M5S, Ciarambino: “Grazie alle nostre segnalazioni, 170 Oss rientreranno in Campania" In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Attualità Letto 156 volte

“Dopo nostri ripetuti solleciti recapitati ai vertici dell’Asl Napoli 1, si è proceduto all’approvazione definitiva dell’avviso di mobilità regionale ed interregionale per l’assunzione di 170 operatori socio sanitari, che dopo anni di mobilità e lavoro fuori regione, grazie al M5S potranno finalmente rientrare in Campania. Una graduatoria pubblicata ben quattro mesi fa, ma alla quale fino ad oggi, inspiegabilmente, non era mai stata data attuazione. Ci siamo visti costretti a diffidare il dg dell’Asl, facendo nostre le ragioni di oltre 200 Oss costituitisi in un comitato perché vedessero riconosciuto il sacrosanto diritto ad essere assunti nella propria regione, alla luce dell’espletamento di una normale procedura concorsuale. Non capiamo come sia possibile tenere congelata una graduatoria per questa tipologia di posizioni, a fronte di una grande richiesta di operatori socio sanitari in tutte le strutture della Asl Napoli 1. Personale che andrà subito a ricoprire i 50 posti vacanti all’Ospedale del Mare, dove si continua ad assumere, in maniera assolutamente illegittima, personale a tempo determinato, come l’ultimo ricorso alle graduatorie del Ruggi d’Aragona di Salerno”. E’ quanto dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle e presidente della Commissione speciale Trasparenza Valeria Ciarambino, che da mesi si occupa delle procedure di reclutamento in sanità. “Le regole di reclutamento – sottolinea Ciarambino - devono prevedere una assoluta preferenza al rientro di chi lavora fuori dal territorio regionale, oltre che a procedere allo scorrimento di graduatorie preesistenti, piuttosto che indire nuovi concorsi che comportano anche un aggravio di spese. E’ necessario consentire a chi ne ha diritto, come molti degli operatori socio sanitari dell’ultima graduatoria, di poter rientrare nella loro regione. Così come è necessario far conoscere e rendere trasparenti tutte le graduatorie in corso di validità. Andremo avanti in questa battaglia”.

Ultima modifica il Giovedì, 02 Agosto 2018 17:20