Terzigno, teatro all'aperto grazie ai "Giovani della piazza" In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Attualità Letto 399 volte

L'arte non ha bisogno solo di spazi ma anche e soprattutto di idee e genialità, ed a Terzigno così è stato grazie alla felice intuizione dei Giovani della piazza che hanno avuto la brillante idea di valorizzare il patrimonio della tradizione vesuviana attraverso le chicche del teatro napoletano.

Nel cuore del centro storico di Terzigno, rione Bianchi, si ritorna a respirare aria di teatro, di arte, di cultura e lo si fa attraverso un percorso itinerante organizzato magistralmente dall'Associazione Teatrale "I Giovani della Piazza". Troppo il periodo di assenza, la paura di non poter ritornare a recitare era tanta e così appena si è presentata l'occasione, si va in scena, fra la gente desiderosa di dimenticare quello accaduto. Lo spettacolo è un viaggio itinerante fra le bellezze di Napoli, ad accompagnare lo spettatore è una guida che fa da apripista al messaggio augurale di Pulcinella, alla spettacolare coreografia preparata dall'Academy of Arts dei maestri Salvatore Renna e Lia Di Martino, allo sketch comico rivisitato di Amicizia, ai monologhi del caffè e della Filumena tanto cara a Eduardo, passando per la cartomante si arriva a conoscere il pensiero della bella 'mbriana chiudendo con un esilarante diverbio fra marito e moglie. Un format che ha permesso di trascorrere un' ora lontano dai problemi del quotidiano, si ritorna a respirare cultura proprio come uno striscione che gli organizzatori della manifestazione hanno affisso: Terzigno è cultura, mai cchiu' incudine, ma martiel