Napoli, al via il convegno sulla legalità e diritto

Scritto da  Pubblicato in Attualità Letto 1259 volte

La legalità intesa non soltanto quale contrapposizione concettuale ed ideologica all'illegalità, ma anche come palestra culturale atta a formare una comunità più efficiente ed evoluta nei vai ambiti della società ordinaria. E' questo lo scopo del progetto "Legalità e Diritto", maturazione ultima di un lungo percorso interattivo e sinergico tra la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università Federico II di Napoli e l'Istituto di Studi Politici S. Pio V che ha portato all'istituzione dell' "OSLE" (l'Osservatorio sulla Legalità) con il patrocinio dell'AMESCI -Associazione nazionale di promozione sociale, e che ha come scopo primario quello di parlare di legalità come oggetto di analisi, non soltanto riferendosi a quei contesti e comportamenti prettamente illegali, ma adottando una visione concettualmente più ampia di cultura della cittadinanza attiva e che vede proprio nelle università il suo più importante centro di affermazione e divulgazione. Gli antesignani che hanno posto in essere l'attuazione dell'intera opera formativa sono i docenti prof. Giuseppe Acocella (Coordinatore dell' OSLE), prof. Matteo Pizzigallo (Rappresentante dell'Istituto S. Pio V) e il dott. Franco Vittoria (Coordinatore scientifico del progetto), con la collaborazione coordinativa della locale Rappresentanza Studentesca. Il progetto si articolerà e svilupperà in tre giornate distinte, in ognuna delle quali vi saranno, nell'Aula Spinelli del succitato Dipartimento universitario, dei seminari in ognuno dei quali verranno trattate argomentazioni relative al senso di appartenenza storica, culturale e linguistica ,che pongono le fondamenta e l'ossatura di ogni collettivo umano, correlate sia a quella consapevolezza etica e giuridica che da sempre scandisce i ritmi e la fisionomia di un realtivo contesto sociale e sia ad un moderno approccio scientifico atto all'ottimizzazione del progresso comunitario. Il primo dei tre convegni, dal titolo "Gare D'appalto e trasparenza" si terrà il giorno 30 c.m. alle ore 10.00. Il suo tratto connotativo peculiare sarà una viva interazione tra docenti e discenti: oltre ad una completa e formativa narrazione del tema agli studenti presenti infatti, verrà data a quest'ultimi la possibilità di compilare un questionario circa la loro percezione di legalità, affinché possano essere elaborate indagini statistiche per implementare lo studio del fenomeno. Gli studenti del quarto e del quinto anno, invece, con un breve elaborato risponderanno alla domanda "Cos'è la legalità e come può salvare il Paese". Gli allievi che si distingueranno verranno insigniti con una borsa di studio.