Liceo Linguistico a Terzigno. Ora è realtà In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Attualità Letto 2810 volte

Arriva una buona notizia (una volta tanto) per gli studenti del Liceo Diaz di Terzigno. Nessuno fraintenda come potrebbe accadere in questi casi. Del nuovo edifici scolastico- più volte promesso in sede di campagna elettorali (e quindi tra poco se ne riparlerà) nemmeno l'ombra. La notizia buona è che dal prossimo anno scolastico 2015/2016 l'offerta formativa che si affiancherà agli attuali corsi di liceo scientifico e delle scienze umane si arricchirà con il nuovo corso di liceo linguistico. La decisone è stata assunta e deliberata dalla giunta regionale lo scorso 9/1/2015 con delibera numero 6 avente per oggetto il piano dell'offerta formativa scolastica per l'anno scolastico 2015/2016. I giovani di Terzigno, quindi da settembre potranno frequentare questo nuovo e richiesto indirizzo di studi strutturato sulla conoscenza delle lingue straniere senza doversi spostare da Terzigno. Nella stessa delibera vengono, inoltre riportate altre interessanti novità. Nella vicina Boscoreale presso l'istituto Vesevus verrà avviato il corso  di Arti ausiliarie delle professioni sanitarie- Ottico, mentre a Poggiomarino al Da Vinci il liceo linguistico avvierà i corsi sperimentali di lingua cinese. Una serie di novità che a quanto pare stanno già ricevendo i primi gradimenti degli aspiranti studenti. Restano però immutati i problemi per l'edilizia scolastica Terzignese. Il comune vesuviano, infatti è rimasto l'unico del comprensorio a non aver ancora realizzato un edificio per le scuole superiori benché da oltre 10 anni l'ex Provincia di Napoli aveva finanziato l'opera con un importo di circa 5 milioni di euro. Speriamo che questo ampliamento dell'offerta formativa possa rappresentare una seria presa di coscienza dei politici e sia la volta buona affinché le istituzioni locali trovino un accordo, per far realizzare in tempi brevi, un edificio scolastico adeguato alle richieste di iscrizioni dei giovani Terzignesi che, si auspica, possano evitare di migrare presso i comuni vicini per realizzare le proprie ambizioni di sapere. Il diritto allo studio è anche questo.

Ultima modifica il Mercoledì, 21 Gennaio 2015 00:17