Napoli, bilancio positivo per l'operazione "Strade Sicure" In evidenza

Scritto da  Nando Zanga Pubblicato in Attualità Letto 150 volte

L’Esercito sempre in prima fila. Questo è uno dei punti salienti scaturiti nell’ultimo briefing svolto a Palazzo Salerno, nel cuore di Napoli, presso il Comando delle Forze Operative Sud dopo il passaggio di consegna fra i Colonnelli Sarcià ( uscente) e Mazzotta ( subentrante) impiegati nell’Operazione Strade Sicure – Terra dei Fuochi. Nel corso degli ultimi sei mesi dell’operazione in questione gli uomini e le donne dell’Esercito Italiano, in concorso con il personale delle Forze dell’Ordine, hanno fornito risultati eccellenti. I soldati hanno risposto sempre con efficacia e tempestività, soprattutto quando hanno dovuto contrastare l’emergenza incendi verificatasi nel Parco Nazionale del Vesuvio. Sono intervenuti su tutti i comuni del vesuviano, garantendo sempre un pattugliamento capillare necessario alla segnalazione di nuovi roghi e/o segnalare la presenza di discariche abusive. Il personale dell’Esercito è intervenuto anche dopo, purtroppo, l’evento sismico che ha coinvolto l’isola di Ischia, e con uomini e mezzi hanno contribuito alla messa in sicurezza della “ Zona Rossa”. I dati evidenziati dopo il cambio sono rilevanti, il Raggruppamento Campania, sotto gli ordini del colonnello Sarcià, hanno controllato quasi ottomila veicoli e motocicli e circa diciasettemila persone. Si è proceduto all’arresto di venti persone per vari reati e cinquanta denunce da parte delle Forze dell’Ordine. Inoltre sono state rinvenute cinquanta automezzi rubati e sequestrati notevoli quantitativi di sostanze stupefacenti. Nell’ambito dell’operazione Terra dei Fuochi sono state identificate circa quindicimila persone e ottomila automezzi. Un centinaio circa, le infrazioni segnalate alle locali unità di polizia municipale per versamento illegale di rifiuti. Questi sono gli uomini e le donne dell’Esercito Italiano, sempre pronti a scendere in campo, in prima linea, per contrastare ogni attività illecita e per garantire la giusta serenità al cittadino.