco era destinatario di vari provvedimenti restrittivi emessi per omicidio, associazione di tipo mafioso, droga e rapina. La cattura avvenne al termine di un rocambolesco inseguimento partito da viale Margherita nel centro di Napoli, dove i militari dell'Arma lo notarono mentre viaggiava alla guida di una delle auto che si sapevano essere nella sua disponibilità.  Quando i militari si avvicinarono  alla vettura per fermarla, l’uomo immediatamente si diede alla fuga: l’inseguimento durò per alcuni chilometri, finché l'intervento delle gazzelle permise di bloccare la strada all'auto guidata da De Micco.Sceso dalla vettura, l'uomo continuò a scappare a piedi tentando invano di nascondersi tra i veicoli in sosta di un parcheggio buio, ma venne stanato e ammanettato dai militari. De Micco venne trovato in possesso di un documento falso ed era noto anche perché aveva relazioni per l’acquisto e spaccio di droga del tristemente famoso capo ultrà “Genny ‘a carogna” assunto agli onori della cronaca per i fatti della tragica finale di Coppa Italia dell’anno scorso. E’ evidente che le misure cautelari emesse sono mirate a limitare l’azione dei reggenti dal carcere. Un duro colpo alla camorra che adesso si trova a dover gestire un vuoto di potere nei quartieri dominati dai De Micco, per cui gli inquirenti temono che possa scatenarsi una nuova guerra tra faide emergenti per la gestione delle attività criminali nel popoloso quartiere di Ponticelli.

Elenco delle persone colpite dalle ordinanze

          COCOZZA Moreno,  nato a  Napoli il 09.07.1985;

·        DE LIGUORI Luigi, nato a  Napoli il 10.02.1977;

·        ESPOSITO Alessio nato a Napoli il 15.06.1994;

·        GENTILE Michele nato a Napoli 8.7.1992;

·        OTTAIANO Giovanni nato a Napoli il 12.10.1979;

·        PANE Roberto nato a Napoli il 03.09.1984;

·        SCALA Roberto nato a Napoli il 17.06.1976;

·        SORRENTINO Gennaro  nato a Napoli 31.10.1979;

·        SORRENTINO Mario nato a Napoli il 06.10.1984;

·        DE MARTINO Giuseppe nato a Napoli il 04.11.1990;

·        NAPOLITANO Giuseppe nato a Napoli l’11.08.1990;

·        DE MICCO Salvatore nato a Napoli 18.08.1985, già detenuto per altra causa.

     

 

Ultima modifica il Lunedì, 23 Marzo 2015 14:03