Domenica, 20 Giugno 2021 15:44

Napoli, quali obiettivi di mercato? In evidenza

Scritto da Pasquale Villani
Vota questo articolo
(2 Voti)

Questa è la domanda che tutti si pongono dopo la fatal Verona. In un’estate rovente , causa temperature e carenza di pecunia (dati gli effetti devastanti della pandemia sul mondo del calcio e la mancata qualificazione alla champions), sarà difficile riuscire a cedere giocatori di calibro (vedi Fabian Ruiz e Koulibaly) a prezzi esosi e a comprarne altri dello stesso spessore. Ma andiamo per ordine. Da dove partire ? Partiamo dalla difesa ed in particolar modo dall’estremo difensore (il portiere). Che né sarà di Ospina e Meret ? Per il colombiano (Ospina) si parla di un forte interessamento da parte della Juve e di un’eventuale scambio con l’Atalanta in cui verrebbe inserito Sportiello (da tenere sott’occhio anche le figure di Consigli del Sassuolo e di Sepe del Parma); Meret invece, dopo una stagione a tinte chiaroscure, è destinato ad essere il portiere titolare; circa Contini, si parla di una cessione in prestito (cosa sacrosanta, dato che i giovani devono giocare!!). Per quanto riguarda i terzini, perso Hysaj (il quale, molto probabilmente andrà alla Lazio), si dovrà cercare obbligatoriamente un terzino (se non addirittura 2, viste le condizioni perennemente critiche di Ghoulam). In queste settimane , si sono fatti tanti nomi , 3 su tutti : Mandava del Lille, di piede mancino, età 27, valutazione secondo transfermarkt 9 milioni, scadenza di contratto con il club transalpino 30/06/2022; Emerson Palmieri italo-brasiliano del Chelsea (in passato alla Roma), anche lui mancino e ventisettenne, valutato da transfermarkt 12 miloni, in scadenza anch’egli nel 2022. Al momento è lui ad essere in pole position per vestire la casacca azzurra; l’ultimo nome è quello di Gudmundsson , svedese del Groningen , età 21, valutato 5 milioni. Confermatissimo Di Lorenzo, da valutare Mario Rui. Nel pacchetto dei centrali difensivi non farà parte Maksimovic conteso dalle 2 romane, mentre invece c’è stato qualche interessamento dell’Olympiakos per Manolas. La trattativa (che potrebbe vedere coinvolto il centrocampista Camara) è tutta in divenire in quanto bisognerà vedere quale sarà la valutazione che Spalletti farà del giocatore ellenico. Confermato invece, Rrhamani; un discorso a parte , va fatto per Koulibaly . Dato per partente ogni anno (per ottenere una proficua plusvalenza rispetto agli 8 milioni sborsati al Genk nel 2014) , il senegalese ha dimostrato di essere una colonna portante del Napoli nonché uno dei migliori giocatori al mondo nel suo ruolo. Se non arriverà un’offerta vicina ai 60 milioni, De laurentiis difficilmente lo cederà. In entrata si parla di Marcos Senesi del Feyenoord, costo (non proibitivo) 20 milioni . A centrocampo invece, rimarrà Demme , utilissimo nel ruolo di regista, partirà Bakaioko, il quale non è stato riscattato dal Napoli (per lui si è parlato di un approdo alla Fiorentina, cosa difficile dato l’addio di Gattuso), Lobotka dovrà essere analizzato da Spalletti il quale lo voleva presso la sua corte già dai tempi dell’Inter; Fabian Ruiz è il maggiore indiziato ad abbandonare i colori azzurri . Si parla di interessamenti iberici ( le 2 madrilene ed il Barcellona). Come per Koulibaly, anche per lo spagnolo si parla di una cessione non inferiore ai 60 milioni. Ovvio, che ad incidere sulla valutazione peserà il rendimento durante il campionato europeo (iniziato male per le furie rosse, le quali hanno strappato solamente uno 0-0 con la Svezia). Confermatissimo Zielinski. In entrata spicca un nome su tutti, Toma Basic del Bordeaux (molto simile a Ruiz) , a cui si affiancano i nomi di Berge dello Sheffield United e dell’”italiano “ Thorsby della Sampdoria. Sembra invece tramontata la pista che porta a Vecino, in quanto Inzaghi punta molto su di lui. Per l’attacco invece, dovrebbero rimanere tutti, l’unico dubbio riguarda Insigne. Le parti si incontreranno dopo i campionati europei per limare le differenze tra proposta e offerta e giungere ad un accordo che porterebbe ad un prolungamento del sodalizio azzurro in scadenza nel giugno del 2023. E dunque, riecheggia ancora una volta, la fatidica domanda : Napoli, quali obiettivi per il mercato ?

Letto 795 volte