Ottaviano: convivere con il diabete, la testimonianza della nuotatrice Monica Priore In evidenza

Scritto da  Pubblicato in Attualità Letto 1540 volte

Una giornata all’insegna della sensibilizzazione e dell’informazione sul diabete. Si terrà domenica 8 marzo, con inizio alle 9,30, nel Palazzo Mediceo di Ottaviano, la presentazione del libro “Il mio mare ha l’acqua dolce”, scritto da Monica Priore e premiato dal Coni con il riconoscimento speciale “Libri e sport”.  Monica Priore nasce a Mesagne in provincia di Brindisi nel 1976 e scopre di essere affetta da diabete mellito di tipo 1 a soli cinque anni. La sua famiglia prima, e lei in prima persona,non si sono dati per vinti e hanno iniziato la convivenza con questa malattia pensando positivo.  Grazie al nuoto, Monica diventa consapevole che non poteva più essere il diabete a gestire la sua vita, ma doveva essere lei a gestire lui.Monica decide quindi di voler arrivare a gareggiare "alla pari" con le atlete che non sono affette da diabete. Diventa una campionessa, vince diverse medaglie e il 21 luglio 2007 ha attraversato a nuoto lo stretto di Messina. Altra impresa "storica" Monica l'ha realizzata il 4 settembre 2010, quando ha percorso a nuoto i ventuno chilometri che separano Capri da Meta di Sorrento nel golfo di Napoli. Nel 2012 ha partecipato ai mondiali di nuoto master che si sono tenuti a Riccione, piazzandosi a metà classifica su 120 partecipanti nella gara in mare di 3,5 km.Per il 2013 le sue attenzioni sono state catalizzate sui Word Master Games che si sono svolti a Torino nel mese di Agosto. Nel 2014 Monica ha partecipato a diverse competizioni del circuito supermaster in piscina e a delle competizioni del circuito nazionale FIN di nuoto di mezzo fondo in acque libere, riuscendo a portare a casa diverse medaglie. Ma le sue energie si sono concentrate anche sulla stesura del suo libro, "Il mio mare ha l'acqua dolce" edito da Mondadori. Attualmente Monica Priore è testimonial e creatrice del progetto "Volando sulle Onde della Vita" e si adopera in prima persona e con i suoi partner della comunicazione per diffondere un messaggio di fiducia e speranza rivolto ai giovani affetti dal suo stesso problema di salute. L’iniziativa è stata voluta e organizzata dalla Romano Fitness di Salvatore Romano. La manifestazione prevede anche le esibizioni dei ragazzi e ragazze della palestra e la presenza di altri ospiti

 

Ultima modifica il Venerdì, 06 Marzo 2015 08:49