Vota questo articolo
(1 Vota)

A Gragnano il X Memorial Correale

Sabato, 10 Marzo 2018 09:54 Scritto da
Il 17 e 18 marzo 2018 presso l’Hotel Parco a Gragnano, si terrà il X Memorial Correale, XLVI manifestazione di numismatica, filatelia, cartamoneta, cartofilia, bibliofilia, gettoni, telecarte e oggettistica varia. Un’esposizione per rivivere i ricordi del passato e promuovere la coscienza storica, punto d’incontro due volte l’anno dell’Italia meridionale dal 1994, con la presenza di periti specializzati ed esperti operatori del settore, che per l’occasione metteranno in esposizione all’interno delle sale del prestigioso Hotel Parco autentiche rarità: monete, francobolli, banconote, decorazioni militari, cartoline, storia postale, gettoni, tokens, stampe, orologi, album da collezione, immagini sacre, carte telefoniche, quotidiani, locandine, libri, fumetti, figurine, calendari militari, penne da scrittura, pins, spille, oggettistica varia, accessori e raccoglitori per collezioni. Saranno presenti: Elena Alessandra Anticoli De Curtis, Presidente dell’Associazione Antonio de Curtis, in arte Totò, Maurizio Cuomo, Direttore responsabile di Liberoricercatore.it , il portale informativo della “Città delle Acque”: storia, cultura, natura e tradizioni stabiesi, Poste Italiane Filatelia, con uno spazio espositivo dove sará possibile acquistare folder, francobolli, bollettini illustrativi, cartoline filateliche, interi postali, tessere. Orari: Sabato 17 Marzo 2018, dalle ore 9:00/13:00 – 15:00/19:00 e domenica 18 Marzo 2018, dalle ore 9:00 alle 14:00.
Vota questo articolo
(1 Vota)
Nell’immimenza della S.Pasqua, il 25 marzo 2018, l’Associazione Culturale Noi per Napoli presenta un Evento davvero eccezionale il ” Concerto di Pasqua “presso il Complesso monumentale di S.Anna dei Lombardi a Napoli in Piazza Monteoliveto, nella Domenica delle Palme che precede la Domenica di Pasqua, per celebrare con l’ inestimabile bellezza della musica, del canto e dell’arte un Inno alla vita nel nome della solidarietà, della speranza e dell’accoglienza verso tutti coloro che” soffrono per la mancanza di lavoro,per i drammi familiari, per le malattie, soffrono a causa delleguerre e del terrorismo, a causa degli interessi che muovono le armi e le fanno colpire ,uomini e donne ingannati, violati nella loro dignità, scartati” e per lanciare un messaggio di riconciliazione,di pace, di giustizia ed equità sociale raffigurati dell’Ulivo della Pasqua incipiente! Protagonisti del Concerto saranno artisti lirici Olga De Maio soprano,Luca Lupoli tenore,il M° Davide Inglese cornista, accompagnati dall’Orchestra San Giovanni e dal Coro Vox Artis diretti dal M° Keith Goodman,con circa 50 artisti tra professori d’orchestra e coristi! Eseguiranno un programma che spazia dalle Arie sacre tratte dalle opere di autori come Pergolesi,quale il Salve Regina,Haendel,Serse,Rossini,Petite Messe Solennelle,Franck con lo stupendo Panis Angelicus,il virtuosistico Concerto di Mozart per corno ed orchestra n.1 K412, brani corali di Haydn,Mozart ( Veni Sancte Spiritu k.41)ed Haendel,un ricco e vario programma che sarà introdotto dagli interventi storici del giornalista Giuseppe Giorgio. Omaggio all’Arte con la Visita guidata del complesso monumentale di Sant’Anna dei Lombardi,cornice del Concerto e della stupenda cinquecentesca Sala del Vasari,curata dalle nostre esperte guide. Arte, musica e canto insomma si uniscono per dare voce anche alla solidarietà, perché L’Associazione Culturale Noi per Napoli è impegnata anche a contribuire con una parte del ricavato di questo Evento,come anche dei precedenti, ad acquistare generi alimentari per la Mensa S.Francesco e S.Chiara di Piazza del Gesù a Napoli,obiettivo diventato ormai parte integrante dei loro eventi.
Vota questo articolo
(1 Vota)

Nuovo look per il Molo Beverello di Napoli

Sabato, 10 Febbraio 2018 11:46 Scritto da
Il progetto, come si legge sul sito dell’Autorità portuale di Napoli, prevede la demolizione delle strutture esistenti e la realizzazione di una nuova stazione marittima per le vie veloci di collegamento con le isole del Golfo di Napoli e con la Costiera, i cui manufatti saranno utilizzati per i servizi connessi alle attività di banchina e di traffico passeggeri nonché alla realizzazione, nella parte relativa alla copertura, di una passeggiata – lungomare – di cui la città è sprovvista, in continuità con l’accesso alla città, attraverso la nuova stazione della metropolitana di piazza municipio. Il progetto consiste nella riqualificazione delle infrastrutture esistenti, attraverso la valorizzazione architettonica dei luoghi e il potenziamento dell’efficienza trasportistica di quest’ambito portuale. La superficie complessiva interessata dal progetto è di circa 14.000 mq. Si parte dalla realizzazione di un nuovo terminal passeggeri di servizio al traffico marittimo (metrò del mare) del golfo di Napoli. Il terminal è stato pensato come una struttura multifunzionale in cui saranno collocate aree biglietterie, uffici, negozi, bar e servizi, oltre ad aree attesa con i relativi servizi (wc, sala internet etc.). Il riassetto del molo prevede un nuovo Terminal plurifunzionale con le seguenti funzioni: • servizi ai passeggeri (spazi di attesa, biglietterie, servizi igienici ecc.) di complessivi mq 3260 circa; • servizi commerciali per complessivi 465 mq circa; • servizi di ristorazione per complessivi 475 mq circa; • uffici per complessivi 220 mq circa; La realizzazione del terminal passeggeri risponde non solo ad esigenze di tipo strutturale, data la vetustà delle strutture esistenti, che, realizzate negli anni ’90, non più in grado di sostenere i rilevanti flussi di passeggeri ma anche ad esigenze di tipo organizzativo, connesse alle inefficienze dei servizi di banchina e all’organizzazione del sistema di flusso dei passeggeri. Il progetto prevede azioni dedicate per fronteggiare le inefficienze organizzative e realizzare una gestione adeguata dei flussi di passeggeri attraverso l’erogazione di servizi specifici quali: • sistemi di annuncio delle partenze/arrivi; • sistemi di annuncio per le coincidenze mare/mare e mare/metro; • punti di informazione permanenti; • evoluzione di sistemi auto organizzanti; • servizi di informazione di stazione e a distanza; • servizi di biglietteria on line; • servizi per la sicurezza, quali punto di vigilanza permanente e gestione degli stati di panico; • servizi di assistenza sanitaria ai pass. Dal punto di vista tecnico il progetto prevede: • la demolizione delle preesistenze (biglietterie e locali di ristoro esistenti); • la realizzazione di una nuova struttura di circa 2.400 mq di basso impatto visivo ma di elevata qualità architettonica, nella quale riorganizzare le attività del terminal passeggeri (accoglienza imbarco-sbarco, biglietterie, sosta, ristoro, informazione ecc.); • miglioramento dell’assetto di banchina mediante la realizzazione dei due nuovi pontili previsti in ATF, con un sostanziale miglioramento delle operazioni di attracco e di imbarco • razionalizzazione dei flussi di traffico carrabile e pedonale in partenza e in arrivo e delle aree di sosta; • realizzazione di una nuova struttura di circa 360 mq adibita alla ricollocazione delle attività bar-ristoro demolite spazialmente connessa al terminal; • realizzazione sul lato del Maschio Angioino, a ridosso di Via Acton di un’area dedicata ai taxi e alla sosta breve delle auto private e pullman; • creazione di un nuovo lungomare pubblico, in continuità con la piazza della Stazione Marittima, utilizzando la copertura del terminal come un percorso attrezzato ed un affaccio verso il mare e verso il Maschio Angioino; • autonomia funzionale dei nuovi edifici rispetto al sistema complessivo di riqualificazione del waterfront monumentale del porto. Il progetto, si legge sul sito dell’Autorità portuale di Napoli, prevede la demolizione delle strutture esistenti e la realizzazione di una nuova stazione marittima per le vie veloci di collegamento con le isole del Golfo di Napoli e con la Costiera, i cui manufatti saranno utilizzati per i servizi connessi alle attività di banchina e di traffico passeggeri nonché alla realizzazione, nella parte relativa alla copertura, di una passeggiata – lungomare – di cui la città è sprovvista, in continuità con l’accesso alla città, attraverso la nuova stazione della metropolitana di piazza municipio. Il progetto consiste nella riqualificazione delle infrastrutture esistenti, attraverso la valorizzazione architettonica dei luoghi e il potenziamento dell’efficienza trasportistica di quest’ambito portuale. La superficie complessiva interessata dal progetto è di circa 14.000 mq. Si parte dalla realizzazione di un nuovo terminal passeggeri di servizio al traffico marittimo (metrò del mare) del golfo di Napoli. Il terminal è stato pensato come una struttura multifunzionale in cui saranno collocate aree biglietterie, uffici, negozi, bar e servizi, oltre ad aree attesa con i relativi servizi (wc, sala internet etc.). Il riassetto del molo prevede un nuovo Terminal plurifunzionale con le seguenti funzioni: • servizi ai passeggeri (spazi di attesa, biglietterie, servizi igienici ecc.) di complessivi mq 3260 circa; • servizi commerciali per complessivi 465 mq circa; • servizi di ristorazione per complessivi 475 mq circa; • uffici per complessivi 220 mq circa; La realizzazione del terminal passeggeri risponde non solo ad esigenze di tipo strutturale, data la vetustà delle strutture esistenti, che, realizzate negli anni ’90, non più in grado di sostenere i rilevanti flussi di passeggeri ma anche ad esigenze di tipo organizzativo, connesse alle inefficienze dei servizi di banchina e all’organizzazione del sistema di flusso dei passeggeri. Il progetto prevede azioni dedicate per fronteggiare le inefficienze organizzative e realizzare una gestione adeguata dei flussi di passeggeri attraverso l’erogazione di servizi specifici quali: • sistemi di annuncio delle partenze/arrivi; • sistemi di annuncio per le coincidenze mare/mare e mare/metro; • punti di informazione permanenti; • evoluzione di sistemi auto organizzanti; • servizi di informazione di stazione e a distanza; • servizi di biglietteria on line; • servizi per la sicurezza, quali punto di vigilanza permanente e gestione degli stati di panico; • servizi di assistenza sanitaria ai pass. Dal punto di vista tecnico il progetto prevede: • la demolizione delle preesistenze (biglietterie e locali di ristoro esistenti); • la realizzazione di una nuova struttura di circa 2.400 mq di basso impatto visivo ma di elevata qualità architettonica, nella quale riorganizzare le attività del terminal passeggeri (accoglienza imbarco-sbarco, biglietterie, sosta, ristoro, informazione ecc.); • miglioramento dell’assetto di banchina mediante la realizzazione dei due nuovi pontili previsti in ATF, con un sostanziale miglioramento delle operazioni di attracco e di imbarco • razionalizzazione dei flussi di traffico carrabile e pedonale in partenza e in arrivo e delle aree di sosta; • realizzazione di una nuova struttura di circa 360 mq adibita alla ricollocazione delle attività bar-ristoro demolite spazialmente connessa al terminal; • realizzazione sul lato del Maschio Angioino, a ridosso di Via Acton di un’area dedicata ai taxi e alla sosta breve delle auto private e pullman; • creazione di un nuovo lungomare pubblico, in continuità con la piazza della Stazione Marittima, utilizzando la copertura del terminal come un percorso attrezzato ed un affaccio verso il mare e verso il Maschio Angioino; • autonomia funzionale dei nuovi edifici rispetto al sistema complessivo di riqualificazione del waterfront monumentale del porto
Vota questo articolo
(1 Vota)

A Napoli la calza è piena di sfogliatelle

Giovedì, 04 Gennaio 2018 10:06 Scritto da
Quest’anno la Befana porterà ai bambini napoletani, oltre ai classici dolciumi – caramelle, cioccolatini e carbone (naturalmente dolce) -, anche sfogliatelle e sfogliacampanelle. Il 6 gennaio, infatti, presso Città della Scienza sarà allestita un’area show cooking ove Vincenzo Ferrieri, patron di SfogliateLab (storica pasticceria ubicata a piazza Garibaldi), insegnerà ai piccoli spettatori come si fanno la sfogliata riccia e la sfogliacampanella (la famosa sfogliatella con il cuore di babà). A fine laboratorio i dolci saranno offerti gratuitamente ai bambini partecipanti. Sarà possibile accedere all’iniziativa tramite prenotazione (partenza dall’ingresso Corporea, massimo 30 persone a turno). Tale attività è compresa nel programma della Festa della Befana che si svolgerà presso Città della Scienza dalle ore 10 alle ore 18: una giornata all’insegna della scienza e del divertimento, durante la quale si svolgeranno laboratori, esperimenti, osservazione delle stelle e 3 science show per grandi e piccoli.
Vota questo articolo
(1 Vota)
Natale e Capodanno 2017-2018 in sintonia per gli italiani, che senza distinzioni sceglieranno di trascorrerle per lo più all’insegna del Bel Paese e della famiglia. Quasi un quarto viaggerà per le festività natalizie - divisi tra chi resterà in vacanza per pochi giorni e chi invece per una settimana o più – mentre il 15% si sposterà per brindare al nuovo anno, anche se la maggioranza per pochi giorni (entro i 5). Chi viaggia lo farà prevalentemente in auto, per non avere vincoli di tempo e orari, e c’è anche chi ne approfitterà per comprare gli ultimi regali last minute in autostrada (16%). Le mete preferite da raggiungere in auto? In primis la cornice magica e innevata delle località di montagna, ma tanti sono orientati verso città d’arte come Roma, Verona, Firenze, Matera e Napoli, località marittime o Paesi europei. Sono alcuni dei risultati emersi dalla ricerca realizzata da AutoScout24 (www.autoscout24.it), il portale di annunci auto e moto, leader in Europa, che ha analizzato abitudini e comportamenti degli italiani per le prossime festività, rivelando come l’auto sia il mezzo più usato per viaggiare sia a Natale (per il 77%) sia a Capodanno (83%). La passione per le quattro ruote, oltre che attenta e responsabile (il 56% effettua sempre i controlli di sicurezza prima di mettersi in strada) è il caso di dirlo, “guida” le scelte di chi ha deciso di partire in auto: quasi nove su dieci (89%), infatti, ama guidare, e dichiara di avere optato per questa soluzione per le grandi libertà offerte dal mezzo, come la possibilità di partire ai propri ritmi e a qualsiasi ora (85%), e la libertà di ascoltare musica ad alto volume e fermarsi in qualsiasi momento (13%). Solo il 9% usa l’auto perché la considera più economica, mentre il 6% approfitterà delle bellezze della nostra Penisola e della trasferta per organizzare un on-the-road tra più città. L’auto, inoltre, si scopre anche un mezzo strategico per chi non ha avuto il tempo di comprare tutti i pensierini di Natale, dal momento che il 16% confessa di avere acquistato o di avere in programma di acquistare regali last minute in autostrada. Una scappatoia utile e a cui ricorre in particolare la fascia dei giovani dai 18 ai 34 anni, che sale al 19%. CHI PARTE A NATALE Vacanze di Natale 2017 in viaggio per il 24% degli italiani, che sceglierà di scartare i regali fuori casa, prevalentemente con la propria famiglia (85%), concedendosi una pausa di una settimana o più per il 48% del campione e fino a 5 giorni per il 43%. Si rimarrà prevalentemente in Italia (71%) e l’auto sarà il mezzo con cui ci si sposterà di più (77%), preferito all’aereo e al treno. Tra le mete italiane più gettonate da chi viaggia in auto, troviamo in primis quelle di montagna con il 38% delle preferenze, seguite dalle città d’arte al 20% (prese d’assalto dal 29% dei millennials), con Roma, Firenze e Napoli in cima alla classifica. Al terzo posto le località marittime scelte dal 12% del campione, mentre la rilassante campagna è indicata dal 9% e i laghi dal 3%. Non solo Italia. Il 13% degli automobilisti vacanzieri oltrepasserà, infatti, i confini per spingersi in Europa, facendo tappa soprattutto in Francia e Germania, oppure per immergersi nel clima dei mercatini natalizi di Svizzera e Austria. CHI PARTE A CAPODANNO Se il Natale è con i tuoi, anche il Capodanno non è da meno, con ben il 65% degli italiani che lo passerà in famiglia. Solo il 27% brinderà invece con gli amici e il 12% in coppia, scambiandosi auguri romantici con il partner. Diversamente dai millennials, per cui la compagnia degli amici diventa fondamentale per divertirsi l’ultima notte dell’anno (48%). Sono ancora tanti gli indecisi, con il 22% che ammette di non avere ancora scelto cosa fare, mentre il 15% partirà sicuramente per una vacanza: da 3 a 5 giorni (38%), giusto il tempo del cin cin (fino a due giorni il 25%), e per una fuga di una settimana e oltre (18%). L’83% si muoverà comunque in auto, mezzo preferito anche per le vacanze di Capodanno. Ma quali saranno le top destinazioni scelte per salutare il 2018? In linea generale l’Italia si conferma il Paese più apprezzato dal 70% degli intervistati, rispetto all’Europa (20%) e ai pochi che voleranno verso mete extra continentali (9%). Tra le località italiane raggiunte in auto ci sono la montagna (43%), il mare (16%) e le città d’arte (11%), con quest’ultime che vedono spiccare Verona (30%), Matera e Napoli (20%), Milano e Palermo (10%). Se qualcuno staccherà la spina rifugiandosi in campagna (8%) oppure ai laghi (6%), non mancherà chi preferirà sterzare oltre confine in Europa (17%), festeggiando il Bonne Année in Francia, magari davanti alla Tour Eiffel, il Frohes neues Jahr in Germania e lo Srečno novo leto in Slovenia.