Vota questo articolo
(0 Voti)

Una coalizione ampia, democratica e partecipativa è quella che si prefiggono i quattro gruppi politici che hanno dato vita ad una alleanza pronta a scendere in campo alle prossime elezioni comunali. A conclusione di un percorso iniziato diversi mesi fa si è, infatti, concretizzata l'idea di costruire una coalizione da presentare alle elezioni comunali previste ormai tra poco meno di due anni a Somma Vesuviana. I soggetti politici costituiti sono rappresentati, quali garanti delle 4 future liste elettorali, Pasquale Piccolo consigliere comunale e già sindaco della città, da Lucia Di Pilato consigliere comunale e candidata alle elezioni regionali 2020, Vincenzo Piscitelli consigliere comunale e Crescenzo De Falco già consigliere comunale. “Il presupposto che ha unito tutti i soggetti coinvolti è dare alla città di Somma Vesuviana un'Amministrazione alternativa a quella attuale”, commentano Piccolo, Di Pilato, Piscitelli e De Falco, “una coalizione non chiusa, ma anzi aperta al dialogo con le altre forze politiche già presenti sul territorio. Questo è soltanto l’inizio di un percorso che deve essere condiviso e rivolto ai cittadini. L'obiettivo è quello di coinvolgere tutti quelli che amano Somma Vesuviana e vogliono creare una coalizione ampia, democratica e partecipativa”..

Vota questo articolo
(0 Voti)

Con 836 preferenze è stata la candidata ( alle elezioni regionali) più votata nella città del buon vino: Autilia Carillo, giovane donna in carriera, dopo aver raccolto un brillante risultato dall'urna ed una breve pausa post elezioni, torna a ringraziare i suoi sostenitori e quelli del Partito Democratico che, mai in passato, aveva raccolto tante preferenze a Terzigno. In un post sul suo profilo ufficiale la più giovane candidata alla regionali del PD, scende in campo ed esprime il suo pieno sostegno alla candidatura di Vincenzo Aquino nel ballottaggio che vedrà i terzignesi recarsi nuovamente al voto in questo week end. "Un ringraziamento particolare a tutti i terzignesi che hanno creduto in me, nel partito democratico e nel presidente De Luca. A Terzigno si respira aria di cambiamento e c'è voglia di riscatto - precisa la Carillo-. Voglio, a tal proposito, ricordare a tutti che il 4 e 5 ottobre saremo impegnati a votare il sindaco del nostro amato Paese. Vincenzo Aquino, a mio avviso, è l'uomo giusto, è il sindaco che aspettavamo da tempo a Terzigno. In questa prima tornata elettorale,Vincenzo Aquino, ha saputo lanciare un chiaro messaggio al Presidente De Luca che, di certo, non è passato inosservato: desideriamo partecipare in modo attivo ai processi di crescita di Terzigno e rivendicare il ruolo da protagonista di questa comunità nel panorama dell'intera Regione Campania.Fiera è consapevole di fare la scelta giusta - conclude Autilia Carillo- chiedo a tutti di votare Vincenzo Aquino Sindaco di Terzigno.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Finita la tornata elettorale che, in Campania, ha sancito la vittoria trionfale di Vincenzo De Luca, già in serata il Ministero degli Interni ha pubblicato l'elenco dei nuovi consiglieri regionali eletti. Nella suddivisione dei seggi alcuni non sono assegnati a causa della suddivisione di genere che prevede che un terzo del Consiglio regionale sia composto da donne. Per il Pd sono eletti otto consiglieri regionali: Maurizio Petracca, Erasmo Mortaruolo, Gennaro Oliviero, Mario Casillo, Loredana Raia, Bruna Fiola, Massimliano Manfredi, Francesco Picarone. In maggioranza, il secondo partito è la lista De Luca Presidente che sarà rappresentato in consiglio da Giovanni Zannini, Vittoria Lettieri, Lucia Fortini, Carmine Mocerino, Paola Raia e Luca Cascone. Una curiosità per la lista De Luca è rappresentata dai due "sommersi" eletti. Gratificante anche il risultato di Italia Viva, il partito di Renzi piazza quattro membri nell'assise regionale: Vincenzo Alaia, Vincenzo Santangelo, Francesco Iovino e Tommaso Pellegrino. In maggioranza anche "Noi Campani" con Luigi Abbate, e Maria Luigia Iodice, un rappresentante anche per la lista Davvero-Partito Animalista: Livio Petitto, Fare democratico Popolari con gli eletti Felice Di Maiolo e l'assessore regionale uscente Corrado Matera a Salerno. Campania Libera, invece, elegge Giovanni Porcelli e Giovanni Savastano, mentre il Partito socialista porta in consiglio Andrea Volpe nella circoscrizione di Salerno, mentre Europa Verde Demos elegge Francesco Borrelli e + Campania in Europa porta in consiglio regionale Fulvio Frezza, Liberal democratici Moderati portano i due consiglieri Giuseppe Sommese e Pasquale Di Fenza, due anche per Centro Democratico, Giovanni Mensorio e Maria Raffaella Pisacane. Il Movimento Cinque Stelle che in Italia perde consensi un pó in tutte le regioni, riesce tuttavia a confermare Valeria Ciarambino ed elegge anche Vincenzo Ciampi, Gennaro Saiello, Maria Muscarà, Luigi Cirillo, Michele Cammarano e Salvatore Aversano. Nel centrodestra si raccolgono i cocci di una pesante sconfitta in termini politici e di consensi. In consiglio entrano, oltre al candidato presidente Stefano Caldoro, ci saranno tre consiglieri di Fratelli d'Italia: Michele Schiano di Visconti, Marco Nonno, Nunzio Carpentieri e Alfonso Piscitelli, mentre Forza Italia porta in consiglio Anna Rita Patriarca e Massimo Grimaldi, la Lega elegge Severino Nappi, Attilio Pierro e Gianpiero Zinzi, mentre l'Unione di Centro elegge Gennaro Cinque.

Vota questo articolo
(0 Voti)

SAN GENNARO VESUVIANO. Incontri nelle fabbriche tessili del Vesuviano per ascoltare gli imprenditori e le loro esigenze e proporre delle iniziative. E’ qunto sta facendo Angela Giugliano candidata alle elezioni Regioni nella lista +Campania in Europa . “Il Vesuviano e gran parte della provincia di Napoli sono famosi per la loro produzione tessile”, commenta la Giugliano, “creazioni di abiti, camice e tanti brand che hanno rappresentato e rappresentano la Campania nel mondo. La nostra missione è supportare questi imprenditori con mezzi adeguati per permettere di continuare a produrre capi di abbigliamento di qualità, unico modo per vincere la sfida con la produzione di massa”. Da qui la consapevolezza che occorrono proposte concrete e realizzabili. “È mio impegno promuovere il tessile vesuviano e napoletano”, conclude la Giugliano, “attraverso gli strumenti regionali e delle camere di commercio oltre a prevedere all'interno di una rinnovata Fiera Vesuviana due eventi promozionali dedicati alle presentazioni stagionali e agli incontri commerciali con buyers internazionali. Recuperiamo il passato, per migliorare il futuro”.

Vota questo articolo
(0 Voti)

SAVIANO. L’incuria del territorio è una situazione critica a Saviano, ragion per cui Giuseppe Allocca, candidato al consiglio comunale nella lista Progetto in Comune ha deciso di fare un accesso agli atti e un esposto alla Corte dei Conti per scoprire che fine hanno fatto le attrezzature finanziate al Comune di Saviano per tale scopo dalla Città Metropolitana con 52 mila euro. "L'emergenza ambientale di Saviano è una priorità del programma di Vincenzo Simonelli candidato sindaco di Saviano", spiega Giuseppe Allocca che si schiera in sui sostegno, “per questo nel programma abbiamo posto attenzione per migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti, la pulizia delle strade e per la tutela della salute e dei danni dai roghi illegali e dai problemi degli impianti fognari. Tra le ultime sciatterie dell'Amministrazione uscente - prosegue Allocca - la mancata utilizzazione delle spazzatrici e delle attrezzature acquistate lo scorso anno con un contributo a fondo perduto di 52 mila euro concesso dalla Città Metropolitana di Napoli per migliorare la raccolta differenziata. Per questa ragione ho esercitato l'accesso civico nei confronti degli Enti interessati per avere le dovute informazioni omesse sul sito comunale circa l'inusuale e misteriosa situazione e per conoscere i controlli post svolti dalla Città metropolitana a tutela degli interessi finanziari coinvolti, a meno che la natura dei contributi rispondano solo ad interventi a pioggia di sapore elettoralistico posto che all'epoca del trasferimento delle risorse sedevano nell'assise Metropolitana autorevoli figure oggi candidati al Consiglio regionale". Ma non soltanto, trattandosi di soldi pubblici Allocca nelle sue segnalazioni è andato oltre. “Forse qualche risposta la potranno dare con maggiore sollecitudine gli altri aspiranti Sindaci di Saviano”, conclude Allocca, “oggi protagonisti di un nuovo corso, fino a ieri della cessata Amministrazione. Intanto, ho ritenuto di dover interessare - conclude Allocca - anche la Procura Generale della Corte dei Conti per le autonome valutazioni".